5.6 C
Milano
lunedì, Novembre 28, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Opera un Comune “in rosa”: 5 funzionari su 6 sono donne

 

 Approvato il piano triennale delle azioni positive per garantire la piena realizzazione delle Pari Opportunità

 

(mi-Lorenteggio.com) Opera, 3 febbraio 2020 – “Pari Opportunità”. Non è uno slogan da utilizzare in campagna elettorale, per l’Amministrazione Comunale di Opera le “pari opportunità” sono un principio giuridico essenziale dal quale non si trascende. Al contrario, occorre sostenerlo e incentivarlo. Nel piano triennale delle azioni positive nell’ambito delle pari opportunità, infatti, sono ben illustrate le azioni previste per rimuovere ogni distinzione, esclusione o limitazione basata sul genere, che abbia come conseguenza o scopo quello di compromettere o di impedire il riconoscimento, il godimento o l’esercizio de diritti umani e delle libertà fondamentali in campo politico, economico, sociale, culturale, civile e in ogni altro ambito. Principio ben garantito in un Comune in cui le quote rosa rappresentano il 63% dei dipendenti per raggiungere, nella categoria delle posizioni organizzative, l’80%. Ma altro si può far per tutelare le differenze e innalzare il livello delle professionalità e del benessere dei dipendenti, oltre alla qualità dei servizi offerti alla comunità. Per questo è stato approvato dalla Giunta Nucera un piano che si pone diversi obiettivi: attuare i temi della conciliazione, della promozione della
cultura di genere e della valorizzazione delle differenze, aumentare il coinvolgimento dei dipendenti nelle politiche e nelle strategie, rafforzare il senso di appartenenza, la motivazione, la soddisfazione del personale dipendente nella convinzione che lavoratori soddisfatti del proprio impiego contribuiscano a rendere un migliore servizio alla cittadinanza. Insomma, niente chiacchiere ma azioni positive e misure che garantiscano effettive pari opportunità nelle condizioni di lavoro e sviluppo professionale e che tengano altresì conto della posizione delle lavoratrici e dei lavoratori in famiglia. Sono, quindi, previsti interventi sull’ambiente di lavoro per evitare che si verifichino situazioni ostili, di stress, di pressioni o di mobbing e allo stesso tempo verranno messe in campo azioni di nuove articolazioni orarie per conciliare i tempi tra lavoro e famiglia. Azioni specifiche sono previste, sia per il personale maschile che per quello femminile, per promuovere la carriera con incentivi e progressioni, valorizzando le attitudini e capacità personali al fine di migliorare i servizi destinati all’utenza. Più formazione garantirà a tutti l’opportunità di crescere professionalmente.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -