8.3 C
Milano
lunedì, Dicembre 5, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

A Milano la Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori si svolge al Museo con incontri, workshop, dj set e performance

(mi-lorenteggio.com) Milano 27 settembre 2022. Venerdì 30 settembre, dalle 18 alle 23.30, a Milano la Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori si svolgerà al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia che propone una serata gratuita con le protagoniste e i protagonisti della scienza e della ricerca.

Anche questa edizione parte dalla vita dei cittadini per esplorare i temi della società e della ricerca contemporanee e per rispondere alle domande che la complessità della realtà ci pone. Il programma è stato realizzato insieme a enti di ricerca, università, imprese e associazioni della società civile.

Esplorazione spaziale, transizione energetica e sociale, water diplomacy, biotecnologie mediche, salute e medicina, chimica, algoritmi e social network, riconoscimento facciale e discriminazioni e metaverso sono solo alcuni dei temi che saranno toccati nel corso della notte più lunga al Museo, piattaforma di dialogo tra esperti e il pubblico, dove si alterneranno incontri e speed date con i ricercatori a dj set e performance, visite guidate a esperienze immersive in realtà virtuale, workshop a giochi di ruolo dal vivo.

Il tema dello spazio sarà affrontato in tre incontri animati da esponenti di primo piano di alcune delle realtà più significative della scena internazionale. La giornalista Marta Meli di SkyTg24, che introdurrà due dei tre incontri, sarà in conversazione con Michèle Lavagna del Politecnico di Milano per parlare del ritorno sulla Luna e dell’obiettivo della Nasa di costruire sulla superficie lunare basi sempre presidiate e con Francesco De Lorenzo di Avio per spiegare il ruolo dell’Agenzia Spaziale Europea nel mercato dei lanciatori commerciali. Il giornalista Giovanni Caprara del Corriere della Sera condurrà l’incontro con Matteo Correnti dell’Agenzia Spaziale Italiana e Filippo Maria Zerbi dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, per svelare come operano le nuove tecnologie per scoprire i più profondi segreti dell’Universo.

Un tema di grande attualità come la relazione tra transizione energetica e giustizia sociale verrà discusso da Gianluca Ruggieri dell’Università dell’Insubria e Radio Popolare, Lorenzo De Vidovich dell’Università di Trieste e Leda Andreasi, Tutor per l’Energia Domestica e Cooperativa Lotta contro l’emarginazione nell’ambito del progetto europeo FETA, con la moderazione di Fabrizio Stavola , curatore attività educative del Museo. Al centro del dibattito l’aumento delle fragilità sociali, le disuguaglianze e le soluzioni che stanno introducendo i governi per affrontare la transizione energetica in termini di inclusione, equità e giustizia.
Spazio anche al tema chiave d’interazione tra economia, ecologia e società – l’acqua – intesa come nodo cruciale nella questione climatica dal punto di vista conoscitivo, gestionale, diplomatico e culturale. Luciana Tasselli, curatrice collezioni Energia sarà in dialogo con Veronica Dini dell’Associazione Circola – Cultura, Diritti e Idee in movimento, Marco Armiero dell’Istituto di Studi sul Mediterraneo del CNR e Grammenos Mastrojeni, diplomatico italiano Unione per il Mediterraneo, per affrontare il complesso tema di water diplomacy e il modo in cui i cambiamenti nel ciclo idrologico influiscono sulla pace e sui diritti fondamentali.

Tra gli ospiti, la giornalista e autrice televisiva Barbara Gallavotti in conversazione con Maria Rosa Antognazza e Alessandro Luzio dell’Istituto Italiano di Tecnologia nell’incontro sui microchip digeribili e cellule rinnovabili, per scoprire in che modo la tecnologia più avanzata potrebbe entrare nel nostro corpo.
Sarà esplorata la natura della mente tra robotica cognitiva e neurofisiologia per capire come i robot e gli esseri umani interagiscono con l’ambiente nell’incontro con Giulio Sandini dell’Istituto Italiano di Tecnologia e Marcello Massimini dell’Università degli Studi di Milano, per capire come i robot e gli esseri umani interagiscono con l’ambiente.
Silvio Garattini, Paola Mosconi, Cinzia Colombo ed Elisa Zanier dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS approfondiranno il tema della medicina di genere attraverso storie ed esempi concreti, per ragionare sul ruolo delle donne nella sanità e sulle differenze di genere in termini di salute e ricerca sperimentale.
Nell’ambito dell’Heart Week, il Centro Cardiologico Monzino IRCCS partecipa all’Open Night con un appuntamento dove i visitatori potranno sperimentare una delle prime applicazioni in medicina della realtà virtuale per indagare i meccanismi segreti del cuore.

Curiosità e scienza sono al centro dell’appuntamento “Chimica ad effetto”, in cui i ricercatori di PPG, multinazionale che opera da circa 140 anni nel settore dei rivestimenti, vernici e materiali speciali, racconteranno e faranno conoscere da vicino il lato creativo delle vernici, gli effetti straordinari del calore sul colore e soprattutto l’innovazione nel settore che permette di ottenere prodotti più sostenibili.

Non mancheranno riflessioni sulle implicazioni sociali, giuridiche ed etiche dei servizi digitali che utilizziamo ogni giorno nell’incontro condotto dalla curatrice collezioni Media, ICT e Cultura Digitale Simona Casonato con i ricercatori del progetto di ricerca Algocount e una perfomance interattiva di Effetto Larsen.
Leila Belhadj Mohamed di Privacy Network, Vittorio Cuculo dell’Università degli Studi di Milano, Angelica Pesarini dell’Università di Toronto con la moderazione di Maria Cuomo di Naga parleranno di autorappresentazione, stereotipi e profilazione razziale connessi alle tecnologie che impiegano l’intelligenza artificiale.

Il tema dell’intelligenza artificiale verrà esplorato non solo negli incontri ma anche con attività e performance.
Collettiva Ambrosia proporrà un workshop per ingannare il riconoscimento facciale, diventare invisibili e sfuggire al controllo grazie ai tradizionali trucchi. La performance teatrale “Eyes Wide Shut” della Compagnia Duse di Besozzo Club Teatro CCR di Ispra coinvolgerà i visitatori in un gioco di ruolo per esplorare in prima persona cosa succede quando si introducono la scansione dell’iride e il riconoscimento facciale in un campo di accoglienza.

Il giornalista de Il Sole 24 Ore Luca Tremolada sarà in conversazione con Claudio Conti del Politecnico di Milano e Tommaso Raggi di Rai Cinema per esplorare le nuove frontiere del metaverso immaginando un potenziale futuro popolato da avatar, mondi 3D, criptovalute, blockchain, NFT, gemelli digitali, web3 e realtà virtuale.
Tra le attività prenotabili online VR CINEMA, il cinema in virtual reality del Museo realizzato in collaborazione con Rai Cinema e Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo, dal titolo VR CINEMA WORLD EDITION, che offrirà al pubblico una selezione delle migliori produzioni documentaristiche internazionali in realtà virtuale.

Durante l’Open Night i partecipanti avranno l’opportunità di trovarsi a tu per tu con le ricercatrici e i ricercatori in uno “Speed date” dalla durata di pochi minuti, per condividere con loro domande, riflessioni e idee e il proprio punto di vista sulla scienza. Gli incontri one to one con gli esperti sono realizzati nell’ambito del progetto Meke con il contributo di Fondazione Cariplo.

Tra i laboratori e attività speciali su prenotazione online, i visitatori potranno mettersi alla prova con le installazioni di arte digitale del laboratorio interattivo Future Inventors, immergersi nel mondo dell’intelligenza artificiale con Digital Zone YOU&AI, mettersi nei panni di un astronauta in una missione spaziale sulla Base Marte e scoprire l’opera “ll Viaggio di un’idea” guidati dall’autore Lorenzo Fonda, nell’ambito della mostra diffusa in realtà aumentata La Visione di Leonardo.
In programma performance, musica, food&drink a ingresso libero in tutti gli spazi del Museo, eccezionalmente accessibili fuori dagli orari di apertura.

INFO PRATICHE
Per partecipare ad alcune attività e per salire a bordo del sottomarino Toti è necessaria la prenotazione online fino ad esaurimento posti > https://www.eventbrite.it/e/biglietti-open-night-a-tu-per-tu-con-la-ricerca-413251996847
Qualora fosse tutto al completo, sarà comunque possibile verificare al momento eventuali disponibilità.

A questo link è disponibile il programma completo della serata e ulteriori informazioni sull’evento > https://www.museoscienza.org/it/offerta/open-night-settembre-2022

Il programma dà voce a esperte ed esperti dei principali enti di ricerca, associazioni e imprese. Al momento sono confermati: Agenzia Spaziale Italiana, Artiness, Auriga S.r.l., Avio, Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea – Ispra, Centro per lo Studio dei Materiali per il Restauro, Centro Studi Systasis per la prevenzione e gestione dei conflitti ambientali, Circola – Cultura, Diritti e Idee in movimento, Circolo Astrofili di Trezzano sul Naviglio, Collettiva Ambrosia, Compagnia Duse di Besozzo Club Teatro CCR di Ispra, Cooperativa Lotta Contro l’Emarginazione Onlus, European Society of Environmental History, Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo, Improvincia APS, Istituti Clinici Scientifici Maugeri, Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS, Istituto Italiano di Tecnologia, Istituto Nazionale di Astrofisica, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Naga, Politecnico di Milano, PPG, Rai Cinema, Royal Institute of Technology di Stoccolma, Skyward Experimental Rocketry, Unione per il Mediterraneo, Università degli Studi di Brescia, Università degli Studi di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Università degli Studi di Pavia, Università dell’Insubria, Università di Toronto, Università di Trieste.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,571FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -