25 Aprile. Milano torna in piazza: 70mila in corteo e comizio in piazza Duomo – FOTO

0
457
25 aprile, Festa della Liberazione, il comizio in piazza Duomo

(mi-lorenteggio.com) Milano, 25 aprile 2022 – Dopo la pandemia, ritorna in presenza il corteo del 25 Aprile a Milano, Milano Medaglia d’Oro della Resisenza. Ma, dopo due anni e soprattutto negli ultimi tre mesi, lo scenario geo-politico, economico ed europeo è cambiato. La collaborazione tra Stati deve essere prioritaria, rispetto alla competizione tra Stati, che genera conflitto e divisione, come ha sottolineato il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, dal palco di Piazza Duomo. Questa la strada da seguire: la collaborazione.

Così, in questo momento politico, un lungo corteo ha attraversato il centro storico cittadino, da Porta Venezia a Piazza Duomo, con due momenti di contestazione: uno al segretario del Pd Letta, contestato con lo slogan “Servo della Nato”, e l’altro alla Brigata Ebraica.

“Ci aspettavamo cinquantamila persone, ce n’erano 70 mila” ha dichiarato il Presidente dell’Anpi milanese Roberto Cenati. Infatti, tanti con bandiere, striscioni oltre ai gonfaloni delle tante amministrazioni comunali che hanno partecipato, come ogni anno.

Sul palco tra gli altri anche due donne ucraine, Tetyana Bandelyuk, e Iryna Yarmolenko, profuga e consigliere comunale di Bucha, la quale nel suo intervento ha detto, di “Essere una partigiana…La mia città e Irpin sono state distrutte per il 76% e chiediamo aiuto. Sto facendo una guerra di informazione. Tutti siamo per la pace . Stare con me per l’Ucraina e con l’Ucraina”.

“In tantissimi siamo scesi in piazza oggi per tenere alti i valori della Resistenza. Un 25 Aprile nella sua forma tradizionale che mancava profondamente a tutta la città. È stato un piacere e un onore sfilare con il nostro segretario nazionale Enrico Letta e il popolo ucraino. Siamo dalla parte delle resistenze di ieri e di oggi senza se e senza ma. Le parole pronunciate dal palco in piazza Duomo dalla consigliera comunale di Bucha Irina Yarmolenko sono state commoventi e profonde. Saremo sempre pronti a contrastare tutti i rigurgiti nazifascisti, le prevaricazioni e le violenze”. Così la segretaria metropolitana del PD milanese Silvia Roggiani.

Vittorio Aggio

Il palco in piazza Duomo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui