30.6 C
Milano
martedì, Maggio 17, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Giussano. «Buono Bolletta», dal Comune 70mila euro per 237 famiglie in difficoltà

Ultimo aggiornamento il 9 Aprile 2022 – 12:40

Già erogati i fondi della misura attivata per far fronte all’aumento dei costi energetici

(mi-lorenteggio.com) Giussano, 9 aprile 2022. Un contributo fra i 200 e i 400 euro già erogato a 237 famiglie in difficoltà per far fronte al caro energia e per contribuire al pagamento delle bollette. Aperto a metà febbraio il “buono bolletta” è stato interamente destinato alle famiglie residenti nel Comune di Giussano: delle 265 richieste pervenute, 28 sono risultate prive di requisiti e le rimanenti 237 sono state tutte accolte e finanziate.

Complessivamente il Comune ha erogato 70mila euro, di cui 4.700 derivanti dal Fondo di solidarietà 2021 per iniziative sociali messo a disposizione da Gelsia Srl. La misura è co-finanziata con i fondi statali assegnati ai Comuni per l’emergenza COVID, con il Fondo Nazionale Politiche Sociali e con il Fondo di Solidarietà Comunale.

L’Amministrazione comunale di Giussano ha così provveduto a sostenere le famiglie in difficoltà che, alla luce dell’aumento dei costi energetici e della difficile situazione economica determinatasi per l’emergenza COVID-19, si sono trovate (e si trovano tuttora) in difficoltà nel pagamento delle bollette per utenze domestiche.

Si tratta della terza misura che, dall’inizio della pandemia, va nella direzione di sostenere i nuclei familiari in condizioni di fragilità: fra il 2020 e il 2021, attraverso i Buoni spesa, sono stati erogati 276mila euro a fronte di 900 richieste totali pervenute, mentre attraverso il contributo affitti sono state accolte 152 domande per un ammontare complessivo di 200mila euro.

Questi contributi rappresentano un aiuto concreto alle famiglie con ISEE bassi e ai nuclei in effettiva difficoltà – affermano il Sindaco Marco Citterio e Adriano Corigliano, Vicesindaco con delega alle Politiche socialila Giunta Comunale ha compiuto la scelta lungimirante di utilizzare la somma avanzata dai “buoni spesa” per adottare una nuova formula che andasse incontro alle famiglie alle prese con i rincari sulle bollette. Così, grazie all’accantonamento dei fondi, oggi l’Amministrazione Comunale dà il proprio sostegno a quei nuclei che più lo necessitano, mostrandosi costantemente al fianco di chi vive le difficoltà socio-economiche del momento”.

Per accedere alla misura era necessario essere in possesso di un ISEE pari o inferiore a 9mila euro. Per le famiglie con ISEE fino a 3mila euro è stato erogato un buono di 400 euro, per nuclei con ISEE fra 3 e 6mila euro un buono da 300 euro, per nuclei con ISEE fra 6 e 9mila euro un sostegno di 200 euro. Il contributo è una tantum e unicamente destinato a spese per costi energetici.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -