13.2 C
Milano
sabato, Ottobre 1, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Presentato e-pic land è il Piano Integrato della Cultura per un vasto territorio a nord di Milano

(mi-lorenteggio.com) Bollate, 10 ottobre 2021 – I PIC – Piani Integrati della Cultura – sono strumenti istituiti da Regione
Lombardia che, a partire dalla scorsa legislatura, ha promosso e sostenuto la realizzazione sul territorio di
progetti integrati di sviluppo culturale. E’ con la legge regionale 7 ottobre 2016, n. 25 “Politiche regionali
in materia culturale – Riordino normativo”, infatti, che sono stati introdotti i PIC, nell’intento di
promuovere la progettualità culturale strategica in forme integrate e multisettoriali che richiedono il
coordinamento tra soggetti pubblici e privati.
UN PROGETTO STRATEGICO E AMBIZIOSO
e-pic land è il Piano Integrato della Cultura per un vasto territorio a nord di Milano. Obiettivo e contenuti
sono tutti nel titolo: “Ri-Creare Cultura, Ri-Generare il Patrimonio. Ville di delizia, parchi, acque: strategie
integrate e azioni innovative tra Brianza e Città Metropolitana”.
Il progetto di promozione culturale integra strategie e interventi innovativi nell’intento di valorizzare il
territorio di riferimento e il suo patrimonio, con l’obiettivo di promuoverne la fruizione, ampliare la
partecipazione alla cultura, creare benessere e sviluppo, coinvolgere ambiente, artigianato, formazione,
istruzione, ricerca, turismo e welfare.
Proposto da Fondazione Augusto Rancilio (FAR) e operativo grazie a una rete di partner che include la
Provincia di Monza e Brianza, i Comuni di Bollate, Desio e Rho, il Parco delle Groane, il Consorzio ETVilloresi
e Stripes Cooperativa Sociale, e-pic land è un piano ambizioso. Regione Lombardia ha ritenuto di sostenerlo,
riconoscendone il valore e la corrispondenza dei contenuti rispetto agli obiettivi dei Piani Integrati della
Cultura, e inserendolo al secondo posto tra i 14 PIC selezionati.

e-pic land è anche un territorio, con un’area di 700 chilometri quadrati e una popolazione di circa 2 milioni
e 700mila abitanti. E’ uno scorcio di Lombardia che già gode di una propria identità unitaria e riconoscibile e
rappresenta, quindi, l’ambito perfetto per avviare quelle iniziative di promozione e sviluppo previste dal
progetto: interventi di restauro dei beni architettonici, riqualificazione e allestimento di nuovi spazi di
fruizione per le comunità, educazione al patrimonio, ideazione di attività promozionali e gestione di eventi
culturali. Un’unica strategia e un variegato piano di interventi per destinatari privilegiati: le comunità
residenti, con uno sguardo attento a famiglie, nuove generazioni e tessuto locale nel suo insieme. Ma, anche,
il pubblico dei viaggiatori turistici, sia di prossimità che internazionale.
Infine e-pic land è “una rete”, elemento fondante della strategia. Le reti culturali possono mettere a sistema
le esperienze migliori dei partner, superando visioni a breve raggio e promuovendo progettualità in grado di
incidere in modo determinante su territorio e comunità.
Concetto ancor più strategico per e-pic land che geograficamente si estende tra il nord della Città
Metropolitana di Milano e la Provincia di Monza e Brianza, fino ai grandi laghi prealpini.
I LUOGHI, TRA VILLE DI DELIZIA, VIE D’ACQUA E PARCHI
e-pic land ospita Giardini storici, impreziositi da statue, giochi d’acqua e architetture vegetali, spesso
custoditi all’interno di Ville di Delizia e Dimore Gentilizie. Sono palazzi monumentali, ricchi di arte e di
bellezza, che conservano ancora le tracce di una civiltà che, per più di tre secoli, ha caratterizzato il paesaggio
e la vita sociale.
Qui si scopre anche il grande Parco delle Groane e della Brughiera Briantea con i querceti, le pinete e le
brughiere (groane, appunto) protette, una grande ricchezza faunistica e arborea e siti di archeologia
industriale.
Ricca, infine, la trama delle numerose Vie d’Acqua, in questo territorio bagnato dal Seveso a est e dall’Olona
a ovest e attraversato, tra gli altri, dal Lambro e dal canale Villoresi.
Ciascun luogo è portatore di storia e di storie, spesso dimenticate, non sempre o non solo di piacere, da
riscoprire, o riscoperte da poco, aperte a nuove interpretazioni e a nuove forme di relazione.
LA RETE, LE SPECIFICITA’ DEI PARTNER
Per conseguire l’ambizioso obiettivo concorrono alla sua realizzazione la rete di otto partner pubblici e
privati, insieme a un ampio gruppo di sostenitori. Capofila è Fondazione Augusto Rancilio con la sua sede, la
monumentale Villa Arconati-FAR, con i suoi giardini all’italiana e il parterre alla francese, nel borgo di
Castellazzo di Bollate. Per la sua posizione strategica a pochi km dal centro di Milano, è il sito di accesso al
territorio e al sistema delle Ville.
Seguono il Comune di Bollate, con una lunga esperienza di progettazione e partecipazione culturale; il
Comune di Desio con Villa Tittoni Traversi, pregevole opera neoclassica dell’architetto Piermarini, e il suo
Parco; il Comune di Rho con Villa Burba, dimora nobiliare secentesca, oggi centro civico e punto di riferimento
per i giovani; il Parco delle Groane, con una fitta rete di percorsi ambientali e il Consorzio ETVilloresi, con il
Canale Villoresi e le Vie d’Acqua che ne derivano; Stripes Cooperativa Sociale con un significativo know-how
grazie alle esperienze di laboratori per bambini e ragazzi; infine, la Provincia di Monza e Brianza, ricca di
gioielli architettonici spesso aperti al pubblico, con progetti che culminano con Ville Aperte, la manifestazione
di valorizzazione delle Ville Gentilizie.
Realtà differenti che sono approdate a e-pic land con un obiettivo condiviso, unite dalla capacità di
collaborare e dal desiderio di sviluppare “nuovi sguardi” sul territorio. Occhi nuovi, quindi, visionari, in grado
di suscitare curiosità e desiderio.
I PROGETTI, LE STRATEGIE
Forte di tutte queste potenzialità, il progetto rappresenta una nuova forma di azione culturale finalizzata
allo sviluppo a 360 gradi del suo territorio e unisce i diversi luoghi attraverso un filo narrativo comune, per
riscoprire nuovamente la ricchezza ambientale e storica di un territorio complesso e fortemente segnato
dalle trasformazioni degli ultimi decenni, con la certezza che proprio nella diversità risieda la sua particolarità.
La strategia operativa si avvale di una rete stabile di operatori che condividono obiettivi e idee, con una
fattualità mirata alla realizzazione del piano operativo:

  • interventi di valorizzazione degli spazi nelle tre Ville di Delizia (restauri dell’ex-legnaia e allestimento degli
    spazi in Villa Arconati-FAR; restauri e allestimento spazi in Villa Tittoni; riqualificazione e nuovi allestimenti in
    Villa Burba);
  • attività di edutainment e formazione, con laboratori per i più piccoli in collaborazione con scuole e
    associazioni, contest per giovani creativi e mostre itineranti, per creare connessioni di fruizione e produzione;
  • individuazione di temi e contenuti per l’organizzazione di eventi;
  • definizione delle caratteristiche identitarie delle aree (mappatura dei collegamenti tra Ville, Parchi e Acque,
    visite guidate, rete di percorsi ciclopedonali);
  • comunicazione, marketing, analisi dei pubblici, fund raising (portale web, campagne social, filo diretto con
    stakeholders, media).
    SITO – www.e-picland.it / FB – @epicland.pic / IG – @e_pic_land

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,574FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -