22.4 C
Milano
venerdì, Luglio 12, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

FOTO. PREMIO COMPASSO D’ORO ADI 2024, PRESIDENTE FONTANA: DESIGN PILASTRO DELL’IDENTITÀ E DELL’ECONOMIA LOMBARDA

L’ASSESSORE MAZZALI PREMIA LA SEDIA ‘FARFALLINA’, DELL’AZIENDA LOMBARDA SOZZI ARREDAMENTI

(mi-lorenteggio.com) Milano, 21 giugno 2024 – “Il design rappresenta un pilastro dell’economia e dell’identità lombarda”. Lo ha detto, ieri, il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo alla cerimonia di consegna dei premi ‘Compasso d’Oro ADI 2024’, oggi pomeriggio a Milano.

Istituito nel 1954, il premio ‘Compasso d’oro’, da 70 anni celebra l’eccellenza del design italiano, premiando ogni due anni prodotti che si distinguono per innovazione, funzionalità ed estetica.

Alla manifestazione, insieme al governatore Fontana, è intervenuta Barbara Mazzali, assessore regionale a Turismo, Marketing territoriale e Moda, che detiene anche la delega al Design.

DNA LOMBARDO – “Il design non soltanto costituisce uno dei settori economici più rilevanti a livello regionale –  ha proseguito Fontana – ma vale anche  un terzo del valore aggiunto nazionale (32,7%)”. Un settore che poggia su un vasto ecosistema industriale, con circa il 30% dei soggetti attivi a livello nazionale che danno lavoro a quasi il 28% degli occupati italiani.

LA FORMAZIONE – Nel ricordare quanto il design sia connaturato alla cultura e alle imprese lombarde, il presidente ha anche sottolineato il primato della regione in termine di formazione. “La Lombardia è prima in Italia per numero di iscritti a istituti e corsi in discipline del design. E ADI si pone come anello di congiunzione fra il concetto di design funzionale alla produzione industriale e quello di design come fattore culturale. Il Premio – ha continuato Fontana –  ha assunto negli anni una valenza istituzionale, promuovendo il nostro design a livello internazionale come riferimento culturale e motore di progresso”. “Il Made in Italy – ha concluso – è apprezzato nel mondo perché fondato su un patrimonio culturale, sul mix di tradizione manifatturiera, innovazione progettuale, sostenibilità ambientale e sociale, ricettività ai nuovi trend e alle più recenti tecnologie”.

ASSESSORE MAZZALI: ORGOGLIOSA DI PREMIARE AZIENDA LOMBARDA – L’assessore Barbara Mazzali ha conferito uno dei premi del XXVIII Compasso d’Oro-ADI, assegnando lo storico riconoscimento per l’eccellenza del design, alla sedia ‘Farfallina’ realizzata dall’azienda lombarda Sozzi Arredamenti, vincitrice insieme a una settantina di altri prodotti.

“L’orgoglio lombardo emerge con la consegna del premio ‘Compasso d’Oro ADI’ alla Sozzi Arredamenti di Lecco, un’eccellenza tutta lombarda, che produce mobili fra i più preziosi del mondo, in un mix perfetto tra qualità e tradizione artigianale che guarda all’innovazione” ha dichiarato Mazzali.
“La sedia ‘Farfallina’ – ha aggiunto l’assessore –  pesa solo 3,7 kg e rappresenta la creatività del design lombardo”.

PREMIO ADI DESIGN, 70 ANNI DI SUCCESSI – “Il Compasso d’Oro ADI festeggia i suoi 70 anni di storia – ha sottolineato ancora Mazzali – coincidenti con l’evoluzione del design italiano, profondamente radicato in Lombardia”. Mazzali ha, quindi, ringraziato il presidente di ADI, Luciano Galimberti, per l’invito sottolineando l’auspicio che tutti i progetti vincitori diventino iconici come alcuni degli oggetti ospitati al Museo ADI. Tra questi la lampada Eclisse (Premio Compasso d’Oro 1967), la cassettiera Kartell (1999) e la macchina da cucire ‘Mirella’.

“Quando un manufatto coniuga funzionalità e valore estetico diventa un elemento di utilità, ma anche di gusto, arte e persino benessere”, ha concluso l’assessore.

LA LISTA DEI PROGETTI VINCITORI – Da ADI sono stati assegnati complessivamente 67 riconoscimenti, tra cui 20 premi, 39 menzioni d’onore, 5 attestati targa giovani e altri 3 per la categoria giovani. Tra i nomi spiccano marchi italiani intramontabili del design applicato a molteplici settori, come Ferrari, Zanotta, Flos, Cassina, Kartell, Luxottica, Diadora.

I NUMERI DEL DESIGN IN LOMBARDIA – In Lombardia il design italiano trova a suo supporto un sistema coeso: da centri di formazione eccellente (14 istituti e 5.399 studenti) a oltre 10.500 imprese attive nel comparto (il 24% di quelle italiane), fino a manifestazioni annuali come il Salone del Mobile di Milano, annuale punto di riferimento internazionale capace di generare nuovi trend in tutto il settore.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -