6 C
Milano
martedì, Novembre 29, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Sicurezza delle cure: lunedì 19.09 banchetti informativi all’ingresso del San Gerardo

(mi-lorenteggio.com) Monza, 09 settembre 2022 – Sabato 17 settembre si celebra la Giornata Mondiale per la Sicurezza del Paziente, istituita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 2019 con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza e l’impegno globale sul tema della sicurezza dei pazienti. La Giornata, in concomitanza con la conclusione della Campagna Mondiale OMS
“Medication without harm” (Terapie farmacologiche senza danno), è dedicata alla Sicurezza
della terapia farmacologica (“Medication Safety”).
Per l’occasione la ASST Monza, con l’aiuto degli Infermieri di Famiglia e di Comunità (IFeC),
ha programmato una serie di iniziative per sensibilizzare pazienti, operatori sanitari e utenti
in genere, sulle attività inerenti la sicurezza delle cure.
Per questo, lunedì 19 settembre sarà allestita una postazione ad hoc all’ingresso
dell’Ospedale San Gerardo di Monza, dalle 8.30 alle 12.30, in cui sarà distribuita la
documentazione messa a punto da Regione Lombardia che consente al paziente, in
trattamento farmacologico, di avere sempre con sé una lista ordinata e aggiornata dei
farmaci che assume, così da poterla mostrare al medico in caso di necessità. La stessa
brochure “Le mie medicine” verrà distribuita anche ai pazienti ricoverati. Non mancheranno
momenti di educazione sanitaria da parte degli IFeC presenti, su tematiche sanitarie e
assistenziali comuni o sulla gestione ad esempio, della terapia farmacologica, strategie di
aderenza alla terapia e gestione delle patologie croniche. All’interno dell’ospedale saranno
affissi poster informativi a disposizione di tutti.

Secondo le stime dell’Agenzia Italiana del farmaco (AIFA) oltre il 50% delle persone ultra
sessantacinquenni assume tra i 5 e i 9 farmaci al giorno. In un ulteriore 10% di casi si arriva
anche al consumo contemporaneo giornaliero di oltre 10 farmaci.
È quindi fondamentale – per il paziente ma anche per chi lo assiste – prestare la massima
attenzione al rispetto della terapia in quanto dimenticanze o sovrapposizioni di farmaci
possono essere causa di reazioni avverse indesiderate, con rischi anche molto gravi.
Conoscere la propria terapia individuale e descriverla con precisione è fondamentale in
diverse situazioni che richiedono la valutazione delle cure: una nuova necessità evidenziata
dal medico di famiglia o da uno specialista, un ricovero ospedaliero, il trovarsi in Pronto
Soccorso per un’emergenza.
“Queste iniziative, semplici ma di grande importanza, sono molto utili per migliorare
l’efficacia delle cure e ridurre i livelli di rischio clinico – sottolinea il Direttore Generale della
ASST di Monza Silvano Casazza -. Apprezzo molto questo genere di attività, portate avanti
dagli Infermieri di Famiglia e di Comunità, in collaborazione con il medico di medicina
generale dell’assistito, al domicilio degli assistiti, soprattutto quelli anziani o cronici dove
risulta fondamentale avere consapevolezza delle terapie somministrate, favorendo, grazie al
lavoro degli IFeC, l’aderenza alla terapia”.
“La nostra ASST – spiega la dott.ssa Rossella Barni, Risk Manager – intende dare il suo
contributo alla diffusione di una maggiore consapevolezza sui temi della sicurezza delle cure.
Questa iniziativa ha l’obiettivo di promuovere la conoscenza di strumenti in grado di
migliorare la sicurezza e l’appropriatezza della terapia farmacologica, coinvolgendo tutti gli
attori del processo (istituzioni, operatori sanitari, pazienti, care-giver). È bene ricordare
infatti, che un percorso di cure è sempre condiviso, è cioè un’alleanza tra la persona assistita
ed il professionista, ed è in questo rapporto che deve essere vista la celebrazione di questa
Giornata”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -