15.8 C
Milano
giovedì, Maggio 23, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Aperta a Dakar la Biennale di arte africana

Milano, 7 maggio 2010 – Si è tenuta questa mattina a Dakar, città che festeggia 36 anni di gemellaggio con Milano, alla presenza di Abdoulaye Wade, Presidente della Repubblica del Senegal, e dell’assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory, l’inaugurazione di “Dak’Art”, la nona edizione della Biennale dell’Arte contemporanea africana che si concluderà il 7 giugno.

“L’integrazione sociale oggi più che mai passa attraverso l’interrogazione culturale, perché mantenendo le differenze si possono annullare le distanze – spiega l’assessore Finazzer Flory -. Questo è il miracolo laico dell’arte. Ecco perché i 28 interessanti artisti in mostra a Dakar esporranno, il prossimo anno, a Milano non solo al PAC, ma anche, con un gruppo di giovani artisti emergenti, in periferia, in via Padova e al Parco Trotter ”.

Uno degli obiettivi della Biennale, infatti, è di favorire la circolazione degli artisti e delle opere in Africa e nel mondo. “Non una semplice mostra, dunque, – dichiara l’assessore – ma un momento di confronto, dibattito e spettacolo per riflettere sull’arte africana, sulle problematiche di tutto il Continente, per governare con la cultura i nostri valori inderogabili, come la libertà artistica, nel pieno rispetto delle nostre reciproche storie e tradizioni”.

Quest’anno il tema scelto è “Retrospettive e prospettive: 20 anni d’arte contemporanea” ed è affrontato da 28 artisti provenienti da 16 paesi africani.

"Dal punto di vista culturale la chance di Milano sulla scena internazionale è la sua capacità di accogliere il ‘diverso’, l’’altro’, lo
‘straniero’ e farlo diventare un fattore di sviluppo, di progresso per tutti, pur conservando l’identità cittadina. Nella realizzazione della mostra del prossimo anno verranno coinvolti anche tutti i corpi consolari dei Paesi dei diversi artisti. Recuperare il rapporto con le città gemellate – conlcude Finazzer Flory – mi sembra strategico non solo dal punto di vista culturale ma anche in prospettiva dell’Expo 2015”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -