5 C
Milano
martedì, Novembre 29, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

ZOGNO. PRESIDENTE REGIONE IN VAL BREMBANA: PROSEGUE LA STRATEGIA PER VALORIZZARE ‘AREE INTERNE’ E MONTAGNA LOMBARDA

(mi-lorenteggio.com) Zogno/BG, 19 settembre 2022 – Proseguono le giornate di lavoro del presidente di Regione Lombardia nelle cosiddette ‘Aree Interne’, territori su cui è in atto una strategia di investimenti regionali finalizzata a potenziare attrattività e competitività.

Il governatore è in visita oggi nelle zone ricomprese nella ‘Area Interna Val Brembana – Valtellina di Morbegno’ insieme, tra gli altri, all’assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, all’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile e all’assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda.

La prima parte del tour istituzionale si è svolta in Val Brembana, la seconda in Valtellina.

PRESIDENTE: AZIONI CONDIVISE COL TERRITORIO – “Attraverso la strategia delle ‘Aree Interne’ – ha sottolineato il presidente di Regione Lombardia – facciamo sistema con il territorio elaborando, insieme agli enti locali, un programma di sviluppo per proseguire nel percorso di valorizzazione di queste zone meravigliose. Ascoltiamo le necessità territoriali e lavoriamo per dare risposte concrete. L’obiettivo è offrire a tutti cittadini lombardi le medesime possibilità. Mettiamo in campo nuove risorse integrando e ottimizzando quelle già disponibili”.

AGENDA DEL CONTROESODO – Il governatore nel corso della mattinata ha incontrato a Piazza Brembana (BG), all’auditorium ‘Fondazione don Stefano Palla’, sindaci e stakeholder del territorio per presentare la nuova ‘Agenda del Controesodo e la Strategia delle Aree Interne’, un piano di rilancio che beneficia di 196 milioni di euro di risorse europee e regionali (circa 14 milioni per ciascuna delle 14 Aree Interne).

I COMUNI BERGAMASCHI COINVOLTI – L’Area Interna ‘Val Brembana – Valtellina di Morbegno’ comprende i seguenti Comuni della Provincia di Bergamo: Algua, Averara, Blello, Bracca, Branzi, Camerata Cornello, Carona, Cassiglio, Cornalba, Costa Serina, Cusio, Dossena, Foppolo, Isola di Fondra, Lenna, Mezzoldo, Moio de’ Calvi, Olmo al Brembo, Oltre il Colle, Ornica, Piazza Brembana, Piazzatorre, Piazzolo, Roncobello, San Giovanni Bianco, San Pellegrino Terme, Santa Brigida, Sedrina, Serina, Taleggio, Ubiale Clanezzo, Val Brembilla, Valleve, Valnegra, Valtorta, Vedeseta, Zogno.

A Zogno (BG) si è svolta la prima tappa della giornata di lavoro, in particolare alla Variante stradale realizzata grazie a un cofinanziamento regionale di 61,1 milioni di euro su un totale di 76,7 milioni.

INFRASTRUTTURE PER LO SVILUPPO DELLA MONTAGNA – “La Variante di Zogno – ha sottolineato il presidente di Regione Lombardia – ha migliorato la mobilità a beneficio di cittadini, aziende, turisti. Senza l’impegno di Regione parleremmo ancora di un’opera incompiuta. Il tema infrastrutturale è cruciale per lo sviluppo dei territori montani e per contrastare lo spopolamento: oltre alla Variante, abbiamo sostenuto gli enti locali attraverso il Piano Lombardia che è stato determinante per concretizzare progetti attesi da tempo”.

PIANO LOMBARDIA PER LA VAL BREMBANA – Per i Comuni bergamaschi inclusi in questa Area Interna, Regione ha già stanziato oltre 14,8 milioni di euro per 85 interventi attraverso il Piano Lombardia, il programma di investimenti voluto dal governatore per la ripartenza post covid. In particolare, tra gli altri, 4,9 milioni sono stati destinati ad opere di difesa del suolo. A queste risorse si aggiungono, tra le altre, quelle stanziate attraverso lo strumento dell’Accordo di Programma (AdP San Pellegrino, AdP Val Brembana e Valsassina, AdP Dossena).

Il tour istituzionale è proseguito all’azienda CMS, leader nella produzione di macchine per la lavorazione di plastiche e materiali compositi, per poi raggiungere Bracca (BG), luogo noto anche per lo storico marchio di acque minerali.

LA RIGENERAZIONE URBANA A BRACCA – Il presidente ha dunque visitato l’Albergo Fonte Bracca, edificio di proprietà comunale e dismesso da oltre 5 anni. Lo stabile è al centro di un progetto di rigenerazione urbana finanziato da Regione Lombardia con 500.000 euro. L’obiettivo è contribuire al rilancio della ‘porta della Val Serina’ attraverso il recupero dell’albergo trasformato in un centro polifunzionale con servizi dedicati al turismo, spazi per start up, museo sulla storia delle acque e delle sorgenti della Valle, spazi per l’esposizione di prodotti locali.

ASSESSORE AGLI ENTI LOCALI E MONTAGNA – “La perimetrazione dell’area Val Brembana e Valtellina di Morbegno – ha spiegato l’assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni – delinea una prospettiva di lavoro sfidante, per estensione (62 Comuni, di cui 44 con meno di 1.000 abitanti), caratteristiche territoriali ed ambientali e vincoli anche infrastrutturali. I territori saranno chiamati a lavorare su temi comuni, individuando interventi strategici che, a partire dai bisogni dei cittadini e delle imprese, possano innescare processi virtuosi di sviluppo locale, accompagnati necessariamente da un potenziamento dei servizi essenziali per le comunità, come istruzione, sanità e trasporti. L’incontro di oggi è l’occasione per un primo confronto con le istituzioni e gli stakeholder del territorio, avviando il percorso operativo di costruzione di una strategia multisettoriale che ha come obiettivo la crescita dei territori, colmando le differenze dei servizi che hanno i territori marginali delle aree interne”.

ASSESSORE ALLE INFRASTRUTTURE, TRASPORTI – “Nelle azioni di Regione Lombardia le infrastrutture e i trasporti – ha evidenziato l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile – giocano un ruolo chiave per il rilancio delle aree interne e delle valli e la Variante di Zogno, cofinanziata dalla Regione, ne è la prova tangibile. Ma non ci siamo fermati a Zogno: per migliorarne l’accessibilità di tutta la Valle Regione ha stanziato risorse importanti, oltre 5,2 milioni di euro, per interventi di viabilità e mobilità sostenibile: opere molto attese che miglioreranno la mobilità, la vivibilità e la qualità della vita e che daranno un nuovo futuro alla Val Brembana”.

ASSESSORE AL TURISMO E MARKETING TERRITORIALE – “Quello odierno – ha sottolineato l’assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda – è un viaggio stimolante alla scoperta delle risorse della Val Brembana, realtà importante della Bergamasca. Un territorio che merita di essere scoperto e valorizzato e gli interventi di Regione Lombardia vanno proprio in questa direzione: sostegno all’economia e promozione delle eccellenze locali, dall’enogastronomia alla cultura, dalle tradizioni ai paesaggi sino alle bellezze naturali. Luoghi da visitare che hanno tutte le potenzialità per essere attrattivi e mete ambite di un turismo vasto, in grado di apprezzarne le peculiarità 365 giorni all’anno. Valorizzare il turismo dei territori significa dare nuova linfa vitale ad un settore che coinvolge migliaia di addetti”.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -