7.3 C
Milano
mercoledì, Dicembre 7, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Basiglio. La scuola riapre in sicurezza

All’Istituto Comprensivo, l’amministrazione comunale ha effettuato interventi per consentire il distanziamento e lo svolgimento della didattica all’aperto. Nuove regole per l’accesso ai servizi scolastici. Investimenti per quasi 500mila euro

(mi-lorenteggio.com) Basiglio, 12 settembre 2020 – All’IC di Basiglio è tutto pronto per accogliere i quasi mille studenti che
lo frequentano. Durante il periodo estivo, grazie a un grande lavoro di raccordo fra l’amministrazione
comunale e la direzione didattica, sono stati effettuati interventi di organizzazione dei servizi e di
manutenzione degli spazi dell’Istituto Comprensivo.
“Gli uffici comunali e la scuola – evidenzia il sindaco Lidia Reale – hanno lavorato senza sosta per
consentire agli studenti di rientrare, dopo tanti mesi, nelle loro aule e ricominciare un percorso
formativo ed educativo in presenza che ha un’importanza straordinaria per la loro crescita. Le
insegnanti hanno fatto, durante l’emergenza, un lavoro straordinario, ma riavere i propri alunni in
classe è sicuramente diverso. Per questo abbiamo voluto – prosegue il primo cittadino – che anche le
famiglie sapessero che non abbiamo lesinato investimenti per migliorare la qualità degli ambienti,
adottando tutte le misure di sicurezza prescritte”.
L’obiettivo è stato quello di rispondere ai parametri indicati dalla normativa per garantire il
distanziamento fisico e tutelare, nello stesso tempo, la qualità dei processi di insegnamento e
apprendimento.
Per consentire lo svolgimento della didattica all’aperto e di attività sportive, ludiche, culturali e altro,
con una spesa di circa 100mila euro sono stati eseguiti i lavori di asfaltatura dei vialetti interni del
giardino della scuola primaria e di messa in sicurezza di tutti i giardini delle scuole.
Dopo avere verificato che la capienza delle aule consentisse l’unitarietà dei gruppi classe,
l’amministrazione sta completando l’acquisto di nuovi arredi e la realizzazione di lavori di edilizia
leggera per le scuole. L’intervento ha un costo di 70mila euro, finanziati dall’FSE – Programma
operativo nazionale. A ottobre, con un impegno di 90mila euro si rinnoveranno le recinzioni dei
giardini delle due scuole dell’infanzia e con una spesa di circa 200mila euro si provvederà a sostituire i
tetti e a riqualificare la scala di emergenza della scuola secondaria.
Inoltre, sono state predisposte regole per evitare assembramenti negli spazi comuni e garantire il
distanziamento interpersonale.
Gli alunni della scuola primaria potranno accedere alla mensa in due turni, mentre i bambini della
scuola dell’infanzia pranzeranno nelle aule. Gli ambienti saranno arieggiati e opportunamente
igienizzati.
Dal 14 settembre sarà operativo il servizio di trasporto scolastico Scuolabus per gli studenti della
scuola primaria e secondaria, che sul mezzo dovranno indossare la mascherina. Come indica la
normativa, è responsabilità dei genitori la rilevazione della febbre a casa e il divieto di far salire il
minore sull’autobus se ha la febbre o se è stato in contatto con persone positive al coronavirus nei
quattordici giorni precedenti. L’automezzo sarà igienizzato e sanificato ogni giorno e garantirà
un’areazione naturale.
“L’ufficio scuola del Comune – dichiara l’assessore all’istruzione Daniela Gironi – sta provvedendo a
impostare il servizio di pre e post scuola nel rispetto delle attuali norme di sicurezza contenute nel
dpcm del 7 settembre. Appena possibile, saranno date informazioni certe alle famiglie. Come di
consueto – conclude l’assessore Gironi – saranno garantiti il servizio di psicologia scolastica e
l’assistenza educativa”.

 

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,571FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -