15.8 C
Milano
giovedì, Maggio 23, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Serie A2 femminile: Tie break vincente per il Club Italia a Olbia

(mi-lorenteggio.com) Olbia, 15 marzo 2015 – Il Club Italia di pallavolo femminile torna alle vecchie abitudini e si impone al tie break dopo una lunga battaglia sul campo della Entu Olbia, conquistando due punti preziosissimi che permettono alle azzurrine di issarsi al sesto posto nella classifica del campionato di Serie A2.

Dopo un primo set dominato sulla scorta di molti errori avversari, la squadra di Marco Mencarelli porta a casa anche il secondo in volata, ma subisce poi la rimonta della formazione isolana pagando un netto calo in ricezione e in attacco (ben 7 errori nel solo quarto set). Anche il tie break parte male, ma sul 6-2 le azzurre cambiano volto alla partita appoggiandosi su muro e difesa e trovando nuove soluzioni in attacco: dopo il cambio di campo sul 7-8, il sestetto azzurro prende il volo e chiude sul 10-15.
Paola Egonu è ancora una volta la top scorer delle azzurre con 20 punti ed è protagonista nel bene e nel male: 8 errori in attacco, ma anche 7 muri-punto. Ottima anche la prova di Ilaria Spirito in ricezione (73% di positività) e importanti gli ingressi dalla panchina di Camperi, Piani e Orro. La stessa Alessia Orro, festeggiata da circa 80 tifosi giunti appositamente da Narbolia (il suo paese natale, in provincia di Oristano), è stata premiata a fine partita dal Comune di Olbia con un riconoscimento speciale. Per la squadra di casa da segnalare le ottime prove di Maria Segura, autrice di 20 punti con il 49% in attacco, e della centrale Sofia Rebora. A corrente alternata Kiosi, comunque miglior marcatrice dell’incontro con 22 punti.
Ora il Club Italia è atteso da un brevissimo riposo: domani in mattinata la partenza per la Calabria, dove martedì 17 marzo alle 20.30 le azzurrine saranno nuovamente in campo contro il Volley Soverato.

La cronaca:
Il Club Italia recupera almeno per la panchina le acciaccate Mabilo e Zannoni e manda regolarmente in campo Spirito, reduce dall’influenza; in palleggio c’è Malinov. Olbia presenta lo stesso sestetto delle ultime partite, con Panucci e Segura schiacciatrici, Rebora e Garbet al centro.
Molto equilibrato l’avvio di partita: tre punti consecutivi di Kiosi portano Olbia sul 2-4, ma il pareggio del Club Italia è immediato (6-6) e si procede a braccetto fino all’11-12 al time out tecnico: Sul 17-17 arriva il break decisivo delle azzurrine, che firmano tre punti consecutivi costringendo Secchi al time out. Al rientro in campo una scatenata Egonu allunga fino al 17-21 e il Club Italia gestisce il vantaggio fino alla conclusione sul 19-25.
Nel secondo set la Entu parte meglio, portandosi subito sul 6-4 e mantenendo il vantaggio sull’11-9. Dal 14-11 la battuta di Orro consente alle azzurrine di riportarsi sotto (16-15), ma Olbia allunga nuovamente sul 22-19. Dopo il time out chiesto da Mencarelli, è D’Odorico a firmare il break del sorpasso azzurro (22-24) e le azzurrine chiudono alla seconda occasione sul 23-25.
Terzo set ancora in altalena: sul servizio di Sintoni, la Entu scappa 4-0, per poi condurre 12-9 al time out tecnico. L’incisiva battuta di Danesi vale il sorpasso sul 12-13 e il Club Italia prova anche ad allungare per chiudere la partita; sul 14-16 arriva però il controbreak di Olbia, che passa avanti 18-16 con due ace di Segura. Le sarde gestiscono il vantaggio (23-20) e riaprono il match sul 25-21.
Si continua a combattere anche nel quarto set: stavolta però è il Club Italia a partire meglio (6-8) convincendo il coach olbiese a fermare il gioco. Le azzurrine mantengono il vantaggio fino al 10-12, ma sul 14-16 arriva il sorpasso della Entu firmato dal servizio di Kiosi: 18-16. Entrano Orro e Piani, ma è Olbia a staccarsi fino al 23-19 e, dopo due set point annullati, firmare il 25-22 che rinvia il verdetto al tie break.
Nel set decisivo una battuta molto incisiva di Sintoni consente a Olbia di volare sul 3-0, ma dal 6-2 il Club Italia riprende in mano il pallino del gioco e va al sorpasso a cavallo del cambio di campo (7-9). Due muri consecutivi di Danesi regalano l’8-12 alle azzurrine; la squadra di casa tenta l’ultima rimonta con la battuta di Mordecchi, il Club Italia però non si fa avvicinare e si porta sul 10-14 chiudendo al primo tentativo.

IL COMMENTO – "Olbia ha offerto una prova decisamente migliore rispetto alla gara di andata – dice a fine gara Marco Mencarelli – e ci ha messo in difficoltà quando ha cominciato a rallentare il ritmo del gioco. Noi, invece, dopo una buona partenza ci siamo stranamente fossilizzati su alcune soluzioni d’attacco, diventando prevedibili e continuando a fare gli stessi errori. Abbiamo però disputato una buona partita dal punto di vista del carattere, restando a contatto delle avversarie nei finali di set e dimostrando grande voglia di combattere".

Entu Olbia-Club Italia 2-3 (19-25, 23-25, 25-21, 25-22, 10-15)

Entu Olbia: Facendola ne, Vietri ne, Kiosi 22, Panucci 6, Garbet 5, Sintoni 2, Degortes (L), Baldelli ne, Pesce ne, Rebora 17, Segura 20, Mordecchi. All. Secchi.
Club Italia: Piani 1, Bartesaghi ne, Zannoni (L) ne, Spirito (L), D’Odorico 4, Egonu 20, Orro 1, Mabilo ne, Danesi 12, Guerra 16, Malinov 1, Berti 8, Camperi 2. All. Mencarelli.
Arbitri: Allegrini e Oranelli.
Note: Olbia: battute vincenti 8, battute sbagliate 18, attacco 36%, ricezione 59%-43%, muri 5, errori 43. Club Italia: battute vincenti 7, battute sbagliate 9, attacco 30%, ricezione 54%-35%, muri 18, errori 30.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -