Arredo bagno con il fai-da-te: l’impresa è possibile

0
308

Milano, 9 maggio 2022 – Il bagno è un ambiente che negli ultimi anni ha subito molte trasformazioni. Da stanza di servizio per le necessità igieniche e fisiologiche a spazio destinato alla cura di sé e al relax. Non si compone dunque solo degli arredi tradizionali, ma presenta delle innovazioni che lo rendono un ambiente curato, accogliente e rilassante. Se stai pensando di ristrutturare il bagno, è dunque il momento giusto per trovare numerosi spunti e procedere con l’arredo bagno con il fai-da-te. Il segreto per riuscire nell’impresa è informarsi, progettare con precisione il tipo di intervento e avere una conoscenza base dell’idraulica e un minimo di praticità con rifiniture e verniciature. Puoi trovare anche sul web una selezione di sanitari e vasche da bagno e ricevere il prodotto scelto direttamente a casa. Su questo portale online ogni arredo è corredato di tutte le informazioni su misure, materiali e tipologia di mobile. Se si decide di comprare con l’e-commerce, l’importante è affidarsi ad aziende specializzate, come EcHome, che offrono assistenza e che garantiscono prodotti di qualità.

Se si seguono inoltre alcune dritte, l’arredo bagno con il fai da te permette di risparmiare sull’investimento e di avere una soluzione perfettamente adattata alle tue esigenze.

Ecco i consigli che abbiamo selezionato.

 
Posizionamento di mobili e sanitari

Il primo passo per arredare il bagno è capire come e dove posizionare mobili e sanitari. Il trend del momento propende per gli elementi sospesi, con l’obiettivo di dare maggiore spazialità agli ambienti ed un effetto molto elegante. Non sempre però si può procedere in maniera autonoma per questo. Potrebbe infatti essere necessario spostare le tubature ed intervenire sul sistema idrico-sanitario. Se non si è esperti, è meglio affidarsi ad una ditta per eseguire questi lavori e poi procedere con il fai-da-te per l’installazione. Il discorso dei lavori per il rifacimento degli impianti vale anche se si decide di spostare un sanitario o ad esempio di ingrandire la doccia. È bene valutare sin da subito l’eventuale importo della spesa.
Per risparmiare invece le spese di idraulica, il consiglio è di lasciare l’impianto così com’è e di optare per sanitari a terra e magari mobili sospesi da fissare alle pareti.

Puntare sullo stile minimal

Lo stile minimal, oltre ad essere molto in voga, è quello che permette anche di ridurre i costi per l’arredo del bagno, perché di fatto, si ha bisogno di un numero inferiore di elementi per completare l’arredamento.
Essere minimalisti significa inoltre appoggiare anche la linea dell’ecologia, puntando su acquisti che sostengono il pianeta e riducono l’impatto sull’ambiente. Entrare a far parte della second hand economy promossa dalla generazione Z,molto attenta alla sostenibilità, è la soluzione perfetta per riutilizzare mobili e complementi di seconda mano e dare loro una nuova vita, tutta da creare grazie al fai-da-te. Si potrebbe prendere spunto dalle loro abitudini per ridurre le spese e rendere anche originale l’arredo bagno.

Aggiungere il tocco personale
Il tocco personale è fondamentale in un’opera di fai da te perché è un modo appunto per “firmare” il progetto. Se per esempio ami la natura, in bagno si possono inserire delle delicate piante da interno, che aggiungeranno anche colore alla stanza. Un altro tocco di personalità potrebbe essere l’inserimento di luci led colorate, che creano un’atmosfera tranquilla e che invita al relax, come quelle presenti negli ambienti dei percorsi SPA.

L. M.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui