23 C
Milano
giovedì, Agosto 18, 2022

Proverbio: Di Settembre e di Agosto bevi vino vecchio e lascia stare il mosto

CORONAVIRUS, AVVIATO CONFRONTO TRA LOMBARDIA E ISRAELE PER PROGETTI DI COOPERAZIONE E COLLABORAZIONI MEDICO-SCIENTIFICHE

Ultimo aggiornamento il 11 Giugno 2020 – 14:05

ALAN RIZZI: FULCRO DEL NOSTRO DIALOGO E’ INNOVAZIONE TECNOLOGICA

(mi-Lorenteggio.com) Milano, 11 giugno 2020 –  Un momento di confronto proficuo e
importante tra alcuni rappresentanti della sanita’ lombarda e le
equipe del Sheba Medical Center (SMC) di Tel Aviv e del Maccabee
Healthcare Service (HMO) e il Central National Technology Hub
israeliano, in collaborazione con l’Ambasciata d’Israele, per
metter a fattor comune le rispettive esperienze di cura sul
virus e avviare una collaborazione stabile con l’istituto
israeliano che per primo ha iniziato a monitorare pazienti
Covid-19 attraverso sperimentali sistemi di telemedicina
avanzata, basati su piattaforme per interagire coi pazienti in
totale sicurezza.

Si e’ svolto a Palazzo Lombardia e vi ha partecipato il
sottosegretario alla Presidenza per i Rapporti con le
Delegazioni internazionali, Alan Rizzi. Si e’ parlato anche di
sistemi di sorveglianza basati sull’intelligenza artificiale, di
strumenti di assistenza innovativi sui pazienti a distanza, di
rimodulazione di modelli di intervento e di organizzazione
attraverso l’integrazione di nuove tecnologie per diagnosi
rapide, nel corso dell’incontro.

“Uno scambio importante reso possibile grazie all’impegno
dell’Ambasciata d’Israele. I rapporti istituzionali, diplomatici
e economici tra Israele e Lombardia sono sempre stati di grande
collaborazione particolarmente circa il tema dell’innovazione
teconologica. Rientra in questo clima – ha sottolineato Rizzi –
l’interlocuzione avviata tra l’istituto Sheba e i nostri esperti
in materia di soverveglianza sanitaria sul territorio. Al
percorso avviato ieri, seguiranno presto altri momenti di
approfondimento”.

“Il popolo israeliano si e’ fortemente identificato con l’Italia
e la Lombardia ed e’ stato solidale con le loro sofferenze – ha
affermato l’ambasciatore israeliano Dror Eydar – allo stesso
tempo abbiamo lavorato per creare cooperazioni scientifiche
proficue. Ho pensato a cosa avrei potuto fare per i lombardi e
ho ritenuto che mettere a disposizione il know how dell’ospedale
Sheba, un’eccellenza a livello internazionale, potesse essere
utile”.

“Il nostro pensiero in questi mesi e’ andato costantemente alla
sanita’ lombarda cosi’ colpita dal virus a testimonianza del
rapporto profondo e stabile tra Lombardia e Israele – ha
aggiunto Arnon Afek, direttore generale di Sheba Medical Center
– Siamo solo all’inizio di una fattiva collaborazione”. (LNews)
(LNews)

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,617FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -