7.5 C
Milano
venerdì, Dicembre 2, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Grandissima partecipazione alla Sagra della Polenta di Melegnano

in migliaia prendono parte all’appuntamento culinario. Presente anche l’Amministrazione Comunale per il rituale taglio del nastro

Gli organizzatori stanno già facendo rifornimento con quintali di farina in occasione del weekend conclusivo della manifestazione (a ingresso gratuito) in programma il 18-19-20 novembre. «Ci aspettiamo un’affluenza ancora maggiore»

(mi-lorenteggio.com) Melegnano, 14 novembre 2022 – Il primo weekend della Sagra della Polenta a Melegnano si archivia con numeri impressionanti: 5mila persone che hanno degustato i piatti a base di polenta proposti nel menù e circa 10 quintali di farina gialla versata e cotta negli enormi paioli dai polentieri professionisti di Storo (Trento).
La manifestazione è cominciata ufficialmente venerdì sera con l’usuale taglio del nastro da parte del Sindaco melegnanese Vito Bellomo, accompagnato da diversi componenti dell’Amministrazione Comunale.
Nei giorni successivi di sabato e domenica, sia a pranzo che a cena, i fornelli sono sempre rimasti accesi e i componenti della squadra di Club Magellano (organizzazione) hanno continuato a lavorare intensamente per soddisfare la domanda dei tanti avventori.
«Siamo abituati a realizzare grandi eventi, ai quali prendono parte migliaia di persone, ma non ci aspettavamo così tanta partecipazione – racconta Alessandro Fico, titolare di Club Magellano -. Non possiamo che essere profondamente felici dell’esito del primo fine settimana. Adesso la testa è già sul prossimo, quello conclusivo: ci stiamo rimboccando le maniche per rifornire le dispense con quintali di farina e organizzare tutto al meglio. Ci aspettiamo un’affluenza ancora maggiore».
La Sagra della Polenta, rigorosamente a ingresso gratuito, proseguirà nel weekend di venerdì 18 novembre (cena), sabato 19 (pranzo e cena), domenica 20 (pranzo e cena). Sotto la tensostruttura allestita nel suggestivo fossato del Castello Mediceo, con uno spazio coperto di oltre 1300 mq e con panche e tavoli in legno in grado di ospitare oltre 2mila persone, verrà riproposta la polenta in dieci versioni: “carbonera” (piatto tipico delle famiglie contadine della Valle del Chiese, in Trentino Alto Adige, costituito da farina gialla di Storo, burro di malga, spressa di malga stagionata, spressa di malga tenera, Trentingrana, pasta di salame, vino e pepe), con cinghiale, brasato, “cavalina”, cotechino, merluzzo fritto, raspadura, salsiccia, gorgonzola e funghi. In particolare, alla base dei piatti c’è sempre la famosa farina gialla di Storo, dal sapore inconfondibile, ottenuta da una pannocchia rossa che non ha una grande resa in termini quantitativi, essendo ricavata da una produzione artigianale e non industriale a costi molti superiori rispetto a quelli della farina di mais tradizionale. E poi ancora salumi nostrani, contorni vari, snack, dolci, caldarroste, bibite, amari, grappe e una selezione di vini (barbera, bonarda, riesling, pinot e rosé).
L’accompagnamento musicale è affidato ad affermati gruppi, alcuni dei quali sono soliti esibirsi anche presso emittenti televisive locali: Boselli venerdì 18 novembre, Beppe e Oscar sabato 19 novembre, Ely e Matteo domenica 20 novembre.
È possibile effettuare prenotazioni chiamando il numero 389.02.65.550 o compilando l’apposito form sul sito web www.sagrapolenta.it. È attivo anche il servizio d’asporto. In questo caso le porzioni verranno servite in un’apposita vaschetta resistente alle alte temperature.

V.A.


ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -