14.5 C
Milano
domenica, Maggio 29, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Coronavirus. Cesano Boscone: dal Comune un sostegno concreto alle associazioni culturali

Ultimo aggiornamento il 1 Agosto 2020 – 17:21

Contributi, riduzione dei canoni di affitto delle sedi, delle utenze e azzeramento della Cosap: in arrivo le misure per aiutare tutte le realtà associative cesanesi

Cesano Boscone (1 Agosto 2020) – Sono state approvate dall’Amministrazione comunale le linee guida
di intervento a supporto delle associazioni culturali che, a causa dell’Emergenza Covid-19, hanno dovuto
sospendere le attività da febbraio a giugno 2020. Per andare incontro alle difficoltà economiche dovute
alle chiusure forzate, la Giunta ha recentemente deliberato una serie di misure di sostegno che hanno
come obiettivo quello di favorire la ripartenza di realtà così importanti per Cesano. Queste azioni si
aggiungono a quelle già determinate nel mese di maggio a favore delle società sportive, per le quali il
Comune ha stanziato un fondo straordinario di 52mila euro interamente destinato al mondo dello sport.
“Abbiamo pensato ad un intervento straordinario interamente dedicato alle associazioni culturali –
dichiara l’assessora alla Politiche di valorizzazione dell’associazionismo Ilaria Ravasi – perché riconosciamo
l’importanza e la ricchezza delle loro attività alla vita aggregativa e culturale della nostra comunità. Il fatto
che, prudenzialmente, ancora non possa riprendere una programmazione che evochi un ritorno alla
normalità, non implica che venga meno la nostra attenzione e il nostro supporto nei loro confronti”.
Tra gli aiuti previsti: la riduzione almeno del 50%, dei canoni di affitto e delle utenze per il 2020 per le
associazioni che abbiano una sede nel polo culturale di Villa Marazzi, con la possibilità di arrivare fino al
100%, nell’ipotesi in cui a settembre le condizioni epidemiologiche non consentano la ripresa delle attività.
Aiuti previsti anche per le associazioni che hanno in gestione le sale comunali tramite convenzioni:
l’Amministrazione ha infatti deciso di erogare ugualmente, nella misura dell’80%, il contributo che era
previsto per le prestazioni in favore dell’Ente, a fronte però dell’impegno a rendere servizi, anche
alternativi rispetto a quelli concordati, nei mesi autunnali.
“Questo periodo è stato duro per tutti – conclude Ravasi – anche per coloro che, con il proprio entusiasmo,
creano occasioni aggregative dedicate a tutte le fasce di età e durante tutto l’anno”.
L’ultima misura deliberata è quella dell’azzeramento della Cosap. Tutte le associazioni culturali potranno
richiedere a titolo gratuito al Comune l’utilizzo di spazi esterni per le riunioni associative per tutto il
periodo dell’emergenza sanitaria.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,546FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -