13.7 C
Milano
domenica, Maggio 19, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

2750 nuovi alberi pronti a ‘mangiare’ lo smog

(mi-lorenteggio.com) Busto Arsizio/Va,  04 febbraio 2012 –  Più verde, aria più pulita e un paesaggio più bello grazie a una virtuosa sinergia. Questi gli obiettivi del progetto ‘2500 alberi per le nostre città’, presentato ieri a Busto Arsizio. Protagonisti dell’iniziativa sono Regione Lombardia, con l’assessore ai Sistemi verdi e Paesaggio Alessandro Colucci, l’Ersaf (Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste) con il presidente Roberto Albetti, il Lions Club Distretto 108 Ib1 guidato dal governatore Danilo Francesco Guerini Rocco e il Comune di Busto Arsizio con il sindaco Gigi Farioli. "Questa iniziativa – ha detto l’assessore Colucci – si inserisce pienamente nelle linee di promozione dell’ambiente e del verde della Regione, aggiungendosi al percorso virtuoso che abbiamo promosso per far crescere, anche in pianura, le aree verdi fruibili dai cittadini e da quanti vengono a visitare la nostra regione. E inoltre non dobbiamo dimenticare che le piante sono un ottimo rimedio contro lo smog".

SEI PROVINCE PIÙ VERDI – Il progetto interessa 6 province e vede la virtuosa sinergia con le realtà del territorio, a partire proprio da Busto Arsizio, dove saranno piantumati ben 200 dei 1155 alberi destinati alla provincia di Varese (in 70 comuni). Nel Comasco saranno invece 407, 335 in provincia di Lecco, 607 saranno suddivisi tra quelle di Milano e Monza e Brianza; 250 in quella di Sondrio. In totale saranno dunque 2754 i nuovi alberi che, eccezion fatta per quelli destinati a Sondrio, saranno latifoglie autoctone della Lombardia come querce, faggi, betulle e frassini provenienti dal centro forestale e vivaistico curato dall’Ersaf a Curno (Bg). La loro messa a dimora dovrebbe avvenire, nello stesso giorno, in tutte le province interessate e con il coinvolgimento delle scuole e delle associazioni sensibili ai temi ambientale e della tutela del patrimonio verde, nella prima metà di marzo.

UNA LEZIONE DAL VERDE – "Questa iniziativa – ha aggiunto Colucci – ha un doppio valore: ambientale e culturale. Da una parte, infatti, aumentiamo le nostre aree verdi e, dall’altra, le facciamo conoscere e promuoviamo stili comportamentali per la loro tutela, coinvolgendo appunto ragazzi e associazioni, facendo comprendere anche a loro che i nostri boschi sono una ricchezza grande". Il progetto si sposa con le azioni di Regione Lombardia a tutela del suolo. "Iniziative come queste – ha concluso l’assessore – dimostrano nei fatti che Regione Lombardia è attenta al rispetto del territorio consumato e per questo invitiamo i Comuni a effettuare i loro interventi urbanistici utilizzando aree dismesse o ex cave e identificando, al contempo, aree dove mettere a dimora nuovi alberi che abbattono lo smog e abbelliscono anche il paesaggio lombardo".

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -