17.1 C
Milano
venerdì, Maggio 24, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Cesano. Sicurezza stradale, alcuni lettori ci scrivono

(mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone, 21 marzo 2015 – Riceviamo e pubblichiamo:

Spett.le Redazione 
scriviamo per mettere in luce il problema della sicurezza stradale. Questo paese non è e non deve essere il proseguo della tangenziale. Da troppo tempo la sicurezza dei pedoni è un aspetto evidentemente assente. Strisce pedonali cancellate, semafori al contempo verdi per pedoni ed auto, nessun limite di velocità in prossimità delle abitazioni. Molte persone sono state investite, adulti anziani, bambini. Si sono registrati anche dei decessi per investimento, come l’anziana signora che stava tornando dal supermercato. Chiediamo quindi che siano messi in sicurezza gli attraversamenti pedonali: rifacendo le strisce oramai cancellate, ponendo dei dossi, limiti di velocità, autovelox. I semafori pedonali devono essere regolati in modo che non abbiano il verde contemporaneamente per auto e pedoni, che non possono mai attraversare per via di automobilisti maleducati. Per non parlare dell’aria irrespirabile per via del passaggio di tir, autobus da turismo ed auto – articolati. Le zone come scuole, asili, supermercati, non sono in sicurezza. I comuni limitrofi quali Trezzano, Corsico, Buccinasco hanno già adottato la zona trenta secondo il regolamento europeo e vietato il transito ai tir perfino sulla nuova vigevanese.
La tendenza del Comune di Cesano Boscone è invece quella di togliere sempre più i semafori per sostituirli con delle rotonde pericolosissime dove attraversare non è solo rischioso ma anche impossibile. La sicurezza pedonale è un diritto per adulti, anziani e soprattutto bambini. La sicurezza pedonale laddove non rispettata va imposta agli automobilisti ed è un dovere del Comune farlo con tutti i mezzi a disposizione. Non ci sono i soldi? Un autovelox potrebbe essere una soluzione così come una telecamera che registri le targhe di chi non fa attraversare i pedoni, come già presenti in molte zone di Milano. Le somme così raccolte vanno destinate alla messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali.
Chiediamo infine non solo di non togliere i semafori già presenti sul territorio ma anche di renderli più sicuri con tempi di attraversamento esclusivamente pedonali, cartelli di segnalazione pedoni ben visibili, e soprattutto dissuasori della velocità: autovelox, dossi, limiti di velocità e telecamere.

Lettera firmata

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -