4.2 C
Milano
lunedì, Febbraio 6, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Corsico. Il sindaco Stefano Ventura ha tracciato le linee guida del nuovo bilancio di previsione

(mi-lorenteggio.com) Corsico, 7 aprile 2021 – È pronto per il passaggio in Consiglio comunale – dove verrà discusso giovedì 8 aprile per essere approvato – il bilancio di previsione messo a punto dalla Giunta Ventura. Nuove assunzioni per garantire una qualità del lavoro migliore e fronteggiare la carenza dell’organico comunale, investimenti sulla sicurezza con nuovi agenti di polizia locale e il potenziamento della videosorveglianza e un piano straordinario di lavori pubblici, utilizzando tutte le risorse disponibili: sono le principali linee di indirizzo del documento unico di programmazione (DUP).
«Nel disegnare il bilancio di previsione – spiega il sindaco Stefano Ventura – ci siamo trovati di fronte a una serie di criticità connesse sia alla situazione ereditata sia allo scenario pandemico. In primis, una crescita delle spese per gli enormi costi di sanificazione delle scuole, della refezione scolastica e dei servizi di pre e post orario, che ammontano a circa 300mila euro, a fronte di una riduzione delle entrate. Inoltre, l’organizzazione comunale si è trovata in difficoltà con l’introduzione del lavoro agile, anche a causa di infrastrutture tecnologiche che negli anni non sono state mai adeguate; un problema sul quale si sta intervenendo e sul quale intendiamo investire ulteriormente. Abbiamo anche dovuto tenere conto della crisi economica che sta colpendo le famiglie e le imprese, per le quali abbiamo mantenuto invariato il livello della pressione fiscale dei tributi locali».
Con l’allentamento delle restrizioni imposte dalla pandemia, l’amministrazione comunale procederà con nuovi concorsi per l’assunzione del personale. Verranno infatti investiti 330mila euro (ossia tutta la capacità assunzionale disponibile) per un nuovo dirigente, tre persone in categoria D e sei in categoria C, per sostituire i dipendenti che andranno in pensione nei prossimi anni e per creare un contesto organizzativo che sia messo nelle condizioni di poter rispondere
puntualmente alle diverse esigenze della cittadinanza. «Tra il 2021 e il 2023 – commenta il sindaco – il nostro obiettivo è di inserire in organico almeno dieci persone all’anno».
Sul fronte della sicurezza, il bilancio prevede lo stanziamento di risorse per l’ammodernamento del sistema di videosorveglianza, attualmente inadeguato e insufficiente. L’investimento in infrastrutture tecnologiche consentirà inoltre l’acquisto di un nuovo centralino in cloud e di telefoni mobili, e l’implementazione di servizi di prenotazione online, che permetteranno ai dipendenti comunali di interloquire da casa, in smart working, con i cittadini.

Nonostante gli efficientamenti adottati, gli investimenti sui lavori pubblici sono ridotti, perché la spesa corrente è difficile da comprimere. Per la manutenzione delle strade e dell’arredo urbano, si procederà utilizzando tutto l’avanzo di amministrazione disponibile (dopo l’approvazione del consuntivo). «Sarà così possibile mettere in campo una serie di interventi di riqualificazione – spiega Stefano Ventura – di cui la città ha bisogno da tempo».
L’amministrazione inoltre intende investire sulla partecipazione a bandi regionali, nazionali ed europei che permetteranno di recuperare preziose risorse.
Sul fronte tributi, la Giunta ha deciso di non aumentare la pressione fiscale, lasciando l’addizionale comunale all’Irpef allo 0,6% (contro lo 0,8% previsto come massimo) e di efficientare i costi delle utenze attraverso lo spostamento degli uffici dal primo piano di via Monti in via Roma.
Nei prossimi anni, si proseguirà con l’accentramento di tutte le sedi comunali in una già esistente.
Nel momento in cui al Comune arriveranno le risorse del fondo anti crisi, questo sarà destinato alle categorie dei commercianti maggiormente colpite dalle chiusure imposte dal Covid.
Inoltre, si procederà a una modifica delle tariffe scolastiche. «Per anni – spiega il sindaco Ventura – siamo stati un Comune che ha imposto alle famiglie costi altissimi per i servizi, anche doppi o tripli rispetto a quelli dei paesi limitrofi. Oltra alla razionalizzazione della spesa, eliminando spese che riteniamo superflue, abbiamo deciso di eliminare la quota fissa per le scuole dell’infanzia, di abbassare il costo del pasto giornaliero e di rimodulare le fasce Isee»

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img