18 C
Milano
giovedì, Maggio 23, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

LOMBARDIA. PARI OPPORTUNITÀ, CANTÙ: ENTRO MAGGIO APPROVAZIONE PIANO ANTIVIOLENZA

(mi-lorenteggio.com) Milano, 12 marzo 2015 –  "Entro il prossimo mese di maggio voglio portare in approvazione il Piano regionale per la parità, la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere, recependo tutti i contributi migliorativi e i suggerimenti che anche momenti come il convegno di oggi possono dare". Lo ha annunciato l’assessore alla Famiglia, Solidarietà Sociale, Volontariato e Pari Opportunità della Regione Lombardia Maria Cristina Cantù, intervenendo al convegno ‘Pari opportunità e contrasto alla violenza di genere in Regione Lombardia’.

CAMBIAMENTO CULTURALE – "La violenza di genere – ha spiegato l’assessore – impone un cambiamento culturale, di valori e di sistema. Va combattuta innanzitutto sul piano culturale, attivando meccanismi che sradichino i pregiudizi. Le istituzioni, dal canto loro, ci devono essere, creando valore aggiunto da tutte le buone prassi, attraverso l’implementazione e lo sviluppo di interventi di prevenzione e protezione". Nello sviluppo dei progetti, l’assessore ha sottolineato l’importanza delle reti, ma ha messo in guardia dal rischio dell’autoreferenzialità.

MESSAGGI PERSUASIVI – "Va eliminata – ha aggiunto Cantù – ogni forma di tolleranza verso la violenza di genere. Per questo bisognerà diffondere messaggi e informazioni persuasive e sensibilizzare la società perché prenda coscienza che la violenza di genere è un problema pubblico che danneggia il nostro sistema di valori e in particolare i giovani. Se il marketing è in grado di orientare le decisioni su che tipo di prodotti comprare, non è possibile che non si faccia nulla, o che non si faccia abbastanza, per evitare che ogni due giorni una donna venga uccisa e che l’Italia subisca un costo di 17 miliardi di euro l’anno a causa della violenza di genere. Bisogna, in altri termini, promuovere meccanismi di comunicazione che incidano sullo status delle persone".

EXPO, CENTRALITÀ DONNA – L’assessore ha anche ricordato che "oltre il 70 per cento del cibo a livello mondiale passa attraverso le mani delle donne". "Ora che sta arrivando Expo – ha concluso – affrontare il tema ‘Nutrire il pianeta’ significa affermare la centralità della donna".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -