23.9 C
Milano
lunedì, Luglio 22, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Il Tour de France parte da Firenze, seconda tappa da Cesanatico

(mi-lorenteggio.com) Firenze, 22 giugno 2024 – Firenze si appresta a vivere una grande festa nel segno dello sport. Per la prima volta nella sua storia secolare, il Tour de France avrà inizio dall’Italia, con tre tappe iniziali che si snoderanno attraverso la Toscana, l’Emilia Romagna e il Piemonte. E proprio a Firenze è fissato il Grand Départ (grande partenza) per sabato 29 giugno. Le altre due tappe saranno Cesenatico-Bologna il 30 giugno e Piacenza-Torino il 1 luglio 2024, dopodiché la carovana proseguirà in Francia.  Tappa finale per la “Grande Boucle” sarà non Parigi ma Nizza.

L’approdo nel nostro Paese del Grand Dèpart coincide anche con il centenario della prima vittoria italiana alla Grand Boucle, quella di Ottavio Bottecchia nel 1924. Da quell’anno in un secolo le vittorie italiane al Tour de France sono state dieci (Ottavio Bottecchia 1924 e 1925, Gino Bartali 1938 e 1948, Fausto Coppi 1949 e 1952, Gastone Nencini 1960, Felice Gimondi 1965, Marco Pantani 1998, Vincenzo Nibali 2014), tre delle quali di ciclisti della provincia di Firenze, ovvero un’edizione per Gastone Nencini e due per Gino Bartali. Proprio a Gino Bartali, al quale anche i francesi riconoscono l’impresa di aver vinto il Tour prima e dopo la seconda guerra mondiale, sarà dedicata la prima tappa del Tour de France 2024.

La partenza del Tour de France è in programma sabato 29 giugno 2024 con il via della prima tappa Firenze – Rimini di 206 km, mentre due giorni prima, giovedì 27 giugno, si tiene la presentazione delle squadre, 22 formazioni internazionali con 8 ciclisti ciascuna, per 176 atleti complessivi.

IL PROGRAMMA


Due giorni prima dello start del Tour de France, da metà pomeriggio di giovedì 27 giugno 2024 prenderà il via la presentazione delle 22 squadre, composte da 8 ciclisti ciascuna per un totale di 176 atleti, con diretta in mondovisione. A partire dalle 18 i ciclisti pedaleranno da Palazzo Vecchio per raggiungere piazzale Michelangelo, dove sono in programma spettacoli, musica e animazione già dalle 17. Sul palco allestito al piazzale la cerimonia di presentazione sarà una festa aperta a tutti – cittadini di Firenze e appassionati di tutto il mondo – e verrà trasmessa in diretta tv internazionale.



Sabato 29 giugno ci sarà la partenza ufficiale. La carovana partirà dal Villaggio alle Cascine (area attrezzata per le squadre in attesa della partenza), all’incirca intorno alle 12, in modalità non competitiva e si dirigerà verso piazza della Signoria, dove si fermerà per uno start istituzionale. Proseguirà passando da Via Vacchereccia, Por Santa Maria, Ponte Vecchio, Palazzo Pitti verso piazzale Michelangelo per poi scendere verso Gavinana per un omaggio a Gino Bartali.

A Bagno a Ripoli, in corrispondenza del Viola Park, ci sarà lo start della prima tappa competitiva che giungerà a Rimini dopo 206 km, attraversando sei comuni della Città Metropolitana di Firenze (Pontassieve, Pelago, Rufina, Dicomano e San Godenzo oltre a Bagno a Ripoli) prima di scollinare in Emilia-Romagna.

Dal 27 al 29 giugno piazza Santa Croce si trasformerà in un vivace Fan Park gratuito e aperto a tutti che offrirà un’ampia gamma di attività per grandi e piccini, con animazioni, giochi, gadget e spazi dedicati al food – orari di apertura: 27 giugno dalle 14 alle 21, 28 giugno dalle 11 alle 21, 29 giugno dalle 11 alle 18.



Molti altri i “luoghi” del Grand Dèpart dislocati per la città, per accogliere al meglio atleti, squadre, addetti ai lavori, stampa e appassionati di ciclismo di tutto il mondo. Il Nuovo Teatro dell’Opera sarà Press center dell’evento, sede operativa, centro accoglienza e sala stampa. Il Parco delle Cascine diventerà Villaggio di Partenza, ovvero area con stand promozionali per invitati e accoglienza delle squadre in attesa della partenza – accesso per autorizzati.

Nei giorni della partenza del Tour de France a Firenze saranno allestiti anche luoghi con la finalità di incoraggiare cittadini e visitatori all’uso della bici nella vita quotidiana, con un’attenzione particolare ai bambini. Tra le varie attività proposte “Savoir Rouler à vélo” (Saper andare in bici), consigli per la riparazione della bici e nozioni di sicurezza stradale.

Non mancheranno iniziative per avvicinare i più piccini alle due ruote. Mercoledì 26 giugno, nella stessa giornata dell’inaugurazione del Press Center al Nuovo Teatro dell’Opera, è organizzata anche una conferenza stampa con i protagonisti del Tour de France riservata ai bambini. Anche Firenze, inoltre, ha aderito all’iniziativa solidale del Tour de France “Un vélo pour tous” (Una bici per tutti) che ha l’obiettivo di offrire biciclette ai bambini più svantaggiati: nell’ambito delle attività per la sicurezza stradale di Vigilandia sono state infatti utilizzate 50 piccole bici nuove per le scuole d’infanzia, successivamente donate a bambini che ne hanno più bisogno.
Tra le altre iniziative rivolte a bambini e ragazzi ricordiamo il “Dettato ortografico del Tour” per le scuole fiorentine, che si è tenuto in Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento in occasione dei 100 giorni prima de Il Grand Départ.

Partirà da Cesenatico e attraverserà alcuni comuni della provincia di Ravenna – tra cui Cervia, Ravenna, Faenza, Brisighella e Riolo Terme – la seconda tappa del Tour de France, prevista per il prossimo 30 giugno.

Per questa ragione, il prefetto della provincia romagnola, Castrese De Rosa, ha presieduto oggi la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica nel corso della quale sono state definite le necessarie misure di safety e security.

Durante l’incontro, sono state verificate le azioni necessarie a garantire la sicurezza degli atleti e del pubblico lungo il percorso di gara. Con riferimento ai passaggi a livello presenti lungo il percorso, verrà replicato il modulo operativo concordato con Rete Ferroviaria Italiana in occasione del Giro d’Italia.

Ampie rassicurazioni sono state fornite dai comuni sulle misure predisposte a tutela dell’incolumità dei ciclisti e del pubblico, oltre all’impiego di volontari nei punti cruciali del percorso.

Il prefetto di Ravenna ha chiesto ai primi cittadini che vengano istituiti i C.O.C. – Centri Operativi Comunali – sia a Ravenna che a Riolo Terme, per l’assistenza ai cittadini residenti nelle aree sottoposte a vincoli di mobilità a causa del passaggio della carovana e per gli eventuali allertamenti di squadre di pronto intervento dei Vigili del Fuoco.

Sono stati definiti anche i dettagli per l’Open d’Italia di Golf a Cervia (27-30 giugno), che prevede la presenza di 156 atleti provenienti da tutto il mondo con una partecipazione di circa 5000 spettatori al giorno. Per tale evento saranno allestite apposite aree di ospitalità e commerciali all’interno dell’Adriatic Golf Club di Cervia e verranno impiegati 300 volontari operativi all’interno dell’area destinata all’evento.

Inoltre, sarà garantita l’assistenza sanitaria e di pronto intervento da parte del personale della Croce Rossa Italiana con l’allestimento di un posto medico avanzato con ambulanze e una centrale operativa dell’organizzazione che fungerà da coordinamento. Per la viabilità è stata individuata un’area di parcheggio con 1200 posti auto integrata con un’area attigua di sosta per i camper.

«Ho chiesto agli organizzatori – ha spiegato il prefetto – che, vista la concomitanza il 30 giugno dell’ultimo giorno dell’Open di Golf con la tappa del Tour de France a Cervia, venga garantita la massima divulgazione dei servizi in atto al fine di assicurare il regolare svolgimento degli eventi».

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -