13.7 C
Milano
sabato, Maggio 18, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Buccinasco, partito il progetto “Orti senza frontiere”. Oltre la disabilità

(mi-lorenteggio.com) Buccinasco, 11 maggio 2010 – In un attimo di tregua tra un temporale e l’altro, è stato presentato alla stampa nel pomeriggio di oggi, il progetto “Orti senza frontiere. Oltre la disabilità” voluto dall’Associazione Orti Navigli Lombardi e dal Comune di Buccinasco. Un’esperienza di vita sociale accessibile proprio per la sua peculiarità: lavoro manuale, all’aperto, a contatto con la natura e con gli altri, dove la presenza di animali crea una continuità affettiva.

 

Un momento della presentazione

Il progetto, oggi in fase sperimentale, procederà per step e vedrà i diversamente abili impegnati tutti i martedì pomeriggio nella cura di piccoli orti ubicati in un apposito spazio a loro dedicato. L’obiettivo è quello di facilitare l’integrazione di quanti presentano disabilità psicointellettive, motorie o neuro motorie. Gli operatori lavoreranno per far sì che ogni individuo sviluppi maggiore autonomia sul piano ludico/educativo, occupazionale e relazionale. Il tutto con l’aiuto dei Soci degli Orti e di quanti vorranno apportare il loro contributo.

 

Il terreno appena seminato

“E’ un progetto in cui ho creduto fin dal principio – afferma il Presidente dell’Associazione Orti, Claudio Caporale -. Mio fratello è in carrozzina, so bene cosa significhi avere un handicap. Oggi partiamo con le nostre forze, speriamo di riuscire presto a sviluppare tutto il piano da noi previsto che comporta anche l’abbattimento delle barriere architettoniche e la presenza di aree sopraelevate così che anche chi è in carrozzina possa coltivare il suo appezzamento”.

Partner dell’iniziativa: l’Associazione Nazionale Italiana di Riabilitazione Equestre ed Equitazione ricreativa e sportiva per handicappati (A.N.I.R.E.) che da anni applica con successo l’ippoterapia, la Sacra Famiglia e l’Istituto Don Gnocchi.
“Il nostro Centro Nazionale – commenta la Sig.ra Danièle Nicolas Citterio di A.N.I.R.E. – ha aderito con gioia anche perché l’iniziativa ben rientra nel quadro di un nostro progetto più ampio: ‘Dopo l’ippoterapia l’integrazione della persona disabile diventa realtà’. Riteniamo che sia un’ottima esperienza di laboratorio, perfettamente allineata con il nostro Metodo di Riabilitazione Globale MRGC®, che metterà in relazioni i nostri utenti e i soci dell’Associazione degli Orti”.
“Vogliamo garantire anche alle persone più disagiate il miglior livello possibile di qualità di vita, – afferma la Dr.ssa Manuela Picozzi della Fondazione Istituto Sacra Famiglia – intervenendo sulla prevenzione del deterioramento e involuzione delle competenze possedute, sul mantenimento e recupero delle competenze residue e sul potenziamento delle abilità di autonomia personale, naturalmente in misura diversa rispetto al singolo paziente”.

“La vita va rispettata e amata in ogni sua forma,- afferma il Sig.Antonio Gelsi, Direttore dell’Istituto Don Gnocchi – vivere insieme a gli altri, fare quello che gli altri fanno e sentirsi parte di una comunità è fondamentale per non sentirsi isolati ed emarginati”.

“Un’ottima idea che il Comune di Buccinasco presenta con orgoglio – conclude il Sindaco di Buccinasco, Loris Cereda -. Una condivisione di esperienze che arricchirà la vita di tutti noi. Il nostro intento è quello di dar vita ad una città fruibile per tutti, pensando anche, e soprattutto, alle persone che hanno delle difficoltà”.

Vittorio Aggio

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -