17.7 C
Milano
lunedì, Maggio 27, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Lombardia/Ticino. Due progetti per migliorare la mobilità

Milano, 20 marzo 2010 – Avvicinare all’Italia la stazione ferroviaria svizzera di Ponte Tresa e potenziare la viabilità locale esistente, abbandonando definitivamente l’ipotesi della realizzazione del Valico del Madonnone nel Comune di Cadegliano Viconago.

Questi i due progetti discussi ieri dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia e dal consigliere di Stato del Canton Ticino, Marco Borradori, durante il loro incontro a Ponte Tresa, sul lato svizzero del lago di Lugano, e a Lavena Ponte Tresa, sul versante italiano.

Per quanto riguarda il trasporto su ferro, il progetto è quello dell’avvicinamento al confine italiano della ferrovia che collega il paese svizzero di Ponte Tresa a Lugano. Un prolungamento di poche centinaia di metri che contribuirà a rendere meno impattante il traffico automobilistico sul valico e a migliorare la mobilità transfrontaliera tra Canton Ticino e Lombardia.

"In base a dati dal 2002 ad orao la situazione non può essere che peggiorata – ha spiegato l’assessore regionale -. Da Ponte Tresa passano 13.000 auto al giorno e pertanto occorre mettere sul tavolo una soluzione che renda più attrattivo per i pendolari italiani l’uso del treno che ogni 15 minuti collega Ponte Tresa a Lugano in meno di mezz’ora. E’ un collegamento molto efficace, ma che si trova a oltre 400 metri dal confine e ha pochissimi parcheggi di interscambio. Una mancanza cui si potrebbe ovviare attraverso il potenziamento dei posti auto sull’attuale piazza del mercato di Lavena Ponte Tresa che, a questo scopo, potrebbe essere sopraelevata di un piano".

"Per questo oggi – ha aggiunto l’assessore della Regione – abbiamo condiviso l’ipotesi di avvicinare la stazione di testa al fiume Tresa, sul quale verrà costruita una passerella pedonale ad hoc. Un progetto del valore di 550.000 euro frutto di un accordo Interreg fortemente sostenuto da Regione Lombardia". L’incontro ha sancito anche la costituzione di un organo transfrontaliero permanente con funzioni di coordinamento, consultive e propositive. Novità anche per la viabilità stradale: abbandonata definitivamente l’idea della realizzazione del valico del Madonnone nel Comune di Cadegliano Viconago.

"La realizzazione di questo valico non è considerata né strategica né prioritaria da parte di Regione Lombardia – ha spiegato l’assessore – quindi è definitivamente accantonata. Considerando la morfologia del territorio non si potrà che potenziare la viabilità lungo l’asse esistente. Per questo verrà istituito un tavolo di lavoro tecnico che coinvolgerà, oltre alla Regione e al Canton Ticino, anche i Comuni, la Provincia di Varese e l’Anas".

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -