15.6 C
Milano
sabato, Ottobre 1, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Basiglio (MI) – PGT: rinnovate le prospettive di sviluppo

Presentate ieri sera al “Mulino di Vione” le linee di indirizzo del nuovo Piano di governo del territorio. È l’avvio di un percorso di partecipazione attiva della cittadinanza. Verranno ora istituiti dei tavoli di lavoro sui diversi temi che il documento urbanistico affronterà. Non sono previste nuove aree urbanizzate. Si intendono superare alcune criticità ereditate dal passato

(mi-lorenteggio.com) Basiglio, 24 marzo 2022 – «Inizia da oggi il percorso di partecipazione attiva dei basigliesi che saranno chiamati a dire la loro, a dare suggerimenti, a esprimere il loro punto di vista, ad accompagnare gli urbanisti in un percorso di costruzione del futuro di Basiglio»: il sindaco Lidia Reale ha indicato, nel suo intervento di apertura ieri sera al Polo culturale “Il Mulino di Vione”, quali saranno le prossime tappe per il nuovo Piano di governo del territorio. Cioè dello strumento urbanistico principale che definirà il futuro assetto territoriale di Basiglio.

«Un futuro – ha proseguito il primo cittadino – condizionato da scelte del passato relative ai nuovi insediamenti urbanistici, alle quali sono succedute leggi regionali che hanno impedito al Comune di Basiglio la possibilità di ridiscuterle e adeguarle alle reali esigenze del territorio. A dieci anni da quelle scelte – ha detto Lidia Reale – possiamo oggi avviare un complessivo percorso di rinnovamento dello strumento urbanistico. Riuscendo, riteniamo, ad affrontare seriamente e a individuare delle possibili soluzioni a problemi che il PGT del 2012 non aveva nemmeno considerato».

È stato l’assessore all’urbanistica Alvise Rebuffi a indicare le linee di indirizzo dalle quali partire per avviare i tavoli di lavoro con la cittadinanza. «Si articolano – ha detto – in quattro punti fondamentali: adattare e potenziare l’offerta di servizi, in quanto il vecchio piano dei servizi previsto dal PGT attualmente vigente non è in alcun modo conforme ai desideri e ai bisogni della cittadinanza; uscire dall’isolamento e migliorare le connessioni; tutelare e valorizzare il patrimonio naturale; integrare lavoro, servizi e abitabilità. È intenzione dell’amministrazione comunale – ha proseguito l’assessore Rebuffi – non prevedere nuove aree urbanizzate, ma ottimizzare quelle già esistenti, favorendo il riuso urbanistico e la riqualificazione del territorio urbanizzato».

Con la variante al PGT verranno modificati il Documento di Piano, che contiene gli elementi
conoscitivi del territorio, compresi quelli geologico, ambientale, urbanistico, viabilistico,
infrastrutturale, economico, sociale e culturale e definisce il quadro generale della programmazione urbanistica, tenendo conto dei diritti già acquisiti dai privati in forza del PGT previgente; il Piano dei Servizi, che definisce le strutture pubbliche o di pubblico interesse di cui il Comune necessita e infine il Piano delle Regole, che definisce le modalità degli interventi urbanistici, sugli edifici esistenti e su quelli realizzandi in forza del previgente PGT, e disciplina la destinazione delle aree del territorio comunale, individuando le aree destinate all’agricoltura, le aree di interesse paesaggistico, storico o ambientale.

La serata è proseguita con l’illustrazione, da parte di un architetto del PIM, delle linee di indirizzo.

Il video della presentazione e tutta la documentazione saranno messe a disposizione della
cittadinanza sul sito istituzionale. Dove si troverà anche il link a un questionario compilabile.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,574FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -