17.7 C
Milano
lunedì, Ottobre 3, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Comune e Fondazione Fiera Milano lanciano l’iniziativa “Milan Ambassador Programme”

Milano, 2 ottobre 2007 – Promuovere attivamente Milano come sede dei grandi congressi scientifici internazionali. E’ questo l’obiettivo del Milan Ambassador Programme (MAP), iniziativa ambiziosa per il cui successo si sono mobilitati Comune, Provincia, Regione e Fiera Milano, ma anche il mondo medico, gli albergatori e il trasporto locale.
Il MAP è stato presentato oggi alla comunità scientifica e alla stampa dall’Assessore alla Salute Carla De Albertis, dall’Assessore alla Ricerca, Innovazione, Capitale Umano Luigi Rossi Bernardi, affiancati dal presidente della Regione Formigoni , dal presidente di Fondazione Fiera Milano Luigi Roth e dall’amministratore delegato di Fiera Milano Congressi Maurizio Lupi.

Il MAP nasce da una constatazione: Milano ha tutti i numeri per competere nel selezionato circuito europeo delle grandi sedi congressuali come location di convention scientifiche di primo livello, a cominciare dai grandi congressi medici. Ma potrebbe ulteriormente accrescere la sua attrattività se autorevoli esponenti della comunità scientifica la promuovessero nelle sedi opportune: gli ambiti associativi e organizzativi che assegnano gli eventi e che il MAP si propone di attivare.

Milano vanta molti punti di forza: un’ampia e qualificata ricettività; ottimi collegamenti internazionali, un’indiscussa eccellenza nell’università e nella ricerca; infinite occasioni di intrattenimento, turismo, shopping. E soprattutto è in grado di proporre un’ampia scelta di sedi congressuali, a cominciare da quelle del principale operatore – Fondazione Fiera Milano Congressi – che gestisce nel cuore della città il maggior centro convegni del Paese, il Milano Convention Center (MIC), in grado di accogliere fino a 25mila delegati. Su questo fertile terreno l’organizzazione di convention e meeting è significativamente cresciuta negli anni recenti, sviluppando un business che non solo ha un rilevante impatto economico sul territorio (i congressisti rientrano a pieno titolo nel segmento del turismo d’affari “ricco”) ma è anche un fiore all’occhiello della città, lo strumento che ne fa luogo privilegiato di elaborazione culturale e aggiornamento scientifico.
Proprio grazie al MIC – tra l’altro – Milano ha acquisito numerosi eventi di rilievo, quali il Congresso Mondiale di nefrologia (10.000 presenze), l’Europeo di urologia (9.000 presenze), l’Europeo di oncologia (10.000 presenze), superando location affermate come Barcellona e Vienna.

Per dare ulteriore impulso a questa attività bisogna ora trovare partner d’eccellenza, in grado di sostenere la candidatura delle sedi milanesi: ossia “Ambasciatori” di Milano capitale congressuale.
Il MAP si propone appunto di sollecitare e raccogliere adesioni in tal senso di esponenti della comunità scientifica, ai quali viene garantito supporto istituzionale e assistenza operativa (tramite il management di Fiera Milano Congressi) per far avanzare le candidature che di volta in volta “gli ambasciatori” proporranno nelle sedi associative nazionali e internazionali.

Si tratta di un impegno corale nell’interesse ultimo della città, che vede schierati, a fianco di istituzioni e Fiera, la Federazione delle Società Medico Scientifiche Italiane (FISM), Assobiomedica, Assobiotech, International Pharmaceutical Congress Advisory Association, gli albergatori di Federalberghi e Assolombarda, il trasporto locale (SEA, Ferrovie Nord e ATM, che ha creato un biglietto giornaliero scontato per i congressisti, il Congress Daily Pass).

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -