15.6 C
Milano
sabato, Ottobre 1, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Rho. 90° anniversario del titolo di Città!

Nel 1928 erano stati accorpati a Rho i Comuni di Mazzo, Terrazzano e Lucernate, oltre a Passirana, già frazione di Lainate . Da allora Rho si è fregiata del titolo di Città e ha potuto inserire nel suo stemma la corona con 5 torri.

(mi-lorenteggio.com) Rho, 4 maggio 2022. 90 anni e non sentirli! Questi sono gli anni da quando con Regio Decreto il 31 marzo 1932, al Comune di Rho è stato concesso il titolo di Città. Nel 1928 un Decreto del Re stabilì che i Comuni di Mazzo, Terrazzano e Lucernate, oltre a Passirana, già frazione di Lainate, venissero accorpati al Comune di Rho, costituendo così le premesse per la nomina di Città. Il titolo di Città può essere infatti concesso ai comuni insigni per memorie, monumenti storici e per l’importanza che rivestono nel loro territorio.   “Un momento storico per la nostra città che abbiamo voluto ricordare dedicando 2 cartoline in distribuzione in questi giorni. Sul retro delle cartoline si possono leggere pillole di storia locale riferite al riconoscimento del titolo di Città, l’origine del nome Rho e la descrizione del nostro stemma” afferma l’Assessore alla comunicazione Maria Rita Vergani   Il titolo di Città è stato registrato alla Corte dei Conti e trascritto nel registro della Consulta Araldica e dell’Archivio di Stato a Roma.L’origine del nome Rho
Risale all’anno 846 il più antico documento giunto fino a noi, in cui compare la dicitura “vico Raudo”. Vico: gruppo di case in aperta campagna; e Raudo: derivante, probabilmente, dalla forma latina Rhaudum, di incerto significato, forse con riferimento ad un rozzo castello ivi esistente. Dopo il XVI secolo, abbandonando la forma latina per quella volgare, si alternano le forme Rhodo, Rode, Ro, Rò, Rho; dal 1932 si scelse la forma con l’h divenuta ufficiale, anche per distinguerla dal nome di un altro comune italiano omonimo in provincia di Ferrara. Lo stemma
Lo stemma, che racchiude la storia della città, è la ruota dentata con 5 raggi: già nel medioevo simbolo della famiglia capitaneale dei de Raude, vassalli dei Duchi di Sassonia e di Baviera. I cinque raggi simboleggiano i cinque imperatori di quella dinastia: Enrico I, Ottone I, II, III ed Enrico II. Anche foneticamente, il vocabolo rota/ruota evoca il toponimo Rho. Nello stemma troneggia la corona turrita utilizzata dai Comuni insigniti del titolo di Città. Dal punto di vista araldico, lo stemma del Comune di Rho è da considerare, certamente, come uno stemma di carattere “parlante”, nel senso che il nome della figura principale dello stemma – ossia la ruota (in dialetto “roeda”) – si identifica, immediatamente, con il nome del luogo.  Le cartoline sono distribuite tramite i dispenser nei luoghi seguenti:

Tourist Infopoint – Piazza San Vittore 19
Palazzo Comunale – Piazza Visconti 24
Auditorium Padre Reina – via Meda 20
QUIC Sportello del Cittadino – via De Amicis 1
Villa Burba Biblioteca Adulti e Ragazzi– Corso Europa 291
Biblioteca Centro Civico Lucernate – via Giulio Cesare 36
Molinello – via Trecate 52
Molinello Play Village – Via Tommaso Grossi angolo Via Friuli

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,574FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -