21.1 C
Milano
domenica, Ottobre 2, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Triboniano, blitz di vigili e Forze dell’Ordine

Milano 14 agosto 2007 – Alle 6 di ieri mattina la Polizia Municipale, la Polizia di Stato e i Carabinieri hanno effettuato un blitz presso l’area 3 del campo nomadi di via Triboniano per verificare la posizione dei presenti e accertare il rispetto delle condizioni del Patto di socialità e legalità sottoscritto dalle famiglie. Sono stati circa 30 gli agenti delle Forze dell’Ordine presenti sul posto e 12 gli uomini della Polizia Municipale (10 agenti e due ufficiali della Sezione Problemi del Territorio) impegnati nell’operazione.

Lo comunicano il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato e l’assessore ai Servizi Sociali Mariolina Moioli.

All’interno del campo sono stati trovati e subito allontanati 10 adulti e 5 bambini, tutti abusivi. Alcuni dormivano su materassi posti in spazi comuni; altri si erano sistemati all’interno di una roulotte, ospitati dalla famiglia assegnataria che per questo motivo è stata espulsa dal campo insieme agli abusivi. La roulotte, svuotata degli effetti personali, è stata portata al deposito della Protezione Civile in via Barzaghi.

“Il Patto di socialità e legalità sottoscritto dalle famiglie è chiaro, – ricordano gli assessori De Corato e Moioli – nessuno può ospitare negli spazi abitativi parenti e conoscenti senza aver concordato con gli operatori le condizioni di un’eventuale permanenza. In caso contrario, l’assegnazione dello spazio viene revocata e la famiglia allontanata. Questa mattina i vigili e le Forze dell’Ordine hanno solo applicato le regole”.

Nei giorni scorsi, infatti, dopo una relazione dei vigili che segnalava la presenza di nomadi abusivi nell’area 3, il Settore Servizi Sociali e il Settore Sicurezza hanno emesso un provvedimento che dà attuazione a quanto stabilito nel Patto e prevede, in caso di violazione delle regole, la revoca dell’assegnazione della roulotte e l’allontanamento della famiglia.

“Il rispetto del Patto, in ogni sua parte, – concludono De Corato e Moioli – è condizione indispensabile affinché si attui quel progetto di solidarietà e accoglienza nella legalità e nella sicurezza che il Comune di Milano ha voluto realizzare a Triboniano. Chi non sta alle regole è fuori. E per questo motivo, dopo l’operazione di questa mattina, i controlli continueranno affinché sia chiaro a tutti che non tollereremo alcuna deroga o zona franca”.

Redazione

Articolo precedenteEventi di agosto alla Comuna Baires
Articolo successivoBuon Ferragosto!

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -