4.2 C
Milano
lunedì, Febbraio 6, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

SOCIALISTI DI MILANO / SALA / VERDI EUROPEI

 

“Capiamo l’esigenza del sindaco di avere finalmente un’identità.  Che non è quella del socialismo democratico europeo”

(mi-lorenteggio.com) Milano, 12 marzo 2021.  Evidentemente, le dichiarazioni sui valori e sull’identità del socialismo democratico a cui far riferimento, fatte dal sindaco Sala all’indomani del saluto a Carlo Tognoli, erano frutto di cortesia e di un po’ di tattica elettorale e non una scelta genuina.

Oggi, come un fulmine a ciel sereno, apprendiamo che Sala diventa uomo di partito, attraverso la sua adesione ai Verdi Europei di Bruxelles, forza che in più paesi dell’Unione governa anche con il centrodestra, come in Austria e in più Land della Germania, e che quindi non è annoverata direttamente nel centrosinistra continentale. Scelta più che legittima, naturalmente.Non nascondiamo un sospiro di sollievo per questo “chiarimento identitario”, perché nell’agire politico di Sala, gli elementi socialisti sono stati difficili da rilevare, l’assistenza pubblica è stata demandata ai privati, così come le politiche dell’abitare, non c’è traccia di attuazione della “nostra” legge 167, per dare case popolari a chi non le ha, invece di moltiplicare grattacieli nel centro, pompando lo sviluppo immobiliare di alto bordo. Non si trova la strategia di uso delle aree pubbliche per dare servizi accessibili ai cittadini, invece di lasciare alla gestione privata tutte le aree, come nel caso degli ex scali ferroviari. Manca il rispetto dovuto ai cittadini dell’area metropolitana milanese, che vengono a lavorare e ad arricchire Milano, anche quando non hanno accesso ai mezzi pubblici, invece di porre ostacoli ai loro spostamenti con estemporanee riduzioni di capacità e degli stazionamenti. Del tutto assente, poi, la consapevolezza che Milano è una grande città, e non, a dire di Sala, di “dimensioni contenute”, che lavora e dialoga con tutti gli insediamenti circostanti insieme ai quali costruisce il benessere e ricchezza. Non può essere tollerato il suo assoluto disinteresse verso la Città Metropolita, di cui per legge è altrettanto sindaco, risulta molto coerente. Anche per queste ragioni la scelta di Sala rafforza ancora di più la nostra di dare a Milano un’alternativa di governo dalla vera e chiara identità socialista, democratica e riformatrice.

Non nascondiamo un sospiro di sollievo per questo “chiarimento identitario”, perché nell’agire politico di Sala, effettivamente, dei valori e delle idee del socialismo democratico se ne ha ben poca traccia. Ad esempio, non si ha traccia di attuazione della “nostra” legge 167, per dare case popolari a chi non le ha, invece di moltiplicare grattacieli nel centro, pompando lo sviluppo immobiliare di alto bordo. Non si trova la strategia di uso delle aree pubbliche per dare servizi accessibili ai cittadini, invece di lasciare alla gestione privata tutte le aree degli ex scali ferroviari. Manca il rispetto dovuto ai cittadini dell’area urbana milanese, che vengono a lavorare e ad arricchire Milano, anche quando non hanno accesso ai mezzi pubblici, invece di porre ostacoli ai loro spostamenti con estemporanee riduzioni di capacità e degli stazionamenti. Del tutto assente, poi, la consapevolezza che Milano è una grande città, e non, a dire di Sala, di “dimensioni contenute”, che lavora e dialoga con tutti gli insediamenti circostanti insieme ai quali costruisce il benessere e ricchezza. E in questo senso, il suo assoluto disinteresse verso la Città Metropolita, di cui per legge è altrettanto sindaco, risulta molto coerente.

Questa sua scelta rafforza ancora di più la nostra di dare a Milano un’alternativa di governo dalla vera e chiara identità socialista, democratica e riformatrice, a differenza del Pd che di Sala ha sottoscritto indistintamente ogni scelta.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img