7.8 C
Milano
domenica, Gennaio 29, 2023

Il 29, 30 e 31 Gennaio i Giorni della Merla

Array

Il comandante della Polizia Locale di Bareggio in visita al quartier generale della Polizia di New York

Bareggio, 8 luglio 2008 – Il Comandante della Polizia Locale di Bareggio Giovanni Olivotto ha appena fatto ritorno da New York dove, insieme ad altri colleghi delle Forze dell’Ordine, ha incontrato il Primo Commissario Aggiunto della Polizia Gorge, A. Grasso, e altri importanti funzionari della Polizia statunitense.

L’incontro è stato organizzato da LoJack, leader mondiale nei sistemi di rilevamento e recupero dei veicoli rubati e strumento in prima linea nella lotta alla criminalità, che negli Stati Uniti è una realtà affermata da oltre vent’anni. LoJack da sempre mette in contatto gli esponenti delle Forze dell’Ordine dei Paesi in cui è presente, per favorire gli scambi professionali e accrescere il loro bagaglio di competenze.

Insieme a PierGiuseppe Rossi, Comandante del corpo di Polizia Municipale di Alessandria e Luciano Soranno, ViceComandante della Polizia Municipale dell’Unione Terre Verdiane (provincia di Parma), Giovanni Olivotto ha trascorso diversi giorni negli Stati Uniti e ha avuto occasione di osservare da vicino i metodi di lavoro e le tecniche utilizzate dai poliziotti statunitensi, per i quali LoJack è diventato uno strumento indispensabile per migliorare la pubblica sicurezza, ridurre i crimini e assicurare i malviventi alla giustizia.

Il soggiorno negli Stati Uniti del Comandante è durato 4 giorni. Durante il primo giorno ha avuto l’opportunità di visitare gli uffici della Centrale di Polizia di New York, dove ha incontrato il Primo Commissario Aggiunto George A. Grasso con il quale ha discusso di importanti tematiche riguardanti la sicurezza, la tutela del territorio e l’organizzazione delle forze dell’ordine sul territorio. Il viaggio è poi proseguito ad Atlantic City, per partecipare a un’importante fiera dedicata alle Forze dell’Ordine e successivamente a Philadelphia, dove Giovanni Olivotto ha visitato la Centrale di Polizia e incontrato il Primo Commissario Aggiunto Patricia Giorgio-Fox. L’ultimo giorno il Comandante ha avuto l’opportunità di seguire dal vivo il recupero di un veicolo rubato a Brooklyn, il distretto più grande della città di New York, effettuato da una pattuglia del NYPD.

“Durante la mia visita effettuata negli Stati Uniti – commenta il Comandante Olivotto – ho potuto riscontrare che tra i punti di forza del sistema americano un posto di tutto rilievo è occupato da un’efficiente organizzazione interna, che consente alle forze dell’ordine di operare sul territorio con estrema rapidità ed efficacia. Le criticità da risolvere e gli obiettivi da raggiungere sono infatti ben chiari e ciò permette loro di raggiungere degli elevati standard qualitativi nel servizio fornito alla popolazione”. “Oltretutto gli strumenti a disposizione della Polizia americana sono innovativi – continua Olivotto – e il monitoraggio degli interventi effettuati avviene costantemente: tutto questo fa comprendere come il tema della sicurezza, ritenuto estremamente importante, sia affrontato in maniera assolutamente pragmatica”. “Lo stesso sistema LoJack, impiegato ormai da molti anni, ha dimostrato di funzionare in maniera ottimale, tanto che le statistiche dimostrano come il numero di furti d’auto sia diminuito drasticamente. Colgo infine l’occasione – conclude Olivotto – per ringraziare l’amministrazione comunale per avermi dato la possibilità di fare questa esperienza e la stessa società LoJack, in particolare il Dott. Tebaldi, per avere organizzato questa importante settimana formativa”.

“La testimonianza del comandante Olivotto – commenta l’Assessore alla Sicurezza, Silvia Scurati – dimostra come il tema della sicurezza non possa più essere assolutamente trascurato. Una maggiore autonomia gestionale e organizzativa consentirebbe di impiegare al meglio le forze dell’ordine per garantire un controllo adeguato del territorio, prevenendo le situazioni di rischio e rispondendo in maniera adeguata e tempestiva alle richieste della popolazione. Tutto questo utilizzando anche sistemi di videosorveglianza e tecnologie all’avanguardia, come quella proposta dalla LoJack per il recupero delle auto rubate e da poco utilizzata anche nel nostro comune”. “La nostra amministrazione considera infatti la sicurezza un fattore prioritario per rendere vivibile Bareggio. Abbiamo pertanto tutta l’intenzione di investire in questo settore: proprio nei giorni scorsi abbiamo aderito con un nostro progetto, in collaborazione con il Comune di Cisliano, con il quale abbiamo una convenzione in essere, al bando con cui Regione Lombardia mette a disposizione dei Comuni nuove risorse economiche – conclude Scurati – in materia di sicurezza urbana. Tutto ciò al fine di rafforzare la videosorveglianza nonché potenziare la Centrale Operativa”.

LoJack, inventato nel 1976 da William Regan, Commissario di Polizia nella città di Medfield, Massachusetts (USA), è presente sul mercato internazionale da più di vent’anni e ha permesso di ritrovare oltre 200.000 veicoli in tutto il mondo, per un valore superiore ai 4 miliardi di dollari con una percentuale di recupero record del 90%. Molti professionisti delle Forze dell’Ordine riconoscono il sistema LoJack come il più efficace per il recupero dei veicoli rubati; nel mondo ogni 17 minuti viene recuperato un veicolo equipaggiato con questo sistema e nella maggior parte dei casi i ladri vengono assicurati alla giustizia. Questo perché sulle pattuglie delle Forze dell’Ordine sono installate le speciali unità “Vehicle Tracking Computer” (VTC) LoJack, che permettono di rintracciare direttamente e in tempo reale le auto rubate seguendo il segnale emesso dall’apposito dispositivo nascosto al loro interno.

Il sistema LoJack, fortemente radicato negli States, è attivo in tutta l’area dei Comuni di Bareggio e Cisliano da maggio 2008.

LoJack
LoJack Corporation ha creato il mercato del rilevamento e recupero dei veicoli rubati e ne è oggi il leader, grazie alla superiorità della sua tecnologia e all’integrazione diretta con le Forze dell’Ordine che utilizzano i dispositivi di tracciamento LoJack per recuperare i veicoli rubati.
La soluzione Stolen Vehicle Recovery System vanta un tasso di successo del 90% nel recupero di auto, moto, camion e MMT rubati, per un totale di oltre 200mila mezzi recuperati pari a un valore superiore a 4 miliardi di dollari. In 20 anni di attività, i tecnici LoJack hanno installato oltre 7 milioni di unità.
LoJack opera attualmente negli USA e in più di 30 Paesi tra Nord America, Europa, Africa, America Latina ed Asia.
In Italia LoJack è presente dal 2006, con le filiali di Roma e Milano.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,572FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img