25.9 C
Milano
domenica, Maggio 22, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

RC Auto: come funziona e quali sono i massimali

Ultimo aggiornamento il 28 Aprile 2022 – 12:08

Milano, 28 aprile 2022 – La polizza RC Auto è una copertura obbligatoria per legge che deve essere sottoscritta per ogni mezzo circolante a motore. Possono esserci differenti modalità nel tipo di polizza da sottoscrivere, nel pagamento, nelle garanzie accessorie da selezionare, ma l’attivazione, nel caso summenzionato, è ineludibile.

Allo stato attuale è ancora possibile mantenere un mezzo non assicurato in area privata, ma questa eventualità verrà presto modificata per via del recepimento della nuova normativa europea che renderà obbligatoria la copertura assicurativa anche per i veicoli fermi in garage, depositi o cortili condominiali. Soltanto la deregistrazione del mezzo dal P.R.A. consentirà di non assicurare il proprio veicolo.

Il vincolo dell’RC Auto ha, a suo tempo, sanato un problema di non poco conto, ossia l’eventualità di causare un sinistro senza avere poi la capacità di sopperire economicamente ai danni causati a cose e persone.

La tipologia di danni coperti dall’ RC Auto è definita per legge e può essere così riassunta:

  • Danni alle cose, comprese auto in sosta o oggetti di pubblica utilità (segnaletica ecc.).
  • Eventuali danni alla persona (conducenti non responsabili di sinistri, passeggeri e pedoni).

La copertura del conducente responsabile è invece demandata alla possibilità di attivare delle garanzie accessorie.

Anche i massimali sono stabiliti per legge, e determinano l’importo massimo erogabile dalla compagnia assicurativa. Nel caso di danni alle cose, il massimale minimo per sinistro è di € 1.220.000, mentre quello per i danni alle persone è molto più alto, € 6.070.000.

Come previsto dal Codice delle Assicurazioni, ogni cinque anni dalla data dell’11 giugno 2012 i massimali minimi di legge vengono modificati in ragione della variazione percentuale dell’indice europeo dei prezzi al consumo (IPCE) relativo agli indici dei prezzi al consumo armonizzati. Di conseguenza, l’11 giugno 2022 entreranno in vigore i nuovi massimali minimi: € 1.300.000 €, per sinistro, per i danni alle cose, ed € 6.450.000, per sinistro, per i danni alle persone.

Quando si stipula o si rinnova un contratto RC Auto è bene valutare la possibilità di attivare delle clausole accessorie a protezione del conducente e del mezzo nel caso di sinistro con colpa. ConTe.it specializzata nella distribuzione di polizze RC Auto online propone garanzie accessorie trasparenti e convenienti tra cui Infortuni del conducente, la Kasko e la mini-Kasko. La prima copre il conducente responsabile del sinistro, mentre le ultime 2 coprono i danni materiali subìti dal veicolo in caso di sinistro.

In relazione all’RC Auto la legge ha sancito anche la durata del contratto assicurativo e le modalità di rinnovo. Dal 2012 il tacito rinnovo non esiste più. L’assicurato non deve dare alcuna disdetta alla compagnia assicurativa ma gli sarà sufficiente attivare una nuova polizza con una differente compagnia, nel caso in cui voglia cambiare. La durata del contratto, salvo alcune eccezioni, è sempre di un anno, ma l’utente può decidere di frazionare il pagamento del premio assicurativo anche se questo potrebbe comportare un leggero aggravio della costo complessivo della polizza.

Il conducente di una vettura priva di assicurazione, infine, può andare incontro a sanzioni molto severe di tipo pecuniario, ma è previsto anche il sequestro del mezzo.

L. M.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -