4.4 C
Milano
mercoledì, Novembre 30, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Sigarette elettroniche, i dati sul mercato europeo

 

Milano, 20 febbraio 2020 – Oggi sentiamo spesso parlare delle sigarette elettroniche, con tutta probabilità una delle novità tecnologiche più apprezzate nel quotidiano. Questi dispositivi, infatti, vengono utilizzati di frequente da chi decide che è arrivato il momento di smettere di fumare. Si tratta quindi di un vero e proprio palliativo, che va ad agire in sostituzione delle “bionde nazionali”. Naturalmente sono diversi i vantaggi assicurati da questo dispositivo, che consente di scegliere ad esempio il livello percentuale di nicotina nel liquido. Di contro, va anche detto che non tutti possono vantare ancora una conoscenza approfondita delle sigarette elettroniche. È per questo motivo che oggi scopriremo insieme come funzionano, ma non prima di aver analizzato i dati sul mercato europeo.

 

I numeri delle sigarette elettroniche in Europa

 

Grazie ad uno studio della CASMEF, oggi abbiamo a nostra disposizione una serie di dati eloquenti sul mercato europeo delle e-cig. Stando al report prodotto dall’Università LUISS Guido Carli, in collaborazione con BAT Italia, sappiamo che nei prossimi 5 anni il giro d’affari delle sigarette elettroniche supererà un totale pari a 7 miliardi di euro. Ancora l’Europa non può dirsi al livello degli USA, ossia il mercato in assoluto più ricco da questo punto di vista, ma i passi in avanti mossi negli ultimi anni sono innegabili. Si parla soprattutto dell’incidenza degli svapatori, che in Italia raggiungono ad esempio il 2,6% della popolazione maggiorenne. Proprio la Penisola si trova al centro di una crescita notevole del mercato delle e-cig, avendo collezionato un +203% in quanto a volumi di vendita. Il merito di questo boom appartiene anche alla grande frammentazione del suddetto mercato, per via della presenza di molti produttori e di tantissimi modelli diversi.

 

Come funzionano le sigarette elettroniche?

 

Da sottolineare innanzitutto che il mercato, come detto, propone moltissime alternative in quanto a e-cig. Basta prendere come esempio quelle prodotte da Logic Vapes, un rivenditore che tra l’altro sul proprio sito spiega come funzionano le sigarette elettroniche. Il funzionamento di una e-cig non è complicato da spiegare: in pratica, è presente una batteria (spesso a ioni di litio) che alimenta un elemento riscaldante, noto anche come atomizzatore. Quest’ultimo provvede alla vaporizzazione del liquido contenuto nello spazio apposito (tank o camera riscaldante). Il vapore, invece, può essere aspirato attraverso un semplice bocchino.

 

Occorre poi aggiungere che chi usa una e-cig, a seconda del modello scelto, ha la possibilità di decidere quanto vapore aspirare. Questo permette di personalizzare il getto di vapore, rendendolo più corposo o meno denso. In secondo luogo, in certi modelli è possibile gestire anche il voltaggio, così da aumentare o diminuire la quantità di energia trasmessa dalla batteria all’atomizzatore. Per quanto concerne i prodotti, troviamo quelli lunghi con design a sigaretta, e quelli tascabili, più sottili e di forma quadrata o rettangolare.

 

L. M.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -