32 C
Milano
mercoledì, Agosto 10, 2022

Proverbio: Agosto ci matura grano e mosto

Coronavirus. Mascherine: Sindaco di Opera scrive al Presidente del Consiglio

Ultimo aggiornamento il 28 Aprile 2020 – 18:59

 

(mi-Lorenteggio.com) OPERA, 28 APRILE 2020) – “Quando il Presidente del Consiglio parla alla Nazione, deve farlo con criterio, non per fare propaganda politica”. Il Sindaco di Opera, Antonino Nucera, scrive a Giuseppe Conte dopo l’ordinanza emessa lo scorso 26 aprile dal ‘Commissario Straordinario per l’emergenza epidemiologica da Covid-19’ nella quale dispone la vendita di mascherine chirurgiche ad un prezzo massimo di € 0,50 più IVA.
“Al di là delle boutades e delle disposizioni acchiappa consensi, bisogna fare i conti con la realtà. Obbligare le farmacie comunali a vendere mascherine sottocosto, significa semplicemente indorare la pillola rispetto ai nuovi costi che, inevitabilmente, ricadranno sulla collettività. Infatti, se Conte avesse il senso della realtà o avesse mai acquistato mascherine per comunità medio-piccole, saprebbe che i cosiddetti “beni strumentali utili a fronteggiare l’emergenza” sono costati a Comuni e Farmacie molto di più rispetto al prezzo imposto in ordinanza. Se realmente le ritengono un bene di prima necessità, acquistabile quindi ad un prezzo fuori mercato, invito il Governo ad assoggettare la vendita delle mascherine alle regole attuate per i monopoli di Stato, gestendola autonomamente e distribuendo i dispositivi di protezione individuale attraverso i loro canali”.
Fino ad ora, l’Amministrazione e la Farmacia comunale hanno acquistato 66.000 mascherine, di vario genere e con vari fattori di protezione, per un totale di 64.640 euro. “Basta fare i conti per capire che il costo medio unitario è ampiamente superiore al prezzo di vendita imposto dal Commissario. E la differenza? Graverà sui cittadini? Verremo segnalati o denunciati alla corte dei conti per danno erariale? Attendo risposte che mi chiariscano questi interrogativi”.

 

V. A.

ARTICOLI CORRELATI

1 commento

  1. Buongiorno Sindaco molto sinteticamente la farmacia di via resistenza le vende a 1.20€ prezzo sempre elevato perché quella comunale non può venderle allo stesso prezzo? Non può prenderle dallo stesso fornitore? Colpa della solita burocrazia? (in attesa di pagarle 0,50€)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,615FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -