20.2 C
Milano
mercoledì, Ottobre 5, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Cesano video sorvegliato

Cesano Boscone (16 febbraio 2007) – Nelle scorse settimane, è stata portata a termine l’installazione dell’impianto di videosorveglianza, voluto dalla Giunta comunale con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei residenti, garantire maggiore sicurezza ai cittadini e contribuire alla razionalizzazione del traffico.
“Nell’ambito della riqualificazione del centro storico, come Amministrazione – dichiara il sindaco Vincenzo D’Avanzo – abbiamo ritenuto importante il monitoraggio del territorio, per tutelare maggiormente il patrimonio pubblico e per prevenire i reati”.
Cinque videocamere per il centro storico
Le cinque videocamere sono state installate in punti strategici del centro storico (il parcheggio di via Villette, l’area del cimitero, il parcheggio di via Pasubio, Villa Marazzi e piazza S. G. Battista), scelti in quanto o presentano un particolare interesse culturale e paesaggistico o sono soggetti a un maggior rischio di atti vandalici. In loco è stata già posizionata la segnaletica che avvisa la cittadinanza della presenza dello videocamere. I dispositivi vanno a integrare l’attività di controllo svolta dalle forze di polizia presenti sul territorio laddove non è possibile garantire una presenza costante degli agenti.
Il ruolo della Polizia Locale
La Giunta ha affidato alla Polizia Locale l’esecuzione e la cura del progetto del sistema di videosorveglianza. Le cinque zone coperte dalle videocamere sono collegate con la centrale operativa attraverso un terminale video, sul quale vengono ricevute le riprese selezionate dall’operatore addetto. Le riprese vengono visionate sia in diretta, durante l’orario di servizio degli uffici della Polizia Locale, sia in differita grazie alle registrazioni filmate, la cui conservazione avviene nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela della privacy.
La tecnologia “VoIP”
La realizzazione del sistema di video sorveglianza è stata affidata a Telecom Italia, dal momento che la società è l’attuale gestore del sistema integrato di fonia e dati.
Alla base del sistema di videosorveglianza c’è la tecnologia VoIP (Voice over IP, ossia “Voce tramite protocollo Internet”), che rende possibile effettuare una conversazione telefonica sfruttando una connessione Internet o un’altra rete dedicata che utilizza il protocollo IP, anziché passare attraverso la rete telefonica tradizionale. Con il VoIp, vengono instradati sulla rete pacchetti di dati contenenti le informazioni vocali, codificati in forma digitale, e ciò solo nel momento in cui è necessario, cioè quando uno degli utenti collegati sta parlando. Le conversazioni VoIP non devono necessariamente viaggiare su Internet, ma possono anche usare una rete basata sulle onde radio. È il caso del sistema di videosorveglianza: il Palazzo comunale è il punto di ricezione dei dati trasmessi dalle cinque videocamere; da qui, il flusso dei segnali video viene re-indirizzato verso la sede della Polizia Locale.
I primi interventi
Poco dopo il completamento dei lavori di installazione delle videocamere, al quartiere Pasubio si è verificato un episodio che ha mostrato le potenzialità del nuovo sistema di sorveglianza. Qualche giorno dopo Natale, infatti, è stato danneggiato il presepe allestito in via Libertà: alcuni vandali hanno imbrattato di verde e appeso a testa in giù la statua di Gesù bambino e hanno collocato nella mangiatoia una bottiglia di un superalcolico. Inoltre, diverse statuine sono state portate in mezzo al parco. Le indagini sul fatto, che è stato ripreso dalla videocamera, sono ancora in corso.
Inoltre, una videocamera è stata posizionata anche davanti al cimitero per impedire che davanti a un’area di rispetto si verifichino ancora, come già è successo in passato, atti che si presume siano da ricondurre a riti satanici. L’ultimo, in ordine di tempo, sarebbe avvenuto nelle scorse settimane, quando la telecamera ha ripreso due donne mentre realizzavano una specie di altarino.

Redazione + agenzie

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -