Esercitazione interforze a Sirmione: simulato incendio a bordo di un traghetto

0
615

(mi-lorenteggio.com) Sirmione, 5 maggio 2022 –

Quattro scenari con attività che interessano l’intera regione Lombardia. Specifiche manovre sul campo e coordinamento tra le varie sale operative. È in corso, in questi giorni, l’esercitazione dei Vigili del fuoco “Sirmione” che coinvolge varie istituzioni del territorio e molte specializzazioni del Corpo.

Cuore dell’esercitazione, la provincia di Brescia in stretta collaborazione con la prefettura, la croce rossa italiana e altre componenti del sistema di protezione civile.

Recuperata con l’elicottero dei Vigili del fuoco una persona colta da malore e evacuazione totale di tutti i passeggeri, con natanti dei Vigili del fuoco, per l’incendio a bordo di un traghetto in navigazione sul lago di Garda . È lo scenario della complessa esercitazione interforze a Sirmione, in provincia di Brescia, pianificata e coordinata dalla direzione regionale dei Vigili del fuoco della Lombardia, a cui hanno hanno partecipato i Vigili del fuoco di Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino, oltre ai Vigili del fuoco volontari del distaccamento di Desenzano e di Riva del Garda.

All’evento erano presenti il capo del Corpo Nazionale, Guido Parisi, il direttore centrale per le Risorse Logistiche e Strumentali, Giovanni Nanni e il direttore regionale dei Vigili del fuoco per la Lombardia, Marco Cavriani.

Le simulazioni operative sono state rese possibili grazie alla sinergia di tutti gli attori coinvolti: Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Polizia Locale, Croce Rossa Italiana, volontari della Protezione Civile del territorio, tecnici dell’Ansfisa, l’Agenzia Nazionale per le Sicurezza delle Ferrovie, delle Infrastrutture Stradali e Autostradali.

Sulla terraferma è stata predisposta anche una postazione di accoglienza delle “vittime” con un triage sanitario curato dai volontari della Croce Rossa Italiana ed un triage psicosociale curato da psicologhe volontarie di Aspic Milano.

L’esercitazione è stata trasmessa integralmente in diretta streaming attraverso l’uso di un sistema di comunicazione satellitare, simulando una totale assenza di rete di telefonia mobile.

Il comune di Sirmione ha dato la disponibilità per svolgere alcune manovre per diversi scenari di soccorso: in acqua e in parete rocciosa nei pressi delle grotte di Catullo. Sarà simulato l’incendio di un traghetto e la relativa evacuazione dei passeggeri. 

Fra gli scenari anche una scossa sismica nel comune di Montichiari ed alcune aree limitrofe, che vedranno impegnati gli specialisti dei Vigili del fuoco in ambito urbano Usar (Urban search and rescue) per la ricerca di vittime sotto le macerie, Recs (Ricognizione esperta per la caratterizzazione strategica), insieme alle squadre Nis (Nucleo interventi speciali) per l’eliminazione delle criticità strutturali degli immobili e infrastrutture.

Nel comune di Trezzo sull’Adda, in località Concesa, in azione i soccorritori fluviali con manovre per una esondazione simulata.

Test anche per il nuovo “Shelter” Nbcr (Nucleare biologico chimico radiologico) in uso al nucleo regionale dei Vigili del fuoco. L’automezzo di nuovissima concezione è in grado di gestire e coordinare emergenze in ambito nucleare, biologico, chimico, radiologico. È, infatti, dotato al suo interno oltre che di una sala operativa, di un laboratorio e di tutti i supporti logistici atti alla decontaminazione degli operatori. Sempre nel comune di Montichiari, nei pressi della fiera, è stato allestito un campo base in grado di fornire il necessario supporto logistico alle oltre duecento unità impiegate nelle emergenze.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui