17.7 C
Milano
lunedì, Ottobre 3, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Urbanistica. Masseroli: “Milano non crescerà a macchia d’olio”

Milano, 14 settembre 2009 – “Milano, oltre che esportare idee sulla qualità urbana, è in grado di creare progettualità che ruotano attorno al valore della singola persona e prendono il via da soggetti operanti sulla scena sociale”.

Lo ha detto l’assessore allo Sviluppo del territorio Carlo Masseroli intervenendo alla presentazione della mostra ‘Eco+Density’ e del progetto della ecocity Jingwu a Tianjin, in Cina, frutto della progettualità italiana. L’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 2 ottobre all’Urban Center della Galleria Vittorio Emanuele.

“Delle tre linee guida che hanno portato alla redazione del nuovo Piano di Governo del Territorio, che indirizzerà tutte le prossime scelte di trasformazione urbana fino al 2030 – ha spiegato Masseroli – la terza, oggetto di riflessione della mostra ‘Eco+Density’, permette di affermare che Milano non crescerà più a macchia d’olio, ma si ricostruirà su se stessa, rigenerando a verde e servizi tutti gli ambiti degradati o contaminati. Per la prima volta nella storia della crescita e dello sviluppo della città – ha aggiunto – non si consumerà nuovo territorio. A una logica di crescita estensiva abbiamo sostituito una logica di rigenerazione dell’esistente, riconoscendo nel territorio una risorsa inestimabile da salvaguardare. Per una nuova corrispondenza tra aspettative di residenti, studenti, lavoratori fuori sede, city user, associazioni, imprese, università, e risorse pubbliche e private generate dalle trasformazioni”.

Alcuni studiosi cinesi prevedono che nei prossimi vent’anni, duecento milioni di persone in Cina passeranno dalle campagne alle città. Per prevenire gli effetti devastanti di questo fenomeno, sia in termini di uso del territorio che in termini ambientali, il governo cinese ha auspicato una densificazione pianificata di aree già urbanizzate che promuova la costruzione di strutture edilizie ad alta efficienza energetica ed ecocompatibili.
Che riflessi può avere il dibattito sulla densità abitativa nella realtà italiana? Esiste oggi in Italia una “emergenza territorio” come in Cina?

Sono questi gli interrogativi a cui cerca di rispondere la mostra allestita all’Urban Center, dov’è esposto il plastico del progetto vincitore del concorso internazionale indetto dal Comune di Jingwu per una nuova eco-città di 75.000 abitanti da realizzarsi nella municipalità di Tianjin. Il progetto porta la firma dell’architetto Joseph di Pasquale e del suo studio, la AM Progetti di Milano.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -