6.3 C
Milano
domenica, Febbraio 5, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Array

Trasporto pubblico: nuovi servizi nell’ovest Milano

(mi-lorenteggio.com) Milano, 30 giugno 2008 – . L’azienda che ha vinto la gara pubblica, indetta dalla precedente amministrazione provinciale per il rinnovo della gestione del trasporto pubblico su gomma, è MOVIBUS, nata dall’aggregazione di STIE, ATM ed ATINOM, per una zona che comprende quasi 60 comuni collegati da 28 autolinee più il servizio a chiamata, e circa 900 fermate, 8 interscambi con la ferrovia (Magenta, Legnano, Parabiago, Vanzago, Rho, Vittuone, Castano Primo e Santo Stefano Ticino) e 4 con la metropolitana (M1 Rho Fiera, Molino Dorino, Lotto, Cadorna M2), per una percorrenza annua di 6.780.584 bus-km, in aumento del 5 % rispetto ad oggi.
Il cambio di gestori non cambierà, almeno nell’immediato, l’assetto delle linee di trasporto della zona: si è preferito attuare un cambiamento graduale, in cui, dopo una prima fase di “rodaggio” nel periodo estivo, quando le scuole sono chiuse, verranno poi aumentati i servizi di trasporto e verrà effettuato il riassetto dellle linee in stretta collaborazione con i comuni presenti sul territorio.
Sono confermati i servizi integrativi attivati dalla Provincia, quali il servizio a chiamata nei comuni a nord di Magenta e i collegamenti con le stazioni e gli istituti di Parabiago e Vittuone. Progressivamente verranno attivate e potenziate altre linee, quali la “Magenta FS-Corbetta-Santo Stefano Ticino FS-Ossona-Arluno-Vittuone (FS)” e la “Magenta FS-Inveruno-Cuggiono-Castano Primo FS”, con estensione a Malpensa (T1). La numerazione delle linee viene però razionalizzata: tutte le linee provinciali sono nominate “Z”, seguito dal numero del lotto (“6” per la zona Ovest) e da altre 2 cifre che specificano la linea, ad esempio “Z622”.

Ciò che sarà presente fin dall’inizio sarà invece un nuovo standard qualitativo: il nuovo contratto di gestione porterà infatti, progressivamente, un miglioramento della qualità e della quantità del servizio di trasporto pubblico offerto.
Grazie alle risorse messe in campo direttamente dalla Provincia (1,2 milioni di euro per la sola zona Ovest, più altri 6 milioni in bilancio 2008 per autobus e nuove tecnologie) e ai trasferimenti regionali (3,7 milioni di euro), entreranno in circolazione 45 autobus nuovi. Ciò significa un trasporto pubblico più ecologico, ma anche maggiori comfort e accessibilità per gli utenti: il rinnovo del parco bus porterà da un’età media dei mezzi di 13 anni, a una media di 6,5, in modo che alla fine tutti gli autobus siano di classe ambientale secondo gli standard europei.
Fin dall’inizio del nuovo servizio tutti i 204 autobus saranno attrezzati con display per informare sulla destinazione e prossima fermata.
Saranno infatti tutti provvisti di sistema di monitoraggio satellitare, che oltre ad individuare la posizione del bus sul territorio, permette una verifica puntuale degli orari e degli eventuali ritardi, mentre non è ammesso il passaggio in anticipo.
Con il rinnovo del materiale rotabile, migliorerà anche il comfort e l’accessibilità per gli utenti: entro la fine del 2008 un quarto dei bus avrà il pianale ribassato, che diventerà il 60% entro la scadenza del contratto, mentre l’accessibilità per i portatori di handicap passerà dall’attuale 45 % alla quasi totalità (92 %). Contestualmente aumenterà anche il numero di bus con impianto di climatizzazione, attualmente il 5% del totale, che arriveranno ad essere il 54% alla fine del primo anno di gestione per arrivare alla copertura pressochè totale nel corso del contratto.
Vengono inoltre potenziati i sistemi di informazione, comunicazione e verifica della puntualità:
le nuove aziende faranno una campagna di informazione all’avvio del servizio, e saranno distrubuiti libretti orario annuali con linee e fermate, mentre verranno affisse nelle principali fermate, agli interscambi e presso i comuni le mappe della rete di trasporto della zona.
Si potranno avere informazioni, oltre che dai libretti, attraverso un sito Internet dedicato (www.movibus.it), un numero verde (800.984362), e 4 punti di informazione a Magenta, San Vittore Olona (Sede Operativa, tel. 0331.519423 – Fax. 0331.511766), Pero, Milano, ed uno a Molino Dorino che sarà attivato nel 2009.
Le paline alle fermate saranno attrezzate con gli orari, interscambi e informazioni sulle rivendite, mentre fra il 2012 e il 2015 verranno progressivamente installate 83 paline elettroniche.
E a proposito di fermate, la Provincia sta mettendo in atto un piano di realizzazione di nuove fermate protette che garantiranno maggiore comfort e sicurezza agli utenti.
Il livello qualitativo, stabilito dalla “Carta della Mobilità” sarà inoltre monitorato per mezzo di indagini sulla soddisfazione degli utenti, la gestione dei reclami (info@movibus.it) con risposta scritta dell’azienda entro 20 giorni, e con l’applicazione di sanzioni in caso di mancato rispetto degli standard assunti con il contratto di servizio. “Il cambiamento di gestione su un territorio così ampio è sicuramente un passaggio delicato e complesso – commenta Paolo Matteucci, assessore provinciale alla Viabilità, mobilità e Trasporti -, ma porterà ad un migliore servizio ai cittadini, a partire dai nuovi mezzi ecologici in circolazione. Tutto il lavoro svolto insieme ai Comuni, ai sindacati e alle aziende sarà costantemente monitorato per arrivare alla riapertura delle scuole con un trasporto pubblico a pieno regime e coerente con le necessità del territorio”.

Clicca qui per scaricare gli orari

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img