28.4 C
Milano
domenica, Maggio 22, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

I diversi modi di dire legati all’Asso Piglia Tutto

Ultimo aggiornamento il 3 Maggio 2022 – 16:39

Milano, 3 maggio 2022 – A scopa sappiamo giocarci tutti, ma conoscete l’asso piglia tutto?

Si tratta della sua variante più famosa, giocata durante i giorni di pioggia, o le feste da passare in famiglia lungo interminabili e chiassose tavolate.

Esistono diversi modi di dire legati all’Asso piglia tutto, ma prima presentiamolo.

Si gioca con un mazzo da 40 carte napoletane, è possibile però anche giocare con le carte francesi, da cui devono però essere rimosse le carte 8,9,10 sostituiti da Jack, Q, K. In questo caso i cuori stanno per il seme delle coppe, i quadri per i denari, i fiori sono bastoni e le picche sono le spade. Si gioca uno contro uno, generalmente, oppure con 2 squadre composte ognuna da due giocatori. Da dove proviene il gioco? Pare sia nato nell’Italia del nord, per poi diffondersi nel profondo sud. Le carte vengono mischiate, come al solito, per essere tagliate dal mazziere, che procederà a distribuirle in senso antiorario. Se si gioca in due si prendono 3 carte a testa e se ne lasciano poi 4 sul tavolo, chiaramente scoperte. Se invece le squadre si compongono di due giocatori le carte da prendere saranno 10 per ogni giocatore.

  • Sostanziali differenze con la scopa classica non ve ne sono, l’asso però ricopre un ruolo essenziale, vale cioè molto di più. Una volta ‘’buttato’’, si possono prendere tutte le carte presenti sul banco. Se l’asso viene poi gettato senza la presenza di altre carte in tavolo, spetta a chi lo ha giocato. Parliamo adesso di punteggi e vittoria della scopa d’assi, sostanzialmente si è soliti rifarsi alla scopa per quanto riguarda l’organizzazione dei punti.
  • Un punto per chi ha raccolto più carte, almeno 20.
  • Un punto per chi ha raccolto più denari, almeno 5.
  • Un punto per il sette bello.
  • Un punto per chi ha fatto primiera.
  • Un punto per chi ha realizzato una scopa.
  • Tre punti per aver preso asso, 2 e 3 di denari, e qui sta la vera novità rispetto alla scopa.

È un gioco che si sposa con le giornate festive, tra un bicchierino di prosecco e frutta secca, a chiusura di un opulento pranzo. Per gli appassionati, esiste un film del 1952 sul gioco: ‘’Asso piglia tutto’’, diretto da Ronald Neame, rientrante nel genere commedia.

Concludiamo con i detti e proverbi sull’asso, che sono molteplici. In Francia, ad esempio, si usa dire: Plein aux As per indicare una persona ricca, dalla Francia voliamo in toscana dove si dice spesso ‘gli assi ‘un so da calassi’ per dire che è assai pericoloso privarsi di un asso, essendo la carta più importante. Infine “avere un asso nella manica”, che allude a risorse nascoste; oppure essere un asso, che vuol dire primeggiare.

L. M.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -