17.7 C
Milano
lunedì, Maggio 27, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

A Cisliano il 30 aprile il film documentario sull’attività di Emergency

(mi-lorenteggio.com) Cisliano, 19 aprile 2010 – Conoscere la vera attività svolta da Emergency è possibile. A Cisliano. Venerdì 30 aprile alle 21, nella Sala Polivalente di Via Vivaldi, sarà proiettato il film documentario “Domani torno a casa” di Paolo Santolini e Fabrizio Lazzaretti che permetterà ai partecipanti di conoscere in maniera approfondita questa associazione italiana indipendente e neutrale, nata nel 1994 a Milano per offrire assistenza medico – chirurgica gratuita e di elevata qualità alle vittime civili delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.

La realizzazione del documentario ha richiesto oltre due anni tra riprese, montaggio e finalizzazione. Un lavoro che è stato svolto tra Khartoum e Kabul, tra il nuovo centro cardiochirurgico sudanese e il centro chirurgico della capitale afgana, dove si sono svolte le vicende dei due piccoli protagonisti, Yagoub e Murtaza: un afgano di sette anni incappato in una mina e un quindicenne sudanese aggredito da una grave malattia cardiaca. Entrambi, in maniera diversa, vittime di guerra. Il film è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2008.

«I medici di Emergency hanno curato nelle zone di guerra oltre 3 milioni e mezzo di vittime delle mine antiuomo, soprattutto bambini. – afferma il sindaco di Cisliano Emilio Simonini – Numeri che aiutano a comprendere quale sia il vero lavoro svolto da questi volontari apprezzati in tutto il mondo ma che negli ultimi giorni in Italia qualcuno ha cercato di infangare, in seguito all’ambigua vicenda dell’arresto dei tre operatori di Emergency Marco Garatti, Matteo Pagani e Matteo D’Aira da parte delle autorità afghane e poi liberati perché innocenti. Personalmente considero Emergency un patrimonio del nostro Paese, un esempio da mostrare con orgoglio, e sono felice che tutta la questione si sia dissolta nel nulla come una bolla di sapone, anche se molte sono ancora le zone oscure che probabilmente resteranno tali come tante e tante altre storie italiane».

Una cosa è certa: l’associazione guidata dal medico Gino Strada in 16 anni di attività è intervenuta in 15 Paesi costruendo ospedali, centri chirurgici, centri di riabilitazione, centri pediatrici, posti di primo soccorso, centri sanitari, un centro di maternità e un centro cardiochirurgico. Ha anche contribuito alla ristrutturazione e all’equipaggiamento di strutture sanitarie già esistenti. Ha curato milioni di vittime di guerra.

Alla serata di Cisliano interverranno componenti dello staff medico dell’associazione, nonché volontari del gruppo Emercency del Magentino. Saranno disponibili al termine della proiezione per illustrare i principi che guidano la loro attività e per rispondere alle eventuali domande dei partecipanti. L’ingresso è gratuito.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -