19.6 C
Milano
mercoledì, Maggio 18, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Caro libri di testo, interviene la Regione

Ultimo aggiornamento il 10 Settembre 2007 – 14:20

(mi-lorenteggio.com) Milano 10 settembre 2007 – Nell’ultima seduta il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità un Ordine del Giorno presentato da Silvia Ferretto Clementi – consigliere regionale di Alleanza Nazionale – sottoscritto da tutti i gruppi consiliari, per contrastare il caro libri, raccogliendo così l’appello lanciato dalle associazioni dei consumatori in merito al caro libri di testo, i cui costi sono aumentati tra il 5 e il 12% rispetto all’anno precedente.

Un intervento – esordisce Silvia Ferretto – che si è reso indispensabile anche considerato che secondo uno studio promosso da Altroconsumo, nel 33% delle scuole medie milanesi il tetto di spesa di 280 euro previsto dal Ministero dell’Istruzione viene ampiamente superato.

I libri di testo costituiscono da sempre uno dei principali business delle case editrici, le quali, spesso, utilizzano piccoli ma efficaci trucchi per modificare lievemente (variazione degli esercizi o di irrilevanti parti di testo) le edizioni ed indurne così la sostituzione.

Con l’approvazione del mio Ordine del Giorno – spiega l’esponente regionale di AN – la Regione, oltre ad incrementare i fondi per il diritto allo studio, avrà l’opportunità di concedere il patrocinio alle associazioni giovanili che realizzino mercatini dei testo usati, mettendo a loro disposizione, gratuitamente, anche spazi di proprietà regionale.

Tra le altre iniziative previste dal documento, da ricordare anche eventuali forme di incentivo che verranno previste per i consigli di istituto affinché nella scelta dei libri di testo tengano conto della reale obsolescenza dei testi e non di parametri estetici o di forma. Una questione quest’ultima – conclude Silvia Ferretto – che dovrebbe coinvolgere anche i professori, i quali avendo solitamente grande voce in capitolo nella scelta dei testi, dovrebbero cercare di optare, a parità di qualità, per quelli meno cari e tendere a utilizzare le stesse edizioni fino a quando queste non siano realmente obsolete da punto di vista culturale o di attualità. Sono certa che questa iniziativa possa rappresentare un aiuto concreto alle famiglie degli studenti lombardi".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -