8.9 C
Milano
lunedì, Dicembre 5, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

A Opera nasce il primo osservatorio astronomico permanente del Sud-Milano

Sarà realizzato all’interno del Parco Guareschi, vicino a un piccolo ristoro

Opera, 19 febbraio 2020 – – La cometa di Natale, l’eclissi di luna, la congiunzione dei pianeti e ancora lo sciame di stelle cadenti delle Liridi: sono tanti gli eventi che, negli ultimi tempi, hanno catturato l’attenzione di migliaia di persone, costringendole a stare con il naso all’insù. Grazie alla loro naturale bellezza, i fenomeni astronomici sono riusciti ad abbattere le barriere che fino a qualche anno fa li vedevano appannaggio di una ristretta nicchia di appassionati e stanno conquistando il cuore e la mente di tanti curiosi. Finalmente l’astronomia è stata sdoganata e giustamente considerata “una scienza affascinante” da preservare e tutelare, proprio come il cielo stellato e l’universo. L’Amministrazione Comunale di Opera non è rimasta indifferente di fronte a questo interesse che, sul territorio, è portato avanti da anni dall’associazione AstroMirasole. Così è stato progettato il primo osservatorio astronomico permanente del sud Milano. La struttura -moderna e studiata per garantire il posizionamento di un potente telescopio, il giusto isolamento visivo e spaziale – verrà realizzata all’interno del parco Guareschi. “Lo scorso anno, numerosi cittadini hanno assistito ai fenomeni astrali appassionandosi ad una scienza, l’astrologia, che solo negli ultimi tempi, dopo anni e anni di studi, è riuscita a riscuotere il giusto successo e interesse – spiega il sindaco Antonino Nucera – Dietro loro suggerimento è nata l’idea di realizzare un osservatorio astronomico, un punto di riferimento per appassionati o semplici curiosi. Dopo il vaglio dei progetti, abbiamo scelto quello definitivo e abbiamo già stanziato a bilancio i soldi per la sua realizzazione”.

La struttura verrà costruita con ampie vetrate e un cortile privato che, oltre a garantire l’isolamento visivo e spaziale, permetterà un’illuminazione naturale. Al centro della sala ci sarà il telescopio e, sopra ad esso, un vuoto circolare nella copertura del locale per le osservazioni dello spazio cosmico. Un piano orizzontale mobile permetterà di chiudere il vuoto circolare nel tetto nei momenti di non utilizzo del telescopio.

L’osservatorio non sarà certo un elemento isolato: l’investimento è importante, così come gli strumenti che racchiude. Per questo, adiacente allo stesso verrà realizzato un piccolo caffè, un presidio fatto prevalentemente di vetrate che, anche durante il giorno, sarà funzionale al parco e ai suoi fruitori. L’opera, che terrà conto dell’ambiente in cui va ad inserirsi, dei percorsi verdi, del campo da basket e dell’area dedicata ai più piccoli avrà un costo di circa 400 mila euro.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -