2.8 C
Milano
lunedì, Gennaio 30, 2023

Il 29, 30 e 31 Gennaio i Giorni della Merla

Array

Lavoro: un protocollo pilota per il milanese

Corsico (3 dicembre 2008) – “Osservatorio sicurezza”, formazione, informazione: sono le tre parole chiave del protocollo d’intesa fortemente voluto dal sindaco di Corsico, Sergio Graffeo, e al quale l’assessorato alla Comunicazione ed Edilizia pubblica e privata, guidato da Giovanni Molisse, assieme a quelli al Lavoro, con Nadia Landoni, e alla Sicurezza, con Filippo Errante, stanno lavorando da circa due anni. Da quel 20 marzo del 2007, quando un giovane operaio perse la vita alla ditta Nas.
“Una serie di incontri, di riunioni – spiega il sindaco – per mettere a punto un documento che non sia solo un’elencazione di principi, ma uno strumento di lavoro che dia alle persone maggiori sicurezze, sia sui luoghi di lavoro, sia di un lavoro”.
In particolare, gli obiettivi che gli Enti, le organizzazioni e le associazioni firmatarie si sono date, al fine di raggiungerle nel breve e nel medio periodo sono:
1) Gruppo di lavoro “Osservatorio Sicurezza”
Dovrà esaminare congiuntamente i dati disponibili, provenienti da ricerche, statistiche, database e informazioni scientifiche prodotti dagli enti preposti. L’osservazione delle dinamiche, delle cause e delle casistiche relative agli infortuni sul lavoro e alle malattie professionali consentirà di verificare la situazione a livello territoriale, di settore o di comparto, e di monitorare l’evoluzione dell’economia locale.
2) Formazione
Al fine di promuovere e divulgare la cultura della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i firmatari hanno deciso di concorrere, nel rispetto delle proprie competenze, alla programmazione e alla realizzazione di progetti formativi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, avvalendosi dei “fondi interprofessionali” e di altre iniziative formative promosse da organismi o enti pubblici e da soggetti privati.
Le azioni di promozione e sensibilizzazione, inoltre, saranno rivolte anche agli Istituti di formazione professionale al fine di inserire nei percorsi di istruzione percorsi formativi interdisciplinari alle materie scolastiche e volti a favorire la conoscenza delle tematiche della salute e della sicurezza.
3) Informazione
Verrà realizzata un’ampia e capillare comunicazione sui principali argomenti relativi alla sicurezza, dal tema della responsabilità sociale d’impresa al principio del lavoro inteso come risorsa per l’intera collettività.
In particolare, la conoscenza dei diritti e doveri ai vari livelli istituzionali e organizzativi, l’approfondimento dei rischi connessi all’attività dell’impresa, l’analisi dei comportamenti interni ed esterni al luogo di lavoro, le misure e le attività di protezione e prevenzione individuale, compreso l’utilizzo appropriato dei dispositivi di protezione, la conoscenza delle procedure di sicurezza e primo soccorso, le principali cause e la frequenza degli eventi infortunistici.
“Uno degli elementi che ritengo di maggiore rilevanza – conclude Sergio Graffeo – è la scelta di comunicarsi, come si legge nel protocollo, reciprocamente tutte le informazioni, dirette e indirette, che abbiano rilevanza strategica ai fini della promozione e della tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro e del lavoro stesso”.

Redazione

Articolo precedenteAl via MagentArt
Articolo successivoE’ uscito il numero 3 di Tang.O

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,572FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img