13.7 C
Milano
domenica, Maggio 19, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Situazione emergenza abitativa a Trezzano Sul Naviglio

(mi-lorenteggio.com) Trezzano Sul Naviglio 25 marzo 2015 – E’ un fatto notorio che Trezzano Sul Naviglio rientri tra i Comuni ad alta tensione abitativa e la casa costituisca una priorità assoluta da affrontare. Quali le azioni concrete che Trezzano ha posto in essere ed intende porre? Prima di tutto le assegnazioni da graduatoria, come prevede il vigente Regolamento Regionale. Proprio in questi giorni, chiusa la graduatoria definitiva, si sta procedendo alle assegnazioni, in ordine di sequenza. I dati, che risultano dalle graduatorie definitive, sono i seguenti:

 n.142 nuclei in attesa ai fini dell’assegnazione in canone sociale;

 n.13 nuclei in attesa per assegnazione in canone moderato. Entro aprile verranno assegnati n.3 alloggi sulla base della graduatoria in canone sociale (1 bilocale e 2 trilocali) in Via Pirandello 6. Verranno, inoltre, assegnati, previa conferma da parte di Aler e dell’accettazione da parte degli aventi diritto, sulla base della graduatoria relativa al canone moderato, n.3 alloggi (1 monolocale e 2 bilocali) in Via Treves 41. Da sottolineare poi che n. 3 alloggi (di cui 2 siti in Via Di Vittorio ed 1 in Via Treves 34), di proprietà Aler, non sono disponibili per le assegnazioni, in quanto inseriti nel piano vendita. Il Comune si sta attivando per chiedere ad Aler di togliere dal piano vendite detti alloggi.

L’Amministrazione Comunale, proprio al fine di trovare soluzioni finalizzate a contrastare il fenomeno della emergenza abitativa, ha aderito poi, all’iniziativa regionale sul Fondo Morosità Incolpevole e tale iniziativa è stata adeguatamente pubblicizzata anche con avviso sul sito istituzionale. Anche per gli sfratti per finita locazione, poi, l’Amministrazione ha pubblicizzato proprio in questi giorni l’iniziativa prevista dal decreto ministeriale del gennaio di quest’anno e sino al 3 aprile i cittadini, che possiedono i requisiti, possono recarsi all’Ufficio Casa per presentare le relative domande. I tecnici comunali procederanno, poi, sulla base di elementi sociali ed economici, a valutare possibili ipotesi di nuove soluzioni finalizzate a risolvere il problema casa.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -