23.7 C
Milano
mercoledì, Maggio 22, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

‘UOVO PERFORMING ARTS FESTIVAL’ XIII EDIZIONE | MILANO 25_29 MARZO

(mi-lorenteggio.com) Milano, 19 marzo 2015 – Nuovo ordine. 200 anni dal Congresso di Vienna, 70 anni dalla Conferenza di Yalta e dalla Liberazione d’Italia. Date che hanno segnato nuovi ordini, nuovi confini.
Oggi la società torna ad occuparsi in modo pressante della complessità del tema del confine. Il confine separa e congiunge, disciplina e mette in relazione.
E la frammentazione della società (e della scena) contemporanea costringe a ragionare di una molteplicità di confini (anche disciplinari) e di una conseguente molteplicità di aggregazioni.

Il festival Uovo, giunto quest’anno alla tredicesima edizione con 8 prime assolute e 2 prime italiane, continua ad interrogarsi sulle traiettorie e le nuove possibili geografie della scena performativa, coinvolgendo artisti italiani ed europei in un progetto di riflessione sul confine e i suoi significati.
Un magma di posizioni poetiche ed estetiche che rappresentano una scena artistica indipendente non catalogabile in percorsi definiti e ancora alla ricerca di un nuovo senso, anche politico, del proprio agire all’interno della società.

Dalla gestione di uno spazio condiviso all’idea di amicizia e complessità delle relazioni sociali di Laurent Chétouane nel suo acclamato lavoro M!M; dal concetto di confine come attraversamento fisico e linguistico degli artisti svizzeri Massimo Furlan e Martin Schick, entrambi parte del progetto transfrontaliero Viavai, realizzato da Pro Helvetia, a cui Uovo partecipa con TRANS, un network internazionale dedicato alle performing arts; allo sfumare del confine tra il formato dello spettacolo di danza e quello di happening musicale di Cristina Rizzo nella sua ultima coreografia, BoleroEffect (Rapsodia_The long version); dall’idea dinamica di confine tra originale e remix della promettente artista polacca Ramona Nagabczyńska, alla reinterpretazione di una propria coreografia storica in e-ink di mk (la cui presenza a Uovo è sollecitata dalla sua recente ricostruzione per RIC.CI – Reconstruction Italian Contemporary Coreography, progetto ideato e diretto da Marinella Guatterini); dalla scomparsa di ogni rigido confine disciplinare in The Old Testament According To The Loose Collective dei The Loose Collective – straordinario collettivo artistico composto da danzatori, coreografi e musicisti che dall’Austria si è imposto sulla scena internazionale – al venir meno di quello fisico e virtuale in Joseph_kids di Alessandro Sciarroni, ospite immancabile ed atteso delle ultime edizioni di Uovo, questa volta al festival con una performance dedicata ad un pubblico di bambini dai 5 ai 10 anni.
Sul tema del confine interno/esterno insito nel corpo umano si muove il progetto A sangue freddo di Silvia Costa, a Uovo con una doppia presenza iconografica (la mostra fotografica uno sguardo attraverso il taglio insieme a Silvia Boschiero) e performativa (A sangue freddo 2#, che dalla mostra prende spunto e avvio). Insieme ad Ariella Vidach – AiEP, Uovo ha selezionato per CAPTURE tre coreografi italiani emergenti (Camilla Monga, Annika Pannitto e Gabriele Valerio) invitandoli a lavorare sul tema del confine: il risultato verrà presentato al DiDstudio insieme al nuovo lavoro della Vidach, Booth, che coinvolge un gruppo di giovani interpreti in una partitura fisica che indaga il rapporto tra movimento e suono.

Come sempre, Uovo lavora sul territorio intessendo una rete di relazioni produttive e promuovendo i nuovi linguaggi artistici, in sinergia con alcune delle eccellenze culturali della città di Milano. Dalla collaborazione con la Fondazione Adolfo Pini, iniziata nel 2013, nasce per questa edizione del festival SUB I.II.III., una produzione mk che si inserisce nel progetto Storie Milanesi: durante un periodo di residenza negli spazi della Fondazione, mk riflette sul concetto di spazio abitativo, dove “abitare” viene inteso come tracciamento di una frontiera e definizione di un limite. Per operare su questa linea di confine, la compagnia coinvolgerà gli artisti visivi Luca Trevisani (geniale “enfant prodige” dell’arte contemporanea italiana), Margherita Morgantin, Roberta Mosca (già performer per The William Forsythe Company) e il compositore Lorenzo Bianchi Hoesch.

Altra collaborazione prestigiosa di questa edizione è quella con il nuovissimo Mudec Museo delle Culture di Via Tortona: in occasione dell’apertura degli spazi espositivi del Museo, Uovo e Mudec presentano Yvonne Rainer, Performance Demonstration #1, undated 1 sound tape reel, un evento speciale curato da Valentina Sansone (guest curator di questa edizione del festival). Un omaggio ad una delle artiste chiave della storia della performance, basato interamente sull’ascolto, che indaga pratiche performative contemporanee e offre nuovi spunti di riflessione sul concetto di documento e di archivio.

Da segnalare infine quest’anno l’appuntamento di sabato 28 marzo con Uovo à la coque – un pranzo con gli artisti: un incontro informale e fuori dagli schemi dove il pubblico potrà sedersi a tavola insieme agli artisti del festival nella cucina allestita all’interno del Franco Parenti. Una chiacchierata tutta da vivere insieme a The Loose Collective, Cristina Rizzo, Michele Di Stefano, Biagio Caravano, Simone Bertuzzi/Palm Wine, Martin Schick, Silvia Costa e Ariella Vidach.

mercoledì 25 marzo

h 19.30
Teatro Franco Parenti
SILVIA BOSCHIERO | SILVIA COSTA (IT)
A sangue freddo 1#
mostra fotografica
opening

h 19.30
Teatro Franco Parenti
MASSIMO FURLAN (CH)
Tunnel
prima assoluta
video loop | durata 45’
opening

h 21.00
Teatro Franco Parenti
LAURENT CHÉTOUANE (FR/DE)
M!M
prima italiana
durata 50’

giovedì 26 marzo

dalle h 16.00
Teatro Franco Parenti
SILVIA BOSCHIERO | SILVIA COSTA (IT)
A sangue freddo 1#
mostra fotografica

dalle h 16.00
Teatro Franco Parenti
MASSIMO FURLAN (CH)
Tunnel
prima assoluta
video loop | durata 45’

h 21.00
Teatro Franco Parenti
MK (IT)
e-ink
durata 12’

RAMONA NAGABCZYNSKA (PL)
RE//akumulacja
prima italiana
durata 40’

venerdì 27 marzo

dalle h 16.00
Teatro Franco Parenti
SILVIA BOSCHIERO | SILVIA COSTA (IT)
A sangue freddo 1#
mostra fotografica

dalle h 16.00
Teatro Franco Parenti
MASSIMO FURLAN (CH)
Tunnel
prima assoluta
video loop | durata 45’

h 16.00 | h 17.30
Fondazione Adolfo Pini
MK | LUCA TREVISANI | ROBERTA MOSCA | MARGHERITA MORGANTIN | LORENZO BIANCHI HOESCH (IT)
SUB I.II.III.
prima assoluta
durata 40’

h 17.30_19.30
Mudec Museo delle Culture
UOVO PERFORMING ARTS FESTIVAL | MUDEC MUSEO DELLE CULTURE (IT)
Yvonne Rainer, Performance Demonstration #1, undated 1 sound tape reel.
a cura di Valentina Sansone
audio loop | durata 30’

h 21.00 | h 22.30
Teatro Franco Parenti
SILVIA COSTA (IT)
A sangue freddo 2#
prima assoluta
durata 15’

h 21.30
Teatro Franco Parenti
MARTIN SCHICK (CH)
Made for Italy
prima assoluta
durata 30’

sabato 28 marzo

h 13.00
Teatro Franco Parenti
Uovo à la coque
un pranzo con gli artisti

dalle h 16.00
Teatro Franco Parenti
SILVIA BOSCHIERO | SILVIA COSTA (IT)
A sangue freddo 1#
mostra fotografica

dalle h 16.00
Teatro Franco Parenti
MASSIMO FURLAN (CH)
Tunnel
prima assoluta
video loop | durata 45’

h 16.00 | h 17.30
Fondazione Adolfo Pini
MK | LUCA TREVISANI | ROBERTA MOSCA | MARGHERITA MORGANTIN | LORENZO BIANCHI HOESCH (IT)
SUB I.II.III.
prima italiana
durata 40’

h 17.30_19.30
Mudec Museo delle Culture
UOVO PERFORMING ARTS FESTIVAL | MUDEC MUSEO DELLE CULTURE (IT)
Yvonne Rainer, Performance Demonstration #1, undated 1 sound tape reel.
a cura di Valentina Sansone
audio loop | durata 30’

h 17.30
DiDstudio
ARIELLA VIDACH – AiEP (IT)
CAPTURE
prima assoluta
durata 60’

h 21.00
Teatro Franco Parenti
THE LOOSE COLLECTIVE (AT)
The Old Testament According To The Loose Collective
durata 60’

domenica 29 marzo

dalle h 16.00
Teatro Franco Parenti
SILVIA BOSCHIERO | SILVIA COSTA (IT)
A sangue freddo 1#
mostra fotografica

dalle h 16.00
Teatro Franco Parenti
MASSIMO FURLAN (CH)
Tunnel
prima assoluta
video loop | durata 45’

h 16.00 | h 17.30
DiDstudio
ALESSANDRO SCIARRONI (IT)
Joseph_kids
durata 30’

h 16.00 | h 17.30
Fondazione Adolfo Pini
MK | LUCA TREVISANI | ROBERTA MOSCA | MARGHERITA MORGANTIN | LORENZO BIANCHI HOESCH (IT)
SUB I.II.III.
prima italiana
durata 40’

h 17.30_19.30
Mudec Museo delle Culture
UOVO PERFORMING ARTS FESTIVAL | MUDEC MUSEO DELLE CULTURE (IT)
Yvonne Rainer, Performance Demonstration #1, undated 1 sound tape reel.
a cura di Valentina Sansone
audio loop | durata 30’

h 21.00
Teatro Franco Parenti
CRISTINA RIZZO (IT)
BoleroEffect (Rapsodia_The long version)
durata 50’ +
Palm Wine dj set a seguire

INFO

Web
uovofestival.it

Luoghi
Teatro Franco Parenti – Via Pier Lombardo 14, Milano
Fondazione Adolfo Pini – Corso Garibaldi 2, Milano
DiDstudio c/o Fabbrica del Vapore – Via Procaccini 4, Milano
Mudec Museo delle Culture – Via Tortona 56, Milano

Biglietti
biglietteria festival
Teatro Franco Parenti
16_20 marzo h 16.00_19.30
21 marzo h 10.00_14.30 e h 16.00_19.30
23_24 marzo h 16.00_19.30
25_29 marzo h 16.00_21.00
da un’ora prima dello spettacolo si potranno acquistare solo ed esclusivamente i biglietti della serata in corso

prevendita www.vivaticket.it
call center vivaticket 892.234 Pronto PagineGialle® 892424
(servizi a pagamento)

info tel. +39 348 8039149 (attivo in orari di biglietteria)
skype uovoproject

abbonamento 45 euro intero – 30 euro ridotto* dà diritto all’ingresso a tutti gli spettacoli (ad eccezione di Joseph_kids e CAPTURE) fino ad esaurimento posti, prenotazione obbligatoria dei singoli spettacoli
prenotazioni spettacoli in abbonamento boxoffice@uovoproject.it

Tunnel, A sangue freddo 1# ingresso libero
M!M, The Old Testament, BoleroEffect 12€ intero – 10€ ridotto*
e-ink, RE//akumulacja 12€ intero – 10€ ridotto* [biglietto unico per la serata]
A sangue freddo 2#, Made for Italy 12€ intero – 10€ ridotto* [biglietto unico per la serata]

CAPTURE 12€ intero – 10€ ridotto* [biglietto unico per la serata]
il giorno dello spettacolo i biglietti saranno acquistabili solo presso il DiDstudio – Fabbrica del Vapore a partire dalle h 16.00

Joseph_kids 10€ intero – 5€ bambino e ridotto*
i biglietti possono essere acquistati esclusivamente online e presso il Teatro Franco Parenti
performance riservata ad un pubblico di bambini, ogni adulto deve essere accompagnato da almeno un bambino

SUB I.II.III. 10€ intero – 5€ ridotto*
l’ingresso a SUB I. II. III. è nominativo e a posti limitati. I biglietti possono essere acquistati esclusivamente presso il Teatro Franco Parenti. L’incasso netto sarà devoluto come donazione per scopi istituzionali della Fondazione Adolfo Pini.

Yvonne Rainer, Performance Demonstration #1, undated 1 sound tape reel.Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Uovo à la coque posti limitati, prenotazione obbligatoria
+39 348 8039149

Biglietto sostenitori Uovo, abbonati annuali ATM 5€
I biglietti saranno rimborsati solo ed esclusivamente in caso di annullamento dello spettacolo

* studenti, abbonati Teatro Franco Parenti, t friends, MITOCard, SentieriCard, soci centri culturali stranieri (British Council, Goethe-Institut Mailand, Institut Français Milano), accademie (Accademia del Piccolo, Accademia dei Filodrammatici, Accademia Teatro alla Scala), Fondazione Milano (Paolo Grassi, Civica Musica Claudio Abbado, Interpreti e Traduttori, Civica Cinema), università convenzionate (IED, Istituto Marangoni, Naba, Domus Academy, Università Commerciale L. Bocconi), tesserati AiEP, Centrale Fies, Club To Club, DanceHaus, MilanOltre.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -