30.6 C
Milano
martedì, Maggio 17, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Tempra in gas: il nuovo processo termico ricco di vantaggi

Ultimo aggiornamento il 31 Marzo 2022 – 17:07

Milano, 29 marzo 2022 – Il procedimento di tempra si può eseguire con fluidi tradizionali quali olio, polimeri, sali fusi o semplicemente acqua. Tuttavia, oggi questo sistema può non esser più in grado di soddisfare le esigenze e le richieste del mercato. I risultati possono, infatti, esser deludenti se si usano dei sistemi tradizionali per questo processo. Le ragioni sono molteplici come la necessità di rimuovere tutti i residui dei componenti utilizzati se si vuole garantire la stabilità dimensionale. Inoltre, la tempra tradizionale necessita di lunghi tempi di raffreddamento, fasi che vanno gestite attentamente perché, se troppo veloci, possono mutare le caratteristiche del prodotto fino a deformarlo. La soluzione a tutti questi problemi è un particolare processo termico noto con il nome di tempra in gas.

Che cos’è la tempra in gas

La tempra in gas è un trattamento termico con alte caratteristiche di sicurezza, riproducibilità e pulizia per aumentare la velocità di raffreddamento. Il procedimento utilizza gas quali l’azoto oppure l’elio ad alta pressione. Spesso è un’operazione combinata con altri trattamenti termici come la cementazione a bassa pressione. Non è necessario, come capita con la tempra ad olio, di alcun effluente. Il raffreddamento delle parti in metallo è omogeneo, limitando al massimo la deformazione.

Come già accennato prima, il procedimento di tempra in gas sostituisce e manda in pensione sistemi usati in passato quali la tempra in olio, polimeri, sali fusi oppure acqua. Per quest’ultima vale spendere qualche parola, in più; la tempra in gas diventa quindi anche sostenibile perché previene lo spreco di grandi quantità di acqua che poi, oltretutto, risulta anche inquinata. È un aspetto fondamentale oggi quando ogni azienda è chiamata a ricercare soluzioni più sostenibili.

I vantaggi che assicura

Sono davvero moltissimi i vantaggi nel preferire la tempra in gas, iniziando dal fatto che i pezzi sottoposti si possono raffreddare rapidamente. In seguito al trattamento di tempra a gas, i prodotti possono esser raffreddati in tempi brevi, senza perdite di tempo, ottimizzando le tempistiche dell’output. È un fattore che si ripercuote positivamente su tutta la catena produttiva o, in caso di prodotto finito, sulla distribuzione.

Chi sceglie oggi la tempra a gas può per sempre dire addio alle vasche per la tempra a olio nonché tutti i rischi connessi. Eliminare le grandi e ingombranti vasche di olio è un aspetto molto positivo anche per quanto riguarda la gestione dello spazio nelle industrie. Le superfici così trattate sono pronte e non hanno bisogno di essere lavate, risparmiando un sacco di acqua o altri prodotti.

Il procedimento di tempra sotto zero

La tempra in gas può essere fatta anche sotto zero, arrivando a toccare temperature negative a -150 °C. Sono necessarie certe temperature per poter avviare una profonda trasformazione della materia. Infatti, il nucleo della molecola di acciaio a bassa lega si stabilizza solo se le temperature sono così basse. Se le parti sono sottoposte in seguito a grandi sollecitazioni, la stabilità dimensionale necessaria si ottiene solo con tale procedimento.

L. M.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -