24.3 C
Milano
sabato, Agosto 13, 2022

Proverbio: Agosto ci matura grano e mosto

GRANDE SUCCESSO DEL “VILLAGGIO IN FESTA!”, CHE, DAL 15 AL 17 LUGLIO, ARRIVA AD AFFORI

Ultimo aggiornamento il 12 Luglio 2022 – 19:34

(mi-lorenteggio.com) Milano, 12 luglio 2022 – Grande successo per il “Villaggio in Festa!”, la rassegna gratuita di spettacoli dal vivo e laboratori, organizzata dal Teatro del Buratto, che si è svolta negli giorni scorsi nel quartiere di Bruzzano: centinaia di bambini e ragazzi, insieme ai loro genitori, hanno partecipato ai laboratori e hanno assistito agli spettacoli pomeridiani, che si sono svolti a Cassina Anna, e alle repliche serali al Teatro Munari, tra cui lo spettacolo “Paradiso dalle tenebre alla luce” di e con Simone Cristicchi, che ha registrato il ‘tutto esaurito’.

Il prossimo fine settimana, dal 15 al 17 luglio, il “Villaggio in festa!” si sposta nel parco di Villa Litta, nel quartiere di Affori, con tante iniziative alla mattina e al pomeriggio, mentre alla sera gli spettacoli vanno in scena al Teatro Munari: “Duperdu Randevu” del duo Duperdu (venerdì 15 luglio), “Don Chisciotte” della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus (sabato 16 luglio), “Kanu. Una storia africana” della compagnia Piccoli Idilli (domenica 17 luglio).

Tutti gli spettacoli sono gratuiti.

“Villaggio in festa!” è una ‘festa popolare’ che ha l’obiettivo di avvicinare al mondo del teatro e della musica tutte le persone che raramente hanno la possibilità di andare a teatro. Come un tempo le feste patronali erano vissute come un momento di forte identificazione, in cui tutta la comunità si sentiva, a vario titolo, naturalmente coinvolta. “Villaggio in Festa!” intende far emergere il senso di appartenenza per gli abitanti del Municipio 9, attraverso un’occasione di incontro e socializzazione attraverso un ricco programma di musica, teatro, giochi, laboratori, mercatini, cibo. L’iniziativa ha l’obiettivo di riattivare la relazione spettacolare, permettendo allo spettatore (bambino, giovane o adulto) di avere un ruolo attivo, partecipato, nella fruizione della cultura. Una festa popolare come luogo di ritrovo, in cui ciascuno – adulto e bambino – può farsi coinvolgere da uno spettacolo, un laboratorio, un gioco, o una narrazione.

Il progetto è nato dal Teatro del Buratto, nell’ambito della manifestazione del Comune di Milano “Milano è Viva”, ed è realizzato grazie alla collaborazione con altri 8 partner: Elsinor, Manicomics Teatro, L’Aquilone, La Lanterna, La Libreria dei Ragazzi, Cooperativa EST – Educazione Sostenibilità Territorio, Choròs Teatro, Isolamusic&Musicaingioco.

Il Villaggio itinerante: a luglio a Bruzzano e Affori, a settembre a Dergano

Ogni fine settimana il “villaggio in festa” itinerante propone un ricco calendario di attività: (spettacoli, arte, musica, laboratori, mercatini, degustazioni), viene allestito in quartieri diversi (Bruzzano, Affori, Maciachini/Dergano) mantenendo gli stessi spazi: la Piazza dello Spettacolo, il Largo al Circo, Vicolo dei narratori, Viale dei libri, Bottega dell’arte, Officina del teatro.

Venerdì 8 luglio (dalle 15.30 alle 19), sabato 9 luglio (dalle 15.30 alle 19), e domenica 10 luglio (dalle 10 alle 19), il villaggio è stato allestito presso gli spazi esterni di Cassina Anna, nel quartiere di Bruzzano, via Sant’Arnaldo 17.

Venerdì 15, sabato 16, domenica 17 luglio il villaggio si sposta all’interno del parco di Villa Litta, nel quartiere di Affori, viale Affori 21.

Infine, venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 settembre, il villaggio si sposta nell’anfiteatro esterno del Teatro Bruno Munari, nel quartiere di Maciachini/Dergano, in via Giovanni Bovio 5.

Piazza dello Spettacolo – Spazio attrezzato con fondale, le quinte e impianto di amplificazione, che ospita spettacoli per l’infanzia ogni venerdì e sabato alle ore 18, domenica alle ore 10.30 e alle ore 18; inoltre, alle ore 19, tutti i giorni, aperitivo in musica affidato al duo Duperdu. L’ultimo giorno, il 9 settembre, viene dato spazio anche ai ragazzi dei CAG del Municipio per diverse esibizioni.

Largo al Circo – Spazio attrezzato come un circo, che ospita tutti i giorni, alle ore 16.30, uno spettacolo del Collettivo Clown di Milano; a seguire i bambini e i ragazzi potranno partecipare al laboratorio di circo cimentandosi con le varie tecniche circensi.

Vicolo dei Narratori – Spazio allestito con elementi di scenografia, sagome porta-libri e sedute di varie dimensioni, che ospita narrazioni e animazioni di libri, con due esibizioni al giorno. In questo spazio adulti e bambini potranno sostare godendo il piacere di una piccola pausa di lettura insieme.

Viale dei Libri – La Libreria dei Ragazzi allestisce un punto vendita a prezzi scontati di libri dedicati all’infanzia e ai giovani.

Bottega dell’Arte – Offre la possibilità a bambini e ragazzi di partecipare a laboratori d’arte, lettura, attività creative e tecnologiche. I bambini possono cimentarsi come writers sotto la guida di animatori esperti. Aquilone Onlus si occupa della realizzazione di laboratori di coding/robotica e laboratori di arte terapia. La Lanterna Onlus, accompagna i bambini nello svolgimento di laboratori d’arte/writing. La Libreria dei Ragazzi realizza laboratori di lettura ad alta voce, di trasformazione di oggetti comuni, in giochi inaspettati, e di poesia.

Officina del teatro – Propone a bambini, ragazzi e adulti attività varie a cura degli attori del Teatro del Buratto: giochi teatrali, laboratori creativi, costruzione di burattini, etc. La Cooperativa EST – Educazione, Sostenibilità, Territorio, anche in collaborazione con il Teatro del Buratto, propone laboratori multiculturali sui temi dell’ambiente e della geografia associati alla rassegna “Letture dal Mondo”.

Teatro Bruno Munari – Ogni sera, alle ore 21, il Teatro Bruno Munari ospita 9 diversi spettacoli teatrali e musicali: “Pace… felicità e altre necessità” di Choròs Teatro, “Janis – take another little piece of my heart” del Teatro del Buratto, “Paradiso dalle tenebre alla luce” di Simone Cristicchi/Elsinor, “Kanù. Una storia africana” di Piccoli Idilli, Duperdu, “Ulisse” del Teatro del Buratto, “Bar Blues” di Elsinor. Ogni pomeriggio del sabato e della domenica, presso la Sala Teatranti del Teatro Bruno Munari, va in scena uno spettacolo o si svolge un laboratorio musicale per i più piccoli a cura di Isolamusic&Musicaingioco.

Gli spettacoli al Teatro Bruno Munari

Via Giovanni Bovio 5

“Duperdu Randevu” – Duperdu

In scena venerdì 15 luglio (ore 21).

“Duperdu di tutto e di più” – Duperdu

In scena venerdì 9 settembre (ore 21).

Di e con Marta Marangoni e Fabio Wolf

Dall’estro compositivo del maestro Fabio Wolf, a cui si unisce, per la vita e per l’arte, la sensibilità teatrale dell’attrice-cantante Marta M. Marangoni, un concerto-spettacolo, un randevu con il fior da fiore del repertorio Duperdu: dai brani più conosciuti della tradizione milanese fino alle composizioni originali del duo, dagli omaggi alla donna fino alla babele linguistica e stilistica del sempre sorprendente Brassens. Non mancheranno le canzoni per piccoli intenditori e intenditrici, tutti rigorosamente già testati sui più selettivi critici musicali: i loro figlioli Plinio e Dalia Wolf. Perchè duperdu fa… quatter!

Don Chisciotte – Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus

In collaborazione con Fondazione Bottari Lattes

Regia e drammaturgia di Luigina Dagostino, con Claudio Dughera, Daniel Lascar, Claudia Martore. Scenografia di Claudia Martore. Costumi di Georgia Dea Duranti. Creazione luci di Agostino Nardella. Assistente alla regia Isabella Locurcio.

In scena sabato 16 luglio (ore 21).

Un allampanato cavaliere che, inarrestabile nei secoli, con il suo fedele scudiero, cavalca fino a noi per narrarci le sue incredibili avventure. Una favola avventurosa capace di coinvolgere chi entra nella storia, ad oltrepassare la cornice realista per immergersi nel mondo immaginario delle prodigiose avventure di Don Chisciotte e Sancho Panza. Lo spettacolo si svolge tra realtà e immaginazione e raggiunge facilmente i ragazzi in quanto il suo protagonista vuole fermamente credere alla sue visioni che lo portano a vivere memorabili ed esaltanti esperienze, proprio come fanno i bambini attraverso il gioco e la fantasia. Don Chisciotte vive l’utopia del suo tempo, ma quali sono le nostre e quali sono gli eroi di adesso? Lo spettacolo porrà il pubblico di fronte al dilemma: essere o non essere dei grandi sognatori? Restare ancorati alla realtà o volare in spazi irreali e sconosciuti? Fantasia o Realtà, Don Chisciotte come sta?

“Kanu. Una storia africana” – Piccoli Idilli

Con Bintou Ouattara. Musiche dal vivo a cura di Ousmane Coulibaly (kora, gangan, voce) Mamadeni Coulibaly (bara, calebasse, voce). In collaborazione con Kadi Coulibaly. Diretti da Filippo Ughi.

In scena domenica 17 luglio (ore 21).

KANU (amore in lingua bambarà) è uno spettacolo di narrazione con musica dal vivo, tratto da un racconto africano. Ousmane e Mamdeni Coulibaly, griot del Burkina Faso, accompagnano il racconto con kora, gangan, bara e calebasse. Il ricordo dei cantastorie d’Africa, custodi delle tradizioni orali e depositari della memoria di intere civiltà, diventa uno spettacolo originale, brillante, con tratti di fine umorismo e paradossale comicità. La leggenda della nascita del fiume Niger procede al ritmo regolare e disteso della kora, il canto ci culla nell’attraversarlo, le anse e le svolte improvvise sono incarnate da Bintou con una narrazione sempre sorprendente e luminosa. Una vecchia, un vitello, un segreto, un re, una ragazza, un mercante, una magia, una regina e una famiglia troppo numerosa, l’amore, gli antenati, grasso di toro, viaggi, tabù, gioielli ashanti, marabutti, indovini, ippopotami e coccodrilli… Il Niger è trasparente e affacciandoci dai bordi di una piroga immaginaria possiamo intravedere le ombre dei personaggi di storie antiche, tramandate nel canto e mai dimenticate. O forse, quello che vediamo, trasognati e avvolti dalla musica, altro non è che la superficie, lo specchio d’acqua del fiume, e il racconto si rivela essere solo l’immagine riflessa del nostro volto e con il suo enigma antico e misterioso. Kanu è la trasposizione teatrale di un racconto, di un immaginario simbolico e di una sensibilità poetica legata a una cultura antica e misteriosa, dove il destino dell’uomo si compie in simbiosi con le forze della natura e il potere occulto della parola. Una cultura di cui sappiamo pochissimo, che oggi bussa alle nostre porte con la sua straripante vitalità, la sua voglia di raccontarsi, il suo orgoglio e la sua eleganza.

Bar Blues – Elsinor

Liberamente tratto da racconti di Giovanni Testori

Diretto e interpretato da Federica Bognetti

Sax Emiliano Vernizzi

Light designer Claudine Castay

In scena sabato 10 settembre (ore 21).

A metà tra teatro e cabaret musicale, “Bar Blues” narra la storia di un’eroina del quotidiano postbellico milanese, di una donna che vive alla continua ricerca dell’amore. In una profonda immedesimazione con l’attrice Rita Hayworth, il personaggio – malgrado i dolori, malgrado le lacrime – attraversa la vita ballando, cantando e seducendo. La voce e il corpo di Federica Bognetti e il sax di Emiliano Vernizzi raccontano le vicende di un personaggio dal passato pieno di delusioni, amori perduti, inganni. Sullo sfondo delle sfavillanti atmosfere del varietà di un tempo, la protagonista ripercorre con ironia ricordi dolorosi, incontri con uomini che vanno e vengono, voglie d’amore mai del tutto appagate. Al centro la sua storia d’amore con Gino, uomo furbo e seducente che approfitta della donna per uscire dal carcere e pagarsi i debiti. Uno spettacolo in cui le canzoni di Luciano Virgili, Dino Rulli, Tommaso de Filippis, Jeanne Moreau, Dominique Duhamel, Allan Roberts e Mark Gordon si fondono con una fisicità disperata e con le parole potenti del grande maestro Testori.

“Ulisse” – Teatro del Buratto
Testo e regia di Renata Coluccini. Con Sabrina Marforio, Stefano Panzeri, Cristina Liparoto. Collaborazione per l’immagine Jolanda Cappi. Costumi di Mirella Salvischiani. Scene di Marco Muzzolon. Musiche originali di Francesco Chebat. Disegno luci di Marco Zennaro. Direttore di produzione Franco Spadavecchia.

In scena domenica 11 settembre (ore 21).

Il mito ci aiuta a comprendere l’oggi, a dare voce e immagine a situazioni e paure dell’animo. Proviamo a guardare il “mito” Ulisse con lo sguardo del figlio.

Con lui chiediamoci perché il padre non torna. Questa è la storia di Ulisse, che attraversa il mare. Questa è la storia di Telemaco che aspetta il ritorno di suo padre Ulisse, guardando il mare. E il vento e le onde gli raccontano di come suo padre vinse la guerra di Troia. Di come è difficile tornare dalla guerra. Gli narrano dei Ciclopi e di come Ulisse li sconfisse, dell’arte magica della bellissima Circe, della nave catturata dai vortici di Cariddi in uno schiumoso mare. Questa è la storia di un’attesa e di un ritorno. Se Telemaco è presente nella sua attesa, il mondo del padre prende vita attraverso la forza di immagini deformate, trasformate dal suo sentire. Nello spettacolo il teatro d’attore e di immagine si fondono, si mescolano in un’armonia narrativa. L’idea dello spettacolo nasce dal desiderio di trattare un tema di oggi attraverso il racconto della storia di

Telemaco: di un figlio, che attende il padre di cui non conosce neppure il viso, un padre assente, ma nello stesso tempo un padre eroe, un uomo di “successo”, un maestro di inganni. L’immediatezza delle immagini del sogno e quella delle immagini mitologiche è analoga.

Spettacoli pomeridiani

Cappuccetto Blues – Teatro Invito

Con Stefano Bresciani e Davide Scaccianoce – Regia Luca Radaelli

In scena, a Villa Litta venerdì 15 luglio (ore 18.15).

Due bluesman, due musicisti girovaghi, un po’ straccioni e un po’ poeti. Ricordano i bei tempi andati, quelli del vecchio zio George, il grande George “Howling” Wolf, artista trasformista, in grado di camuffarsi in men che non si dica nei modi più impensati: bambina, vecchietta… Purtroppo finito male. Incidente di caccia. E, ricordando i bei tempi, cantano le loro arie preferite: l’inno dei lupi, la ballata della nonna malata, il blues del cacciatore. Stanno andando a Wolf City, al Wolf Pride, il raduno dei lupi. Tutti ce l’hanno con i lupi solo perché han sempre fame: per questo sono reietti. Ma è il tempo del riscatto! È ora che si ristabilisca la verità. Perciò i due lupi racconteranno la storia a modo loro. Chissà se questa volta l’arte dell’inganno darà i suoi frutti?

Chissà come placare questa fame da lupi? Lo spettacolo vuole essere una versione di Cappuccetto rosso “dal punto di vista dei lupi”. I due attori si basano sulla clownerie, una coppia comica che ricorda Stanlio e Ollio. Le canzoni sono originali cantate e suonate dal vivo. Il tutto è condito con un pizzico di magia, dando vita a una performance molto divertente, sia per i bambini sia per i grandi. Consigliato per bambini dai 5 anni e per famiglie.

“La battaglia dei cuscini” – Compagnia il Melarancio

Regia Gimmi Basilotta – Testo Gimmi Basilotta e Marina Berro – Con Gimmi Basilotta, Marina Berro, Jacopo Fantini, Isacco Basilotta, Aicha Cherif.

Musiche Sisimizi, Persiana Jones, I Fratelli di Soledad

In scena a Villa Litta sabato 16 luglio (ore 18).

Lo spettacolo che ha entusiasmato e coinvolto centinaia di piazze italiane ed europee, nasce dal ricordo degli scontri all’ultima piuma che da bambini, tra fratelli, si facevano sul letto prima di andare a dormire: qui il gioco viene centuplicato più e più volte, diventando uno spettacolo di piazza esplosivo, divertente e di grande coinvolgimento. Tutto è già pronto! L’attesa è scandita da una serie di annunci che preparano all’ imminente battaglia… 3-2-1 inizia lo spettacolo! Uno spazio opportunamente attrezzato accoglie il pubblico prima dell’inizio dello spettacolo. La squadra della Compagnia, coinvolge il pubblico nell’allestimento finale dello spazio e, dettate le regole del gioco, con un conto alla rovescia si dà inizio alla battaglia. Centinaia di leggerissimi cuscini multicolori compaiono in scena e in una reazione a catena esplode la battaglia: accompagnati dalle scatenatissime musiche ska, gli spettatori si trovano coinvolti in una piccola follia collettiva, dove tutti combattono contro tutti, che coinvolge giovani, bambini, genitori e nonni. Questa pazza ed inoffensiva lotta a colpi di cuscino, prosegue fino allo sfinimento dei partecipanti. Ad un preciso segnale tutto si ferma e la battaglia si conclude in un soffio di piume. Prima di salutare il pubblico esausto, un grande telo colorato invita gli spettatori a sedersi: ben presto ci si trova su un cuscino gigante, pieno d’aria, su cui è possibile nuotare, rotolare, gattonare e ovviamente riposarsi dopo tanta fatica.

“I Musicanti di Brema” – Kosmocomico Teatro

Di e con Valentino Dragano

In scena a Villa Litta domenica 17 luglio (ore 18), al Giardino del Teatro Munari domenica 11 settembre (ore 18).

“A Brema la città dove tutto è Musica e Gioia, tutti, ma proprio tutti, bambini, vecchi, cani, gatti, asini, ammalati, sani, possono trovare quello che hanno sempre cercato: la FELICITÀ!” Questo c’era scritto all’ingresso della città di Brema: “unico requisito: suonare uno strumento! per divertirsi e divertire!”. Con queste parole inizia lo spettacolo “I Musicanti di Brema” della compagnia Kosmocomico Teatro. “Si racconta di mio Nonno che diceva sempre: <>. Dell’Asino che diceva sempre: <>. Del Cane che ha bisogno del Ritmo per vivere. Del Gatto che canta canzoni d’amore. Del Gallo, che suona la sveglia con la sua cornamusa. E si racconta del viaggio verso quella città, Brema, dove i bambini ridono, i vecchi suonano, i malati guariscono, i poveri mangiano. Uno spettacolo denso, poetico, evocativo, divertente. Perché “suonare, divertirsi e divertire è la FELICITÀ!”.

Boy’s Clown – Manicomics teatro

In scena ai Giardini del Teatro Munari venerdì 9, sabato 10, domenica 11 settembre (ore 16.25).

Arte di strada, clown, giocoleria, acrobatica col pubblico e il mitico “tuffo nel bicchiere”. Uno scout smarritosi durante la prova di orientamento. Un clown ritrovatosi dopo anni di smarrimento. Uno spettacolo surreale coinvolgente ed intimo al tempo stesso. Un vero esercizio di empatia.
La trasgressione dell’arte di strada incarnata nell’innocenza di un boy’s scout.

Un Cuore a pedali – Nasca Teatri di Terra

Di e con Ippolito Chiarello

In scena ai Giardini del Teatro Munari sabato 10 settembre (ore 18).

Un eccentrico esploratore, un viaggiatore straordinario, sempre in cammino in bicicletta e con tutti i suoi bagagli addosso, raccoglie in un quaderno gli appunti sui luoghi attraversati. Un viaggiatore capace di carpire le storie più intime e segrete delle città che attraversa e di ricostruire, con esse, una geografia fantastica quanto illuminante.

Sono racconti appuntati nei suoi diari, nei suoi quaderni e perfino a margine di qualche libro che porta con sé. Arricchiti da disegni, piccoli collage o con foglie e fiori rubati agli alberi più esotici incontrati per strada. Storie di città vere (in quanto immaginate) ma, come avverte un frammento stesso degli appunti, in esse non tutto sembrerà vero e non tutto sembrerà falso. Arriva nel luogo dello spettacolo in bici (lo puoi anche chiamare sotto le tue finestre) e allestisce il suo spazio (autoportante), per raccontare i suoi viaggi e raccogliere informazioni su quella città, o luogo della terra. Un vero e proprio allenamento, anche fisico, al viaggio, alla fantasia, allo sguardo, all’invenzione, alla meraviglia, guidati da Caporaso da Olivotti, nobile di nascita ed esploratore di professione, mangiatore di parole, scrutatore di strade, agitatore di gente bambina

Concerti Bam Bam – Per piccoli grandi orecchi – Isolamusicaingioco

I musicisti in organico al gruppo sono: Claudia Mazzei, presidente di Isolamusicaingioco, organizzazione e promozione, piano classico e voce Désirée Niero, direzione artistica, voce solista Simona Ciaccio,

voce Elisa Giannitelli, voce Stefano Pennini, piano jazz e classico Raffaele Kohler, tromba Emanuele Cossu, batteria Emanuele Manolo Cedrone, percussioni e melodiosa.

In scena al Teatro Munari (Sala Teatranti), sabato 10 e domenica 11 settembre (ore 17.15).

Ogni concerto ha una durata di circa 45 minuti e prevede 12 brani. I dieci brani all’interno del concerto hanno come caratteristica, oltre la varietà dei generi, la brevità. Ogni brano dura non oltre tre minuti, per non oltrepassare la soglia di attenzione dei bambini. Tra un brano e l’altro ci sono pause di silenzio, importante per lo sviluppo, nel bambino, del pensiero musicale. In questi importantissimi minuti il bambino rielabora quello che ha ascoltato e spesso interviene involontariamente con suoni vocali, che dimostrano la sua attenzione e il suo apprendimento. Alcuni brani si eseguono senza parole ma con le sillabe ‘pam-pam’, per non far concentrare il bambino sulle parole oppure se il testo non è determinante per l’ascolto.

IL PROGRAMMA

Villa Litta Modignani, viale Affori 21 – Affori

Venerdì 15 luglio

Ore 15.30 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’Arte – Laboratorio -Teatro del Buratto; Bottega della Libreria dei Ragazzi – Acchiappapaura;

Ore 16.15 – Bottega della Libreria dei Ragazzi – Acchiappapaura; Bottega dell’Aquilone – Laboratorio cucina e arte (H. Tullet);

Ore 17 – Spazio circo – spettacolo “Sebastian Burrasca” – Manicomics

Ore 17.45 – Spazio circo – Laboratorio di clownerie – Manicomics; Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’EST – Educazione Sostenibilità Territorio – Laboratorio “Letture dal mondo”;

Ore 18.15 – Spazio teatro – spettacolo “Cappuccetto Blues – Teatro Invito

Ore 21 – Teatro Bruno Munari – Spettacolo “Duperdu Randevu” – (Marangoni, Wolf)

Sabato 16 luglio

Ore 15.30 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’Arte – Laboratorio -Teatro del Buratto; Bottega della Libreria dei Ragazzi – Semi di storie; Bottega della Lanterna ONLUS – Laboratorio “Acchiappa (i tuoi) sogni”;

Ore 16.15 – La Merenda di Mamusca;

Ore 16.25 – Spazio circo – spettacolo “Sebastian Burrasca” – Manicomics;

Ore 17.10 – Spazio circo – Laboratorio di clownerie – Manicomics; Bottega della Libreria dei Ragazzi – Semi di storie; Bottega dell’Aquilone – Laboratorio Robotica Educativa;

Ore 17.20 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’EST – Educazione Sostenibilità Territorio – Laboratorio “Letture dal mondo”;

Ore 18 – Spazio teatro – spettacolo “La Battaglia dei cuscini” – Melarancio;

Ore 18.50 – Aperitivo in musica – Duperdu (Marangoni, Wolf) – Mamusca;

Ore 21 – Teatro Bruno Munari – Spettacolo “Don Chisciotte” – Fondazione TRG.

Domenica 17 luglio

Ore 10.40 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’EST – Educazione Sostenibilità Territorio – Laboratorio “Letture dal mondo”;

Ore 11.10 – Spazio circo – spettacolo “Sebastian Burrasca” – Manicomics;

Ore 12 – Spazio circo – Laboratorio sculture di palloncini – Manicomics;

Ore 15.30 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’EST – Educazione Sostenibilità Territorio – Laboratorio “Letture dal mondo”; Bottega della Libreria dei Ragazzi – Poeticando; Bottega della Lanterna ONLUS – Laboratorio “Acchiappa (i tuoi) sogni;

Ore 16.15 – La Merenda di Mamusca;

Ore 16.25 – Spazio circo – spettacolo “Sebastian Burrasca” – Manicomics

Ore 17.10 – Spazio circo – Laboratorio sculture di palloncini – Manicomics; Bottega della Libreria dei Ragazzi – Poeticando; Bottega dell’Aquilone – Laboratorio cucina e arte (H.Tullet);

Ore 17.20 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’Arte – Laboratorio -Teatro del Buratto;

Ore 18 – Spazio teatro – Spettacolo “I Musicanti di Brema” Kosmocomico;

Ore 18.50 – Aperitivo in musica – Duperdu (Marangoni, Wolf) – Mamusca;

Ore 21 – Teatro Bruno Munari – Spettacolo “Kanù. Una storia africana” – Piccoli Idilli.

Giardini del Teatro Bruno Munari, via Giovanni Bovio 5 – Maciachini/Dergano

Venerdì 9 settembre

Ore 15.30 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’Arte – Laboratorio -Teatro del Buratto; Bottega della Libreria dei Ragazzi – Esploratore per un giorno; Bottega della Lanterna Onlus – “Laboratorio creativo di riciclo attivo”;

Ore 16.15 – Bottega della Libreria dei Ragazzi – Esploratore per un giorno;

Ore 16.15 – Bottega dell’Aquilone – Laboratorio cucina e arte (H. Tullet);

Ore 17 – Spazio circo – spettacolo “Boy’s Clown” – Manicomics;

Ore 17.45 – Spazio circo – Laboratorio di giocoloreia – Manicomics; Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’ EST – Educazione Sostenibilità Territorio – Laboratorio “Letture dal mondo”;

Ore 18.15 – Spazio teatro – spettacolo “Cappuccetto Blues – Teatro Invito

Ore 21 – Teatro Bruno Munari – Spettacolo “Duperdu di tutto e di più” – (Marangoni, Wolf).

Sabato 10 settembre

Ore 15.30 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’Arte – Laboratorio -Teatro del Buratto; Bottega della Libreria dei Ragazzi – Cartoline dallo spazio; Bottega della Lanterna Onlus – “Laboratorio creativo di riciclo attivo”;

Ore 16.15 – La Merenda di Mamusca;

Ore 16.25 – Spazio circo – spettacolo “Boy’s Clown” – Manicomics;

Ore 17.10 – Spazio circo – Laboratorio di giocoleria – Manicomics; Bottega della Libreria dei Ragazzi – Cartoline dallo spazio; Bottega dell’Aquilone – Laboratorio Robotica Educativa;

Ore 17.15 – Sala Teatranti Teatro Bruno Munari– Concerti Pam Pam – Incanto-Ensamble;

Ore 17.20 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’EST – Educazione Sostenibilità Territorio – Laboratorio “Letture dal mondo”;

Ore 18 – Spazio teatro – spettacolo “Un cuore a pedali” – Nasca Teatro;

Ore 18.50 – Aperitivo in musica – Duperdu (Marangoni, Wolf) – Mamusca;

Ore 21 – Teatro Bruno Munari – Spettacolo “Barblues” – Elsinor.

Domenica 11 settembre

Ore 10.40 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’ EST – Educazione Sostenibilità Territorio – Laboratorio “Letture dal mondo”;

Ore 11.10 – Spazio circo – spettacolo “Boy’s Clown” – Manicomics;

Ore 12 – Spazio circo – Laboratorio giocoleria – Manicomics;

Ore 15.30 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’EST – Educazione Sostenibilità Territorio – Laboratorio “Letture dal mondo”; Bottega della Libreria dei Ragazzi – Letture in musica; Bottega della Lanterna ONLUS – “Laboratorio creativo di riciclo attivo”;

Ore 16.15 – La Merenda di Mamusca;

Ore 16.25 – Spazio circo – spettacolo “Boy’s Clown” – Manicomics;

Ore 17.10 – Spazio circo – Laboratorio di giocoleria – Manicomics – Bottega della Libreria dei Ragazzi – Letture in musica – Bottega dell’Aquilone – Laboratorio cucina e arte (H.Tullet);

Ore 17.15 – Sala Teatranti Teatro Bruno Munari– Concerti Pam Pam – Incanto-Ensamble;

Ore 17.20 – Bottega del Teatro del Buratto – Narrazione; Bottega dell’EST – Educazione Sostenibilità Territorio – Laboratorio “Letture dal mondo”;

Ore 18 – Spazio teatro – Spettacolo “I Musicanti di Brema” Kosmocomico;

Ore 18.50 – Aperitivo in musica – Duperdu (Marangoni, Wolf) – Manusca;

Ore 21 – Teatro Bruno Munari – Spettacolo “Ulisse” – Teatro del Buratto.

Prenotazioni: prenotazioni@teatrodelburatto.it

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,615FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -