28.4 C
Milano
domenica, Maggio 22, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

E-commerce: come aprirsi ai mercati internazionali

Ultimo aggiornamento il 9 Maggio 2022 – 16:29

Milano, 9 maggio 2022 – Con la pandemia, gli e-commerce si sono letteralmente moltiplicati: sono stati infatti moltissimi gli imprenditori che hanno puntato sul mondo dell’online per riuscire a mantenere alti i numeri delle vendite. D’altronde, le potenzialità degli e-commerce sono ormai evidenti a tutti: aprendo un negozio sul web si riesce ad incrementare la propria visibilità e raggiungere un maggior numero di clienti. Adesso però sono sempre di più coloro che vogliono aprirsi ai mercati internazionali, proprio per arrivare ancora più in là e riuscire a vendere i propri prodotti anche oltre i confini italiani. Si tratta di un’ottima idea, ma per farlo bisogna seguire degli step ben precisi.

Vediamo dunque quali sono i passaggi da seguire per internazionalizzare il proprio e-commerce e iniziare a vendere anche al di fuori dell’Italia.

# Traduzione del portale in altre lingue

Il primo passo da compiere per vendere all’estero è quello di tradurre il proprio portale e-commerce in altre lingue. Inizialmente può essere sufficiente l’inglese, ma se si vogliono raggiungere clienti asiatici il discorso cambia e diventa necessario effettuare la traduzione anche in altre lingue. Ad ogni modo, fortunatamente non è difficile realizzare un portale multilingua: esistono plug-in che consentono di farlo in modo pressoché automatico, a patto naturalmente che si abbiano i testi già tradotti. Rivolgersi dunque ad un’agenzia come Eurotrad, che si avvale di traduttori professionali ed offre servizi specializzati è fondamentale per chiunque voglia tradurre il proprio e-commerce e vendere anche all’estero. Se si salta questo step è difficile incrementare le vendite oltre confine: voi acquistereste mai un prodotto online senza comprendere nulla di quello che c’è scritto nel sito?

# Localizzazione dell’e-commerce

Al giorno d’oggi sta diventando sempre più importante anche la localizzazione del sito web, che consiste nel compiere un passo ulteriore rispetto alla semplice traduzione dei testi. Questa attività, che viene solitamente affidata a professionisti specializzati e che solo le agenzie di traduzione più all’avanguardia come Eurotrad sono in grado di effettuare, prevede una trasposizione del portale secondo i parametri culturali del target di riferimento. Bisogna dunque ad esempio impostare le corrette valute per i pagamenti, adattare l’ora in base al fuso orario, organizzare promozioni in base alle festività dei vari Paesi e via dicendo.

# Organizzare logistica e spedizioni

Un altro aspetto fondamentale per vendere all’estero riguarda tutte le attività di logistica e spedizione, che devono essere organizzate e gestite al meglio. Inviare i prodotti in Italia infatti è una cosa, ma recapitarli dall’altra parte del mondo potrebbe rivelarsi più complesso. Per questo, conviene affidarsi a corrieri seri e qualificati, che siano esperti proprio in spedizioni internazionali e sappiano garantire un servizio di qualità. Non conviene risparmiare, perché l’esperienza d’acquisto del cliente online viene influenzata parecchio dal servizio di spedizione e se questo lascia a desiderare gli utenti difficilmente ritornano.

# Fare marketing online

Infine, per lanciare il proprio e-commerce oltre confine è importante pianificare delle campagne di marketing online mirate, che raggiungano anche la clientela straniera. Per tale aspetto è sempre meglio affidarsi a dei professionisti, perché le le attività che rientrano in questa sfera sono numerose e piuttosto complesse.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -