6 C
Milano
martedì, Novembre 29, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Che cos’è la depressione e come si cura

Milano, 11 ottobre 2022 – Il disturbo depressivo maggiore, o depressione come è comunemente chiamato, è un disturbo dell’umore caratterizzato da un senso costante di tristezza, perdita di interesse e stanchezza. Si tratta di un problema psicologico grave che influenza pensieri e comportamenti di chi ne è affetto, e può causare ostacoli durante lo svolgimento delle normali attività quotidiane. Contrariamente a quanto alcuni ancora pensano, la depressione non è un segnale di debolezza e non è possibile semplicemente “tirarsi su” per decidere di stare meglio. In molti casi, questo disturbo richiede un trattamento professionale e può essere necessario del tempo per ritornare a sentirsi bene. La maggior parte delle persone riscontra notevoli miglioramenti attraverso il giusto percorso di cura, per questo è fondamentale sapere quando e come ottenere assistenza contro la depressione.

In che modo si cura la depressione

Il trattamento di elezione per la depressione è la psicoterapia, a volte unita all’assunzione di farmaci antidepressivi sotto stretta supervisione medica. I dati indicano che chi intraprende un percorso terapeutico contro la depressione osserva una diminuzione dei sintomi nell’80-90% dei casi. La psicoterapia può essere svolta sia presso lo studio di uno psicologo che attraverso sedute online senza doversi spostare da casa. Entrambe le modalità portano a buoni risultati, e i diversi studi finora effettuati evidenziano che l’efficacia di terapia in presenza e online è del tutto paragonabile.

Per chi non si è mai avvicinato alla terapia non è sempre facile sapere a chi rivolgersi per ottenere aiuto nel trattamento della depressione. Un buon punto di partenza è questo sito, dove è possibile trovare i migliori terapeuti di Milano selezionati combinando le recensioni dei pazienti e il parere di professionisti esperti. Tra loro è indicato anche uno psicoterapeuta che ha assistito con successo numerose persone colpite dalla depressione.

La depressione si può affrontare con buoni risultati attraverso varie tipologie di terapia, basate su orientamenti psicologici differenti. Uno di questi è l’orientamento cognitivo comportamentale, che incoraggia a concentrarsi sul presente e ad abbandonare pensieri e comportamenti disfunzionali. L’orientamento psicoanalitico/psicodinamico pone invece l’attenzione sull’inconscio e sulle esperienze passate che possono aver dato origine ai problemi attuali, così da risolverli alla radice. Un altro metodo che può essere utilizzato per la psicoterapia contro la depressione è quello umanistico, che pone la persona al centro.

Riconoscere i sintomi della depressione

Come accennato all’inizio, alcuni dei segnali più riconoscibili che caratterizzano la depressione sono un senso di tristezza e di vuoto che continua a lungo, e una perdita di interesse per ogni attività o passatempo. Altri sintomi comuni sono spossatezza, perdita di autostima con tendenza a isolarsi dagli altri, irritabilità accentuata, senso di colpa o inadeguatezza, agitazione e ansia. Spesso chi è colpito dalla depressione nota cambiamenti del sonno, come difficoltà ad addormentarsi o al contrario fatica ad alzarsi dal letto. Anche le abitudini alimentari sono spesso influenzate da questo disturbo, con una perdita di appetito oppure con l’impulso a mangiare molto di più. È possibile inoltre che una persona depressa si muova più lentamente del solito e faccia fatica a concentrarsi, pensare, prendere decisioni e ricordarsi le cose.

Se ci si accorge di mostrare cinque o più di questi sintomi che non scompaiono per almeno due settimane, è consigliato contattare un professionista per iniziare un percorso di psicoterapia. Nel caso in cui ci si senta bloccati e ci si trovi in difficoltà nel cercare uno psicologo, parlare con una persona vicina e di cui ci si fida può essere un primo passo per farsi coraggio. Questa persona potrà poi fornire incoraggiamento, magari offrendo di essere fisicamente presente come sostegno emotivo nel momento in cui si effettua l’iscrizione a un servizio di terapia online o si invia una mail a uno psicologo.

L. M.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -