6.6 C
Milano
domenica, Dicembre 4, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Opera. Ripresa scuola, tutti in classe: azzerata lista d’attesa al nido

 

(mi-lorenteggio.com) Opera, 4 settembre 2020 – È stata un’estate intensa quella che ha visto coinvolti i dirigenti scolastici, gli amministratori e i tecnici comunali. Insieme hanno studiato, progettato e lavorato per garantire agli studenti, al suono della campanella il prossimo 14 settembre, la possibilità di fare rientro in classe in assoluta sicurezza e di proseguire il percorso scolastico con i compagni di sempre. “La scuola e il diritto allo studio sono una nostra priorità – spiega il sindaco Antonino Nucera – grazie alla costante e proficua collaborazione con la dirigente scolastica Eleonora Coppola e il suo vice Anna Maria Muscheri siamo riusciti a garantire ai bambini degli ambienti scolastici fruibili e sicuri, in cui riprendere il normale svolgimento delle lezioni”. Attraverso interventi di manutenzione straordinaria che hanno visto svuotare classi, abbattere pareti, ristrutturare la scuola dell’infanzia Don Milani e utilizzare gli spazi già riqualificati dell’ex Asl, gli alunni e gli studenti operesi – circa 1400 – potranno tornare a scuola ed affrontare l’anno scolastico regolarmente. Seguendo quanto prescritto dai due enti nel protocollo sanitario e in quello pedagogico, le lezioni saranno effettuate in classe e in assoluta sicurezza. In questi mesi, nonostante l’incertezza derivante da prescrizioni governative incomplete e approssimative, i tecnici comunali in stretta collaborazione con il personale della scuola, hanno ripensato gli spazi e adeguato i plessi alle nuove esigenze anti-Covid. Alcune aule-laboratorio sono state trasformate in classi, così come i locali della refezione scolastica: bambini e ragazzi mangeranno nelle loro aule. Insomma, per la popolazione studentesca operese, il nuovo anno scolastico sarà all’insegna della normalità grazie alle linee guida dettate dalla dirigente scolastica. “Il nostro intento era quello di garantire l’unità del ‘gruppo classe’ – ha spiegato la dirigente scolastica Eleonora Coppola- Anziché dividere una classe abbiamo deciso di unire due aule o, piuttosto, spostarla in un altro plesso. Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia è stata presa in considerazione l’ampiezza delle aule in relazione al numero dei bambini componenti la classe, organizzando l’attività per gruppi stabili come indicato dalla normativa. Ogni gruppo utilizzerà propri materiali al fine di garantire la tracciabilità ”. Attivo già dal primo giorno il servizio di pre-scuola.
Inizierà il 7 settembre – insieme alla scuola dell’infanzia- l’asilo nido, il servizio comunale dedicato alle famiglie per sostenere la conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro. La lista d’attesa è stata azzerata; tutte le 63 richieste di iscrizioni al nido comunale “V. Mantegazzi” sono state accolte.
“È stata una decisione ponderata che, vista l’emergenza Covid, ha portato ad un’attenta valutazione della situazione attuale – ha commentato l’assessore all’istruzione Lea Corvino – siamo consapevoli del fatto che l’asilo nido rappresenti un servizio essenziale per le famiglie che hanno necessità di lasciare i propri piccoli in mani sicure e in un ambiente sereno per poi poter raggiungere in tranquillità il posto di lavoro”.

 

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,571FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -