26.8 C
Milano
martedì, Luglio 5, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Opera: Strappano i sigilli e attraversano un ponte ancora in costruzione

Ultimo aggiornamento il 22 Marzo 2021 – 16:59

Il Sindaco Nucera: “comportamento scellerato e pericoloso”

(mi-lorenteggio.com) Opera, 22 marzo 2021 – Un appello ai cittadini affinché rispettino i divieti posizionati a tutela della loro incolumità e, contemporaneamente, una lettera indirizzata al Prefetto per chiedere un suo solerte intervento nella messa in sicurezza degli attraversamenti della Val Tidone. Così, il sindaco di Opera, Antonino Nucera, questa mattina si è nuovamente attivato nel tentativo di porre fine ad una situazione che si trascina da anni e che, quotidianamente, minaccia la sicurezza delle migliaia di persone che percorrono la SP 412.
Questa volta, teatro delle imperizie di alcuni cittadini è stato il costruendo ponte ciclopedonale di Mirasole. “Alcune persone hanno manomesso l’accesso del cantiere per la realizzazione del ponte ciclopedonale e percorso il manufatto a scavalco dell’ex statale, ancora in fase di completamento. – racconta il sindaco Nucera – Fatico a comprendere le motivazioni alla base di atteggiamenti così scellerati e pericolosi, ma invito tutti ad assumere comportamenti più responsabili”.
Le comunicazioni circa la presenza di pedoni sul ponte sono giunte al comando della Polizia Locale nella giornata di domenica: immediato l’intervento degli agenti che, una volta giunti sul posto, però, non hanno trovato nessuno; solo la recinzione forzata.
“Solo qualche giorno fa – continua il sindaco – ci hanno segnalato bande di ragazzotti che, nonostante i divieti e le rimozioni parziali delle rampe della passerella ciclopedonale di Noverasco, utilizzavano quel che resta della struttura per le loro scorribande, mettendo a repentaglio la loro e l’altrui incolumità”. Non è stato confermato che si tratti delle stesse persone; l’unica certezza, al momento, è che in tutti i casi denunciati sono stati rinvenuti sigilli strappati e recinzione divelta. Non si tratta più di un caso isolato.
“Mi permetto di fare un appello a tutti e in modo particolare ai genitori: prestate attenzione al comportamento dei vostri figli, episodi simili sono pericolosi. – prosegue Nucera – Allo stesso tempo ho scritto al Prefetto chiedendo un suo intervento prima che le lungaggini burocratiche e il lassismo di Città Metropolitana siano all’origine di tragedie annunciate”.
E’ dall’agosto del 2018, quando a seguito di alcuni cedimenti strutturali l’attraversamento rialzato di Noverasco è stato dichiarato inagibile, che l’amministrazione sollecita la ricostruzione dell’importante infrastruttura. Da più di due anni, infatti, i residenti e gli studenti della frazione operese sono costretti a sfidare la sorte e attraversale l’ex statale, tra le più trafficate e pericolose del sud Milano, a raso “Dopo aver battuto i pugni sul tavolo, Città Metropolitana aveva redatto un crono programma con tempistiche ben precise: gara per l’affidamento dei lavori di realizzazione della passerella per il mese di dicembre dello scorso anno e avvio dei lavori nel febbraio 2021 – continua Nucera – ad oggi, però, non abbiamo saputo nulla e non abbiamo neanche avuto il piacere di vedere il progetto esecutivo dell’opera. Così, oggi, dopo numerosi solleciti, ho scritto al Prefetto chiedendo un suo intervento affinché questa situazione si risolva prima possibile. Se a causa dei ritardi dovesse succedere qualcosa, riterrò Città Metropolitana responsabile”.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,550FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -