20.2 C
Milano
mercoledì, Ottobre 5, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

La Nazionale ucraina di canoa protagonista all’Idroscalo

(mi-lorenteggio.com) Milano, 28 aprile 2022 – L’accoglienza passa anche dallo sport. E così la Città metropolitana di Milano apre le porte dell’Idroscalo ai canoisti ucraini per una sfida a tutta velocità nel bacino del “mare di Milano”, dall’importante risvolto sociale.

Per la prima volta dall’inizio del conflitto tra Russia e Ucraina, infatti, i canoisti ucraini torneranno ufficialmente in gara nell’ICF International Race di canoa velocità, in programma dal 29 aprile al 1° maggio proprio all’Idroscalo milanese. Un’occasione di sport, ma anche di accoglienza in una fase storica e sociale complessa che vede una consistente del popolo ucraino in fuga dalla guerra e un’importante risposta d’accoglienza che vede alla regia le istituzioni (tra cui, appunto, la Città metropolitana di Milano) e in prima linea numerose associazioni e realtà del mondo del volontariato.

Fin dai primi giorni dell’invasione da parte della Russia in Ucraini, il Presidente della FICK (Federazione Italiana Canoa Kayak), Luciano Buonfiglio si è immediatamente messo in contatto con il numero uno della Federazione ucraina Igor Slivinskiy, offrendosi di ospitare la Nazionale ucraina in Italia, creando una sorta di ponte solidale all’insegna dello sport e della collaborazione.

Con l’inasprimento del conflitto, il mondo della canoa ha deciso di mobilitarsi in maniera unitaria e coordinata attraverso un programma umanitario guidato l’ICF (International Canoe Federation), che ha messo a disposizione del team ucraino un luogo sicuro dove rifugiarsi, e al contempo continuare gli allenamenti, in Bulgaria e in Ungheria.

Ora tocca all’Italia tendere la mano dell’accoglienza per un importante appuntamento sportivo che vedrà sbarcare all’Idroscalo una delegazione ucraina composta da circa trenta persone, tra atlete e atleti della Nazionale senior e staff tecnico. Federcanoa si occuperà dell’organizzazione dell’intera permanenza, fornendo ovviamente anche le barche per consentire agli ospiti di disputare la gara. Grazie alla collaborazione tra le due Federazioni gli atleti ucraini potranno tornare tra le corsie di un campo di gara e condividere la loro passione con gli azzurri della Nazionale italiana di canoa.

“La Città metropolitana di Milana si è fin da subito coordinata con la Prefettura e tutte le istituzioni per coordinare l’accoglienza, supportando i cittadini ucraini già residenti nel territorio e i nuovi arrivati a seguito del drammatico conflitto che ha travolto il loro Paese – spiega la vicesindaca metropolitana, Michela Palestra – L’obiettivo è fornire le informazioni corrette, supportando l’inserimento dei nuovi arrivati nel contesto dell’area metropolitana e assicurando un primo supporto umanitario. E’ un piacere, quindi, poter ospitare proprio all’Idroscalo un momento che coniuga l’accoglienza con lo sport e lo svago, e che va nell’ottica della collaborazione tra le istituzioni e il mondo dell’associazionismo. Diamo così il benvenuto agli atleti della Nazionale ucraina, con l’auspicio che possano presto tornare ad allenarsi nel loro Paese, in pace”.

“L’Idroscalo è un punto di riferimento per lo sport e lo svago dei residenti della Città metropolitana di Milano, ma soprattutto è un luogo che vuole essere il più possibile inclusivo e accogliente – spiega il consigliere delegato Roberto Maviglia – In una stagione che punta a lasciarsi finalmente alle spalle le restrizioni della pandemia, è importante poter arricchire il nostro calendario con appuntamenti che abbiano anche una valenza sociale importante e che siano d’esempio, naturalmente sfruttando i filoni che ci sono propri: lo svago, lo sport e la natura. Ringraziamo la FICK e i partner internazionali che hanno reso possibile questa iniziativa e diamo il nostro benvenuto alla Nazionale ucraina al mare di Milano”.

C’è fermento all’idroscalo sia per l’arrivo della stagione primaverile-estiva, che si prospetta ricca di iniziative, sia per questo importante appuntamento che andrà in scena dal 29 aprile al 1° Maggio: “E’ con piacere ed orgoglio che ospitiamo questa lodevole iniziativa, che ha una valenza sportiva, trattandosi di una gara internazionale importante, ma anche solidale e culturale – spiega la direttrice dell’Idroscalo, Maria Cristina Pinoschi – Ci auguriamo che questo evento consolidi la vocazione poliedrica e inclusiva del nostro Parco e vada a rafforzare la grande azione di accoglienza che tutta la Città metropolitana di Milano sta portando avanti con convinzione per fronteggiare l’emergenza umanitaria scatenata dalla guerra. Lo sport, anche nella sua declinazione agonistica, è uno strumento di pace e amicizia tra i popoli”.

“Ci auguriamo che grazie all’invito della Federazione italiana gli atleti ucraini possano sentire il nostro affetto ma anche che la vita deve continuare e che anche attraverso lo sport si può pretendere e perseguire la pace”, ha commentato il presidente della FICK Luciano Buonfiglio.

Sabato pomeriggio, alle 16.30, il Parco dell’Idroscalo ospiterà un momento di saluti istituzionali con i referenti della Federazione, dell’istituzione Idroscalo e della Città metropolitana di Milano, durante il quale i giornalisti potranno intervistare i protagonisti. La Federazione è a disposizione per organizzare altre visite stampa in occasione delle gare, che prendono il via venerdì 29 aprile.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,569FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -