27.3 C
Milano
martedì, Luglio 23, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Rho. Inaugurato a Trinseo l’impianto pilota per recuperare plastiche di scarto e trasformarle in nuova materia prima

Il Sindaco Orlandi: “Qui la sostenibilità entra nel processo produttivo mantenendo alta la qualità. Rho al centro dei cambiamenti e di vere scelte di economia circolare”

(Mi-lorenteggio.com) Rho, 25 giugno 2024 – Il Sindaco Andrea Orlandi e l’assessora all’Ambiente Valentina Giro, insieme con la responsabile dell’Ufficio relazioni istituzionali Paola Cupetti, hanno partecipato questa mattina in via Pregnana all’inaugurazione del nuovo impianto dimostrativo di depolimerizzazione che Trinseo ha costruito nel proprio sito di Rho. Un impianto pilota con una innovativa tecnologia che permette di depolimerizzare plastiche di scarto (in PMMA) e trasformarle di nuovo in materia prima monomero da utilizzare per nuovi prodotti. Un esempio di economia circolare nato in linea con le direttive europee e con notevoli potenzialità di sviluppo.

Ad accogliere gli ospiti (tra cui l’onorevole rhodense Vinicio Peluffo) il direttore del sito rhodense Andrea Origgi, il CEO di Trinseo Frank Bozich e Francesca Reverberi, Direttrice Sviluppo Sostenibile per Trinseo.

Dal 1920 in via Pregnana si susseguono impianti chimici, da Acna a Montecatini, a Montedison, poi alla francese Arkema, fino alla multinazionale americana Trinseo, giunta a Rho nel 2021. Trinseo opera in 22 siti nel mondo con oltre tremila dipendenti e un fatturato da 3,7 miliardi di dollari. A Rho i dipendenti sono 212 oltre a sessanta contractor. Il nuovo impianto di depolimerizzazione scompone i frammenti di plastica recuperati come rifiuti in monomeri, che sono alla base per nuovi prodotti.

“Un sogno diventa realtà: siamo i primi al mondo a gestire un impianto di questo tipo, avendo perfezionato le tecnologie necessarie – ha detto Reverberi – Investiamo per potenziare le strategie che permettono di fornire ai clienti soluzioni sostenibili e di sviluppare ambiente e salute. Il nostro impegno è legato a una disciplina rigorosa. Puntiamo a ridurre le emissioni del 35 per cento: siamo arrivati al 23 per cento. Questo investimento ha l’obiettivo di fare i modo che i nostri prodotti siano sostenibili per il 40 per cento, ora siamo al 10/15 per cento. Vogliamo decarbonizzare i nostri processi e, per questo, stiamo valutando anche a Rho l’installazione di pannelli solari”.

Già dal 2015 Trinseo è attiva nei processi di riciclo delle materie plastiche: Trinseo la compra e la rimette in circolo come nuova materia prima. Il PMMA, polimetilmetacrilato, chiamato comunemente vetro acrilico o plexiglass, si utilizza per molti oggetti di uso comune, dalla vasca da bagno alle insegne dei negozi. Fanali o parti interne dei veicoli dismessi tornano “materia vergine” per rientrare nella catena produttiva. Lo stesso vale per packaging di cosmetici e alimentari o parti di arredamenti.

“Qui – ha spiegato Aldo Zanetti, responsabile business development – ricicliamo chimicamente plastiche che non possono essere riciclate diversamente, ricavandone materiali di alta qualità che possono essere utilizzati per nuovi fanali, per lampade o lenti per occhiali. Procedure meccaniche permettono di riciclare molti materiali, ma quelli colorati o lavorati richiedono procedure chimiche per la depolimerizzazione”.

Andrea Zugni, responsabile di produzione al DEMO, ha chiarito che i materiali arrivano da Utrecht sotto forma di granulato di piccole dimensioni: l’estrusore avvia la procedura e la plastica passa dallo stato solido a quello liquido: “Il metil metacrilato che ricaviamo può partire alla volta dei clienti con le autobotti oppure passare al nostro reparto di produzione come nuova materia prima”. Al nuovo impianto lavorano Zugni e altri sette tecnici, 24 ore su 24.

“A differenza di altre aziende, qui non si tratta di un progettino che parla di sostenibilità a lato del processo produttivo – ha commentato il Sindaco Andrea Orlandi, prima di tagliare il nastro del nuovo impianto pilota – Qui la sostenibilità entra nel processo produttivo mantenendo alta la qualità. Si tratta di iniziative che permettono di strutturare processi sostenibili nel lungo periodo dando vita a materiali in grado di tornare sul mercato. Vorrei poi evidenziare la cultura di impresa che sottende a queste scelte, elemento di successo accanto alla capacità organizzativa e alle risorse umane impegnate nel sito. Terzo elemento è la comunità: Trinseo è una azienda Seveso, che richiede impegno costante sul fronte sicurezza, ma compie scelte innovative che mettono Rho al centro dei cambiamenti in Europa, rendendola sede di eccellenze mondiali. La comunità che circonda l’azienda è un ecosistema che accoglie e accompagna le innovazioni, una cosa non scontata”. Infine il Sindaco ha citato una frase di Alcide De Gasperi che conserva nel suo ufficio: “Le vere riforme sono quelle che partono da noi stessi”: “Trinseo cambia e fa sì che l’economia circolare diventi realtà. Lo apprezzo molto e credo che questo renda onore ai vertici e a chi qui lavora”.

Il CEO Franz Bozich ha ringraziato il Sindaco e i dipendenti di Trinseo, ricordando che “non solo la scienza e la tecnologia, ma le persone rendono possibili le innovazioni”: “Siamo primi al mondo su questo fronte e portiamo l’industria chimica al rinnovamento. Collaborare con la comunità che ci accoglie è fondamentale”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -